Teatro Olimpico (Roma): ecco la nuova stagione 2016/2017

0
1064
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoEnergica e ottimista la Stagione 2016/2017 del Teatro Olimpico all’insegna della completa ripresa a pieno regime delle attività per questo storico teatro, uno dei più grandi e amati della Capitale. Quindici spettacoli tra cui scegliere liberamente il proprio abbonamento e molte altre proposte per nove mesi in compagnia di tutti i generi dello spettacolo dal vivo.

Lucia Bocca Montefoschi, Direttore Artistico e Amministratore Delegato, racconta in prima persona questo momento: “Dopo i noti avvenimenti di gennaio siamo riusciti a venire fuori da una situazione di emergenza in tempi brevissimi. Oggi siamo felici di presentare una nuova stagione con la consapevolezza di aver fatto del nostro meglio per onorare gli impegni presi con i nostri abbonati. Abbiamo avuto un fortissimo riscontro di gradimento in occasione della nostra Festa di Riapertura del 26 aprile 2016 e vogliamo ancora ringraziare di cuore il quartiere, la stampa, gli artisti e tutto il nostro pubblico per la solidarietà e l’affetto ricevuto.

Riapriamo con un cartellone festosissimo, come nel nostro stile, caratterizzato da generi diversi, ma sempre tenendo fede alla nostra vocazione di eccellenza. Per rispetto del pubblico abbiamo deciso di non aumentare i prezzi dell’abbonamento, malgrado la nostra situazione economica sia stata gravemente colpita dal danno che abbiamo subito. Speriamo in una forte risposta degli spettatori perché mai come quest’anno abbiamo bisogno di loro. Il nostro Teatro vive della loro partecipazione e del loro entusiasmo.”

Molti i temi trasversali che compongono la programmazione 2016/2017, pensati per offrire varietà e qualità al pubblico romano.

Dalla collaborazione del Teatro Olimpico con l’Accademia Filarmonica Romana nascono due progetti di riletture contemporanee di grandi classici. Reduce dal tour internazionale, Emiliano Pellisari è di nuovo in scena con il debutto assoluto di ARIA – Arie Barocche nell’aria (dal 6 ottobre) ispirato all’incanto dell’arte barocca. La poesia della musica, la fantasia della danza, la bellezza del canto, l’eleganza dei costumi, la grazia delle scenografie: uno straordinario “teatro delle meraviglie”, realizzato attraverso le potenti tecniche espressive della sua NoGravity Dance Company e la musica dal vivo della Roma Barocca Ensemble.

Dopo il grande successo della passata stagione, torna la Carmen secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio (dal 3 novembre): l’opera di Bizet simbolo dell’amore travolgente e passionale è presentata nella riscrittura romantica e sognatrice che è propria di questa Orchestra. Fra compagnie di gitani che arrivano in città e allegri soldati che fingono di mantenere l’ordine, un Don José dai ritmi brasiliani se la vedrà con un Escamillo dalle melodie arabe, per amore di una stravagante e affascinante Carmen innamorata della libertà.

Il periodo delle feste natalizie e Capodanno è affidato all’inimitabile mattatore romano Maurizio Battista, imbattibile beniamino del pubblico che lo scorso anno lo ha seguito con oltre 30.000 presenze solo al Teatro Olimpico. Divertimento assicurato con Che sarà (dal 13 dicembre), il suo nuovo attesissimo show ricco di domande taglienti, battute esilaranti, riflessioni irriverenti, un botta e risposta spassoso e ininterrotto di trovate e curiosità che spiazzeranno gli spettatori come solo Battista sa fare. Il titolo, evidente rimando alla canzone dei Ricchi e Poveri, racchiude in sé tutta l’essenza della vita e dello spettacolo che analizza scorci di vita quotidiana con disinvoltura e armonia, arrivando a toccare note profonde senza abbandonare l’abilità comica di Battista, accompagnato dai virtuosismi canori dei quattro elementi dei Baraonda.

