Io non parlo sono parlato/Zona K

0
233
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoIo Non Parlo Sono Parlato, elabora per il 2015/2016 un percorso teatrale che mette insieme artisti diversi, lanciando un contest di lavoro, il tema dell’IMPOSSIBILE.

L’idea è infatti unire competenze per lavorare a tutti i livelli con attori, artisti, operatori culturali, creando ponti di collegamento e idee comuni su nuove progettualità.

———-

Gli artisti

Igor Loddo (teatro); Franco Reffo – COMPAGNIA NUT (teatro-danza); Nina’s Drag Queen (espressione); Beatrice Cammarata (Make up); Silvano Petrosino – UNIV. CATTOLICA (contenuti); Ian Magilton – ROY HART THEATRE (voce) – ALTRI ARTISTI IN VIA DI DEFINIZIONE

———-

Il tema

Partendo dal pensiero di Derrida, una riflessione sull’impossibile. In un mondo determinato dai processi e dalle procedure il tentativo di comprendere attraverso il teatro la sorpresa della liberazione del possibile, che cessa di essere calcolo e determinazione e diventa imprevedibile.

Quando un problema sfida il senso comune, l’intuizione creativa rovescia le prospettive e l’impossibile può diventare possibile, non solo probabile.

E nell’arte?

Esistono oggetti impossibili, che noi concepiamo nella loro concretezza ma non potrebbero esistere nel mondo. È il caso di quegli oggetti che non possono essere costruiti nella realtà tridimensionale perché in contrasto con le leggi della geometria e della fisica, che possono essere disegnati bidimensionalmente.

Cosa succede se studiamo l’impossibile nel teatro?

Abbiamo numerosi esempi di teatro impossibile, basti pensare al pensiero centrale di Beckett, che ritiene impossibile la condizione umana. Con lui, Jean Tardieu, Eugene Ionesco, Arhur Adamov, Georges Schehadé. E una seconda generazione che ha avuto come protagonisti Harold Pinter, Boris Vian. Ma non c’è solo questo. L’impossibile è anche tutto ciò che non crediamo possibile di raggiungere con il nostro corpo, la nostra voce, il nostro esistere sulla scena nello spazio – tempo.

E’ capire le sue dinamiche, focalizzare il momento in cui l’impossibile diventa tale o trasforma se stesso, analizzare cosa può fare un attore per trasmettere l’impossibile al pubblico o trasportarlo in un mondo impossibile che considera reale.

Sfidare l’impossibile, vederne i limiti, capirne le dinamiche, diventa allora un gioco creativo che grazie alle esperienze filosofiche e all’immaginazione dei grandi pensatori permette di affrontare un percorso di conoscenza che passa per le vie della mente, del corpo, delle emozioni attraverso tutti gli strumenti che il teatro e le arti possono fornire.

———-

Il laboratorio

Il percorso del Training Hall 2015/2016, per raggiungere questi obiettivi, si avvale della collaborazione di vari artisti che insieme cercheranno di studiare l’impossibile, per raccontarlo in uno spettacolo finale aperto al pubblico. Un unico percorso e molte lezioni seminariali, per studiare l’impossibile con visioni e idee che si contaminano tra loro.

———-

I partecipanti

Allievi di teatro di lungo corso, che vogliano sperimentare un percorso diverso, che si snoda intorno a un tema e lo affronta da diverse prospettive. Ma anche assoluti principianti, che vogliano avvicinarsi al teatro sperimentando da subito con grandi nomi nazionali e internazionali con un metodo alla portata di tutti. E poi attori professionisti, interessati al lavoro e alla commistione di arti, alla ricerca di nuove forme di sperimentazione, che possano essere coinvolti in nuove progettualità e produzioni, come il recente #DeCamera, Boccaccio al tempo dei social spettacolo al momento in distribuzione che ha già vinto numerose segnalazioni (spettacolo vincitore del Nops Festival di Roma, Premio Miglior Attrice al Nops Festival di Roma a Chiara Cosentino, Selezione Roma Fringe Festival, Selezione Premio Incroci Teatrali Santa Margherita Ligure).

———-

Dove/quando

Zona K, Via Spalato 11, Milano, tutti i mercoledì sera dalle 20.00 alle 23.30, dal 7 ottobre 2015 al 29 giugno 2016.

———-

Info

www.iononparlosonoparlato.com

iononparlo@gmail.com

Via Giovanni da Procida, 7

20149 Milano

Cod.Fisc. 97669350155

Mob. / Whatsapp +39 333 522 35 69

Mob. / Whatsapp +39 349 170 85 68

Skype francesca.audisio

Skype igor.loddo

twitter.com/iononparlo

www.pinterest.com/iononparlo

LEAVE A REPLY