La parte migliore di me

0
248
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoproduzione Associazione Culturale Orto degli Ananassi

di Francesca Detti e Andrea Gambuzza

con Ilaria Di Luca e Andrea Gambuzza

scene e luci Lucio Diana

costumi Blender soluzioni creative

tecnica Alberto”Abi”Battocchi

ambienti sonori Giorgio De Santis

assistente Riccardo Marinari

con il contributo di Fondazione Sipario Toscana Onlus, Armunia Festival Costa degli Etruschi

———–

Nell’ambito della mini rassegna che il Teatro di Rifredi dedica quest’anno alle giovani compagnie toscane, da mercoledì 27 a sabato 30 gennaio, sarà in scena la labronica Orto degli Ananassi, formata da Ilaria Di Luca e Andrea Gambuzza – anche autore dello spettacolo con Francesca Detti – con La parte migliore di me, spettacolo che mette a fuoco un tema di scottante attualità: la condizione dei padri separati. Uomini che dopo una più o meno burrascosa esperienza di separazione, sono costretti nella maggior parte dei casi ad abbandonare il tetto coniugale, trovandosi a dover affrontare repentini cambi di equilibri di natura affettiva, sociale ed economica.

Un complicato e intricato affresco dalla trama tragicomica, un rocambolesco e commovente confronto tra due figure emblematiche: da un lato uno sperduto padre separato che si trova a dover fronteggiare una situazione davvero complessa, tra i sogni del figlio e i risvolti di una devastante situazione reale e dall’altro un’irreprensibile e integerrima assistente sociale al suo primo incarico dopo un periodo di pausa forzata, chiamata a valutare i fatti e a ricomporre i pezzi di un intricato puzzle di emozioni ed avvenimenti.

Lei ha qualcosa che non riesce a perdonarsi, lui ha qualcosa da nascondere. Un emozionante duello tra telefonate inaspettate, angoscianti sospetti e divertenti sorprese.

Un intreccio di reti metalliche ed elementi essenziali, a rappresentare l’interno di una casa semi arredata, sottolinea il carattere precario e claustrofobico della condizione dei due protagonisti, mentre una puntuale tessitura sonora agevola il viaggio dello spettatore attraverso le differenti atmosfere, accompagnando i dialoghi serrati, spesso comici, a volte struggenti e introspettivi di questo incontro-scontro mozzafiato.

———-

Orario spettacoli:

da mercoledì 27 a sabato 30 gennaio ore 21:00

———-

Per informazioni:

055/4220361 – www.toscanateatro.it

Punto Box Office dal lunedì al sabato dalle ore 16:00 alle ore 19:00

biglietteria@toscanateatro.it

———-

Ingresso:

intero € 16,00 – ridotto € 14,00

Spettacolo a posti limitati

———-

Teatro di Rifredi

Via Vittorio Emanuele II, 303 – 50134 Firenze

LEAVE A REPLY