Don Quijote

0
193
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoLa Compagnia Petrillo Danza sarà in scena il 24 e 25 Ottobre 2015 presso l’International Choreographic Centre Sicily di Catania per il Festival Scenario Danza 15/16, con “Don Quijote”, nuova produzione di Compagnia Petrillo Danza/Cie Twain physical dance theatre.

Nella letteratura spagnola l’hidalgo di Cervantes combatte contro mulini a vento e burattini, cercando di affrontare i problemi dell’esistenza riversando la propria follia sul quotidiano. Don Quijote però, nella pièce di Petrillo, non è solo in cerca di avventura: danza per denunciare il declino, la delusione e l’inganno della nostra società. Come l’uomo che cerca di cambiare il corso del proprio destino viene considerato un folle da allontanare, così Don Quijote, trasfigurandosi nell’uomo contemporaneo, lotta per cambiare la realtà, che forse è ancora possibile rovesciare.

Uno spettacolo che “permette di riflettere sulla presenza, oltre il tempo, di una lotta che non viene combattuta spesso solo con le utopie. Lo scontro di cui si parla è un conflitto personale tra il saper riconoscere le ingiustizie di una società e la ricerca di un alleato per provare ad arginare i cattivi comportamenti. Nella consapevolezza di essere spesso solo nella lotta alle ingiustizie, la denuncia e lo spunto alla riflessione permettono di manifestare un certo tacito coraggio e allora chiunque potrà avvicinarsi al microfono e urlare «io sono Don Quijote!»”(Corriere Spettacolo).

Con le sperimentazioni sonore di Loris Petrillo e la consulenza drammaturgica di Massimiliano Burini, la pièce vede in scena gli interpreti Nicola Simone Cisternino, Yoris Petrillo e Giacomo Severini.

Con il sostegno del MiBACT – Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, realizzato con il contributo OfficinaTwain_Centro Promozione Culturale_Regione Lazio, in collaborazione con TSI La Fabbrica dell’Attore/Teatro Vascello_Roma, “Don Quijote” è stato presentato in Prima Assoluta al Teatro Cantiere Florida/Versiliadanza.

LEAVE A REPLY