Mamma mia!

0
218
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoLa trama ruota attorno alle vicende di Sophie e di sua madre, Donna: Sophie, in procinto di sposarsi, vorrebbe l’assenso del padre, che non ha mai conosciuto; decisa a scoprire l’identità del genitore, si troverà a dover decidere chi, fra tre possibili candidati, è l’uomo che sta cercando. Il musical «Mamma mia!» è messo in scena (per la prima volta) venerdì 4 dicembre da 20 ragazzi dell’Alto Garda trentino, tra i 15 e i 22 anni d’età, guidati da due giovani artisti locali, Mariapia Molinari, cantante, e Francesco Moncher, musicista, che ne sono anche registi, nell’àmbito di Time Out, il cartellone di proposte dedicate agli adolescenti (dai 12 ai 16 anni d’età) e ai loro genitori. Il tutto con la conduzione di un coach, che guiderà nell’approfondimento dei temi legati all’esperienza messa in scena dai ragazzi: la voglia di migliorarsi, di aumentare le proprie capacità e di stimolare la creatività. Nella sala Mille del Centro Congressi a Riva del Garda con inizio alle ore 20.30 e ingresso libero.

«Mamma mia!» è un musical in due atti scritto dalla drammaturga inglese Catherine Johnson e basato sulle canzoni della band pop svedese Abba. Il titolo riprende quello di una famosa canzone degli Abba, del 1975. La colonna sonora del musical include i loro più grandi successi, tra cui «Super trouper», «Dancing queen», «Thank you for the music», The winner takes it all», «Lay all your love on me» e «Sos». «Mamma mia!» ha debuttato a Londra il 6 aprile 1999 al teatro Prince Edward, in cui è stato rappresentato ininterrottamente fino al 2004, quando è stato trasferito al Prince of Wales Theatre. Da settembre 2012 lo spettacolo si è spostato al Novello Theatre. Secondo il sito web ufficiale del musical, ha avuto più di 30 milioni di spettatori. Nel 2008 è stata tratta una versione cinematografica dal titolo omonimo, per la regia di Phyllida Lloyd, con Meryl Streep, Pierce Brosnan, Colin Firth, Stellan Skarsgård, Julie Walters.

La proposta di Time Out è una serata di intrattenimento e formazione in cui protagonisti sono i ragazzi, che con la supervisione e la guida del coach Pietro Lombardo, direttore del centro studi Evolution di Verona, pedagogista, scrittore e formatore, sono guidati nell’approfondimento dei temi proposti dal musical e messi in scena da altri ragazzi. Si tratta di temi strettamente legati all’adolescenza e alla crescita: la voglia di apprendere dall’esperienza e di migliorare, la disponibilità e la determinazione ad impegnarsi per accrescere i propri talenti e affinare le proprie capacità, il valore e le potenzialità della creatività.

———

Time Out

È un progetto curato dall’azienda pubblica di servizi alla persona Casa Mia in collaborazione con i Comuni di Riva del Garda, Dro e Nago-Torbole, che si raccorda con un lavoro di rete comunitario, «Family Time», promosso dalla Comunità Alto Garda e Ledro.

La proposta fa parte del calendario degli eventi pre-festival del Festival della Famiglia, organizzato dal Distretto Famiglia Alto Garda in attuazione del progetto pluriennale «Verso il festival, voglia di famiglia».

LEAVE A REPLY