The Train

0
189
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoPortato in scena da imitating the dog e Marche Teatro in collaborazione con Lancaster Arts at Lancaster University, The Castle-Wellingborough e The Old Market-Brighton e con il contributo di Arts Council England, The Train è una co-produzione internazionale che vede al lavoro i due staff di Marche Teatro e della compagnia inglese considerata tra le più innovative del panorama teatrale europeo.

Lo spettacolo, presentato in esclusiva nazionale per più repliche al giorno, farà parte del cartellone Scena Contemporanea 2015/16 di Marche Teatro.

The Train non è solo uno spettacolo, è un viaggio.

Dodici spettatori alla volta si siedono come dentro un vagone pronti ad iniziare un’esperienza di teatro totale: nelle cuffie risuona una voce lontana mentre tutto è buio, ad un tratto il vagone inizia a muoversi e tutto inizia.

In una sorta di viaggio onirico gli spettatori sono dei voyeurs che affacciati come al finestrino osservano e partecipano al viaggio della protagonista dentro se stessa.

Immersi in un’atmosfera noir si assiste al viaggio di una donna dentro la propria mente, alla scoperta del segreto che si cela tra i suoi ricordi.

L’inquietudine di una ricerca inesorabile, l’incertezza dei vaghi ricordi e lo spaesamento di fronte una realtà ambigua sono i sentimenti che abitano The Train, e che abitano l’esistenza stessa di cui il treno è figura.

Lo straniamento mentale, temporale e fisico in cui si versa nei trenta minuti in cui si entra in The Train rende questo spettacolo totalizzante e nuovo, una sorta di viaggio multimediale immersivo.

La profondità di quest’operazione così ben strutturata si ritrova nei riferimenti filosofici e letterari liberamente ispirati a Luis Borges e a Joseph Conrad si fondono con le nuove tecniche multimediali della graphic novel fino a toccare i psicoanalitici panorami di Lars Von Trier e David Linch.

Nel treno di The Train, come nella nostra mente o nelle nostre vite, ci si può perdere o ci si può ritrovare, ma quello che è certo è che si è in viaggio.

———

The Train

drammaturgia e regia Andrew Quick e Pete Brooks

interpreti Laura Graziosi e Dario Iubatti
e con Natascia Zanni

proiezioni e video design Simon Wainwright
scenografia e costumi Laura Hopkins
disegno luci Andrew Crofts
musiche Jeremy Peyton-Jones
suond design Rory Howson

co-produzione imitating the dog e Marche Tatro
in collaborazione con Lancaster Arts at Lancaster University, The Castle di Wellingborough e The Old Market di Brighton
e con il contributo di Arts Council England

È obbligatoria la prenotazione. Gli orari dello spettacolo:  18 ottobre ore 20, 21 e 22.30, 20 ottobre ore 21 e 22.15, 21 ottobre ore 19, 22 ottobre ore 19, 20.15 e 21, 23 ottobre ore 19, 24 ottobre ore 19.30, 21 e 22, 25 ottobre ore 20 e 21.

Le prenotazioni si aprono venerdì 18 settembre. I prezzi sono (posto unico non numerato): intero € 12 / ridotto età: under 30 over 65, MarcheTeatrocard, OperaCard € 10. Biglietteria Teatro delle Muse 071 52525 biglietteria@teatrodellemuse.org. Per i gruppi 071 20784222 info@marcheteatro.it.

LEAVE A REPLY