Straordinarie produzioni per due musical potenti e travolgenti, come vuole questo genere che appassiona le platee di tutto il mondo, in scena per la regia di Claudio Insegno. Dopo Parigi, il pluripremiato musical campione di incassi a Broadway e nel West End Jersey Boys (dal 22 novembre) arriva finalmente per la prima volta a Roma. Un magnifico viaggio tra i leggendari successi della musica dagli anni ’50 agli anni ’70, un avvincente racconto dell’incredibile storia dei Four Season autori di successi storici come Can’t Take My Eyes Off You, per far cantare e ballare il pubblico con un’eccezionale orchestra dal vivo.

All’inizio del nuovo anno, in occasione del 40° anniversario dell’uscita del celebre film, sarà invece la volta della nuova produzione italiana de La Febbre del Sabato Sera (dal 7 febbraio) per rivivere, suonati rigorosamente dal vivo, i successi disco tra cui spiccano le canzoni originali dei Bee Gees come Stayin’ Alive, How Deep Is Your Love, Night Fever, You Should Be Dancing e tante altre come Symphonie No 5, More than a woman e la celeberrima Disco Inferno.

Ampio spazio anche alla commedia e agli spettacoli teatrali in cui emerge al meglio la qualità degli autori e della regia, in un perfetto gioco di creatività e incastri tra scrittura e tempi di scena.

OBLIVION: The Human Jukebox (dal 6 dicembre) è un articolato mangianastri umano che mastica tutta la musica e la digerisce in diretta in modi mai sentiti prima. Alla geniale irriverenza dei cinque artisti in scena si aggiunge quella del pubblico che contribuirà a creare la scaletta di ogni replica pescando titoli a richiesta dal vastissimo repertorio italiano e internazionale del gruppo. Mash-up, parodie, duetti impossibili e canzoni strampalate: nessuna serata sarà uguale alla precedente.

Pino Quartullo & Alberto Farina sono i protagonisti de La strategia del paguro (dal 18 gennaio), implacabile e frizzante commedia piena di equivoci e situazioni paradossali, scritta da Clement Michel e adattata e diretta da Quartullo. Le dinamiche della coppia di oggi (identiche a quelle di sempre) sono messe a nudo dipingendo pregi e difetti dei sentimenti umani con dialoghi divertenti e serrati, situazioni tragicomiche e talvolta grottesche, nella piena tradizione francese.

In primavera sarà la volta della nuovissima produzione della coppia d’oro dell’ironia Max Paiella e Marco Presta (dal 31 marzo). Dal Ruggito del Coniglio alle assi del palcoscenico, dopo il successo di Anche Se Sei Stonato Marco Presta è ancora una volta l’acuto autore del nuovo spettacolo nato dall’inevitabile incontro-scontro tra gli opposti. Affianco alla brillante comicità dei due protagonisti, con Max Paiella non potrà certo mancare la musica dal vivo.

La comicità nei suoi tanti stili personali e unici è presente con molti grandi nomi del one-man show. Dopo anni di successi televisivi, Teo Mammucari sbarca finalmente a teatro con Ricomincio da Te…o (dal 26 ottobre), uno show da non perdere ironico e divertente raccontato attraverso le esperienze e le avventure di una delle Iene più amate. Un viaggio arguto e sfrontato che con l’irriverenza di Libero va dall’amore all’infanzia, dalla famiglia alla speranza di riuscire nel lungo viaggio chiamato Vita.

Così Rossi che più Rossi non si può (dal 15 novembre) non può che essere il titolo del debutto all’Olimpico per Riccardo Rossi che, con il suo sguardo dissacrante, impagina vent’anni di carriera attraverso innumerevoli ritratti di persone e situazioni surreali. Rossi esagera ma non troppo, Rossi giudica ma non troppo, Rossi dipinge un quadro della quotidianità grottesco… ma non troppo.

Protagonista dell’unico one-woman show, Francesca Reggiani in Questioni di Prestigio (dal 28 febbraio) non risparmia e non fa sconti a nessuno attraverso i suoi sferzanti e impertinenti monologhi. In un’Italia che perde sempre più prestigio agli occhi del mondo mentre per sopravvivere si è costretti a fare dei “giochi di prestigio”, Francesca interpreta le caricature delle tante figure che oggi, per farci credere che la situazione non sia poi così drammatica, invadono le nostre coscienze.

