Grazie

0
206
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotodi Daniel Pennac

con Alessandro Girami

———-

Un grande riscontro per il ritorno di “Grazie”, uno dei titoli che negli ultimi tre anni hanno riscosso maggiore successo nella programmazione del “Teatro al Buio”: dopo il successo dei primi appuntamenti, nella “Sala del Teatro” all’Istituto dei Ciechi di Milano, venerdì 10 luglio è in scena l’ultime replica prevista per lo spettacolo teatrale tratto dal soggetto di Daniel Pennac, di e con Alessandro Girami. Nei 45 minuti di monologo, una vera e propria piece teatrale, il protagonista, del quale sappiamo solo essere un artista premiato da una giuria per “l’insieme della sua opera,” si trova a dover fare i conti con il dover ringraziare – chi? come? – una platea a lui ignota e che in fondo lo conosce per la prima volta in questa occasione. E’ il pretesto per una digressione acuta e puntigliosa nell’evidenziare l’elemento grottesco presente in azioni quotidiane apparentemente neutre e indolori, come quella di ringraziare chiunque e per qualunque motivo. Per l’autore-protagonista, e per il pubblico che costruisce lo spettacolo insieme a lui, inizia quindi un viaggio che conduce ad una considerazione profonda e sincera sull’arte e sulle emozioni che muovono le persone che in essa trovano il coraggio per vincere il conformismo.

La peculiarità di questo “Grazie”, tratto dall’opera omonima di Daniel Pennac pubblicata nel 2004 e di grandissimo successo anche in Italia, è sicuramente nel suo prendere forma nel buio completo nel quale sono immersi sia il pubblico, sia l’attore in scena. Alessandro Girami, autore, regista e interprete dello spettacolo, con la sola voce e i propri movimenti in scena, non visibili dagli occhi ma intensamente percepiti dagli spettatori che se ne sentono avvolti, dà vita ad un’esperienza sensoriale senza precedenti che riconduce all’essenza del teatro stesso: la comprensione reale di ciò che avviene in scena, legata principalmente all’ASCOLTO, senza l’ausilio – che spesso è anche distrazione – di elementi visivi precostituiti. In questo caso lo spettatore è costretto a creare le proprie immagini, a cercare il proprio spettacolo in un continuo dialogo emotivo con ciò che sente accadere intorno a sé.

“Grazie” nel “Teatro al Buio” – una fra le iniziative più interessanti ospitate dall’Istituto dei Ciechi di Milano – è un’esperienza unica ed emozionante, un viaggio nell’arte e dentro di sé.

———

Dialogo nel Buio

Via Vivaio 7, Milano

Info e prenotazioni: tel 02 77226210

Venerdì 10 luglio

Posto unico: 20 euro

INIZIO ORE 21.00

Sito ufficiale: http://www.dialogonelbuio.org/

NOTA: è necessario presentarsi 30 minuti prima che inizi lo spettacolo. A spettacolo iniziato non

LEAVE A REPLY