Essere Leonardo da Vinci, intervista impossibile

0
283
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoDopo ventidue repliche e oltre mille quattrocento spettatori, continua fino a fine ottobre lo spettacolo Essere Leonardo da Vinci, intervista impossibile scritto e interpretato da Massimiliano Finazzer Flory, per scoprire i segreti, le passioni e i consigli del grande genio italiano. Un’opera teatrale unica nel suo genere, sintesi di arte e scienza che si appresta a diventare un cult anche all’estero.

Una delle repliche più attese è quella che si terrà al Museo venerdì 25 settembre alle ore 22 durante MeetmeTonight 2015, edizione milanese della Notte europea dei Ricercatori, manifestazione gratuita giunta alla quarta edizione.

L’androide Leonardo da Vinci, ospitato dal Museo e progettato dal team di Minoru Asada, Direttore Robotica di neuroscienze cognitive dell’Università di Osaka. Il robot si avvale di tecnologie di mimica facciale di ultima generazione e il suo volto, il suo corpo e i suoi costumi riproducono quelli di Massimiliano Finazzer Flory attore interprete di Leonardo da Vinci, che tanto successo ha riscosso durante lo spettacolo a Osaka. La scienza si è ri-unita all’arte. L’androide ha seguito l’attore, la tecnica il teatro.

Eccezionalmente per la serata del 25 settembre, i due Leonardo saranno per la prima volta insieme.

Durante lo spettacolo, per scoprire i segreti, le passioni e i consigli del grande genio italiano, Massimiliano Finazzer Flory diventa “fisicamente” Leonardo indossando costumi d’epoca e con un trucco che è una vera e propria ricostruzione del volto del genio di Vinci; recita in lingua rinascimentale su testi originali di Leonardo fra cui il celebre Trattato di pittura.

Nell’intervista impossibile, Leonardo risponde a 67 domande sulla sua infanzia, sulle sue attività in campo civile e militare, su come si fa a diventare “bono pittore”, sul rapporto tra pittura e scienza, pittura e scultura, pittura e musica. Ci parla dell’anatomia e della psicologia.

Commenta il Cenacolo e mima come in una danza le figure degli Apostoli, accenna al suo rapporto con la religione, affronta il tema dell’acqua, allude alla moda di allora, risponde agli attacchi dei nemici, spiega i moti dell’animo, offre profezie sul volo dell’uomo e, infine, dispensa sentenze e aforismi per vivere il nostro tempo.

Le prossime date:

Essere Leonardo da Vinci intervista impossibile sarà in scena al Museo anche nelle serate del 3 ottobre, 10 ottobre, 24 ottobre, 31 ottobre ore 18 presso la Sala Falck del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia; l’ingresso é libero fino ad esaurimento posti con prenotazione obbligatoria al n. 349 0908883 oppure www.finazzerflory.com

Per arricchire “l’esperienza Leonardo”, alle ore 17.30 oppure subito dopo lo spettacolo è possibile anche visitare la Galleria Leonardo del Museo.

————–

Ingresso libero con prenotazione fino a esaurimento posti

Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci”

Sala Falck Via San Vittore, 21 – Milano

LEAVE A REPLY