I Giardini della Filarmonica: omaggio all’India

0
244
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoFesta di inaugurazione martedì 28 giugno per I Giardini della Filarmonica. Omaggio all’India con una sessione aperta di yoga, mostra fotografica, installazione site specific e concerto di musica classica con il Ganges Riverbanks Trio.

E in Sala Casella l’incontro-concerto sul Farinelli, il più celebre cantante evirato del Settecento, con la partecipazione di Luigi Verdi, Sandro Cappelletto, Matteo D’Amico e Concerto Romano diretto da Alessandro Quarta.

Si inaugurano martedì 28 giugno I Giardini della Filarmonica, festival estivo dell’Accademia Filarmonica Romana. La festa di apertura si apre con un omaggio all’India: arte, musica, fotografia, le pratiche ascetiche e meditative di millenaria tradizione di questo paese asiatico, fanno per la prima volta ingresso nel Festival della Filarmonica. Il primo appuntamento indiano sarà nei Giardini, con una sessione aperta di yoga, dalle ore 18 alle 20. Il corpo e la danza: Kelo Naïyar è il titolo della mostra che si inaugura in Sala Affreschi (ore 19) e che raccoglie una selezione di scatti di Alain Daniélou e Raymond Burnier realizzati nel 1941 al celebre danzatore dello stile Kathakali, esponente del Kerala Kalamandalam di Cheruthuruthi, scuola che nei decenni è divenuta un’università di riferimento nel panorama della danza indiana. Atul Bhalla, artista concettuale tra i più apprezzati oggi in India e a livello internazionale, presenta nei Giardini (ore 21) Looking for Lost Water, opera site specific in linea con la ricerca personale dell’artista impegnato nell’esplorazione del significato più profondo dell’acqua all’interno dell’ambiente urbano e rurale.

A seguire il concerto in Sala Casella (ore 21.45) del Ganges Riverbanks Trio: protagonisti tre fra i più celebri interpreti della tradizione musicale indiana che presentano brani composti dal guru Pt. Ravi Shankar e da Pt. Vishwa Mohan Bhatt, quest’ultimo anche vincitore di un Grammy Award, impegnato in quest’occasione anche come esecutore. Si inizierà con l’esplorazione e la graduale “costruzione” del Raga attraverso movimenti di apertura chiamati Alap, Jor e Jhala, per proseguire con composizioni di velocità crescente, chiamate Gats.

Gli appuntamenti sono realizzati in collaborazione con Ambasciata Indiana, Find-Fondazione India-Europa di Nuovi Dialoghi, SummerMela 2016, International Day of Yoga, Kama Productions

In contemporanea un incontro-concerto in Sala Casella (ore 19.30) che prende spunto dalla recente pubblicazione Il Farinelli ritrovato a cura di Luigi Verdi (Lim, Lucca, 2015), dedicato alla figura di Carlo Broschi, detto “Il Farinelli”, il più celebre cantante evirato del Settecento. Il volume, che raccoglie gli atti di un convegno internazionale svoltosi a Bologna nel 2012, sarà presentato alla presenza dell’autore, di Sandro Cappelletto e Matteo D’Amico. A seguire Concerto Romano, diretto da Alessandro Quarta, ensemble dedito alla musica antica e barocca presenterà un breve programma su musica di Porpora, Predieri e dello stesso Farinelli, con le voci di Francesca Aspromonte soprano e Mauro Borgioni baritono.

———–

Biglietti: singolo concerto 10 euro, due concerti a serata 15 euro.

La sessione di yoga, la mostra fotografia e l’installazione sono a ingresso libero

———–

Info e prevendite su www.filarmonicaromana.org,

email promozione@filarmonicaromana.org, tel 06 3201752

———–

martedì 28 giugno

FESTA DI INAUGURAZIONE

Sala Casella ore 19.30

FARINELLI: ALLA RICERCA

DELLA VOCE PERDUTA

incontro-concerto con Luigi Verdi, Sandro Cappelletto e Matteo D’Amico

in occasione della pubblicazione del libro

Il Farinelli ritrovato (Lucca, LIM, 2015)

Francesca Aspromonte soprano

Mauro Borgioni baritono

Concerto Romano

Alessandro Quarta direttore

Nicola Porpora (1686-1768)

Duetto Per cader de’ Numi all’are

(dalla cantata Achille e Calcante)

Giovanni Battista Predieri (1678-1760)

Estratto dal Concerto per cembalo obbligato in do maggiore

Carlo Broschi Farinelli (1705-1782)

Aria M’offendi e pur conviene

Giardini dalle ore 18 alle 20

———–

SESSIONE APERTA DI YOGA

ingresso libero

Sala Affreschi ore 19

———–

IL CORPO E LA DANZA: KELO NAÏYAR

inaugurazione della mostra fotografica di Alain Daniélou e Raymond Burnier

ingresso libero, visitabile fino al 5 luglio negli orari dei concerti serali

Giardini ore 21

inaugurazione dell’opera site specific

Looking for Lost Water di Atul Bhalla

ingresso libero, visitabile fino al 15 luglio

Sala Casella ore 21.45

———–

GANGES RIVERBANKS TRIO

musica classica indiana

Pt. Vishwa Mohan Bhatt mohan veena

Amita Dalal sitar, Nihar Mehta tabla

una produzione Kama Productions

in collaborazione con FIND – Fondazione India-Europa di Nuovi Dialoghi, Summer Mela, Festival di Arte e Cultura Indiana, Ambasciata Indiana, International Day of Yoga

LEAVE A REPLY