Max Giusti (dal 7 marzo) torna a teatro con uno spettacolo completamente rinnovato in cui si avvicenderanno una miriade di personaggi, da Maria De Filippi e i suoi successi televisivi all’evergreen Don Matteo alle prese con un’improbabile rapina, passando per Antonino Cannavacciuolo e le sue “cucine da incubo”. Catapultando gli spettatori nel ruolo di protagonisti, Max si ritroverà tra gli spettatori in un turbinio di ritmo, sorprese e risate.

La poliedricità artistica di Antonio Giuliani (dal 16 maggio), unita ad una comicità imprevedibile e incalzante, darà vita a uno show esilarante e mai volgare. Al centro delle riflessioni del comico romano, gli aspetti più divertenti e inaspettati della vita quotidiana, le usanze e le credenze del nostro Bel Paese, i vizi e le virtù che ci contraddistinguono.

Anche per questa stagione è rinnovato l’appuntamento con il Festival Internazionale della Danza di Roma dell’Accademia Filarmonica Romana e del Teatro Olimpico, giunto alla sua settima edizione. Ad aprire il Festival sarà quest’anno il nuovo spettacolo della leggenda del tango Miguel Angel Zotto: Tango, Raíces Argentinas (dal 14 marzo), presentato per la prima volta in Italia, è un viaggio appassionante e coinvolgente nella storia e nelle radici della danza più sensuale ed elegante che ci sia. Altro appuntamento irrinunciabile della manifestazione è Aterballetto (3 e 4 maggio), prestigiosa compagnia italiana rinomata a livello internazionale, che per questa edizione presenta le due coreografie Words and Space di Jiří Pokorny e BLISS di Johan Inger. Gli altri artisti presenti nel calendario completo del Festival sono in via di definizione.

Non mancano, ad arricchire la programmazione, eventi speciali fuori abbonamento.

Come sempre a fine gennaio c’è l’atteso gran galà dell’illusione Supermagic 2017 Prodigi (dal 26 gennaio), quattordicesima edizione dell’unica rassegna che vede esibirsi insieme i più grandi prestigiatori internazionali, dai campioni del mondo ai giovani virtuosi talenti, attesi dalpubblico di ogni età per due ore di evasione all’insegna del mondo magico.

Un altro gradito ritorno è l’iniziativa portata avanti dall’associazione nazionale BULLI STOP in occasione della III Giornata Mondiale Giovani Uniti Contro Il Bullismo (27 maggio) con finalità di promozione e diffusione della cultura e del rispetto, della legalità e dell’integrazione tra i ragazzi.

La sala dell’Olimpico diventa anche location esclusiva per una serie di concerti straordinari. Animals Pinkfloyd in Obscured by Clouds (24 settembre) daranno vita allo show tributo più originale e particolare degli ultimi anni sui Pink Floyd eseguendo integralmente l’album omonimo e, a seguire, i più grandi successi della celebre band inglese.

Sarà invece Elena Bonelli la protagonista del Gran Galà della Canzone Romana (17 ottobre), accompagnata da sessanta Maestri d’orchestra sinfonica, in un omaggio alla canzone romana ricco di raffinatezza ed eleganza grazie agli splendidi arrangiamenti del Maestro Pippo Caruso.

Organizzato dalla Fondazione InSé Onlus, The great music story della Gerardo Di Lella Pop Òrchestra (20 ottobre) sarà un grande concerto dedicato alle leggende musicali di ogni tempo, da Gershwin alla Franklin, da Sinatra a Miller, da Battisti a White e la Gaynor. Il ricavato sarà devoluto ai progetti a sostegno di alcune comunità nella Repubblica Democratica del Congo.

Infine un imperdibile e gioioso evento targato Greg & The Frigidaires (7 novembre), band doo-wop italiana capitanata dall’eclettico talento di Claudio “Greg” Gregori. Un quartetto vocale e una solida ritmica ripercorrono uno dei generi più interessanti degli anni ’50/’60 dallo stile inconfondibile, con armonie vocali, ritmi swinganti e rockeggianti, attraverso un vasto repertorio di brani originali, cover e riadattamenti. Lillo & Greg torneranno anche a maggio per il loro The Best Of, uno spettacolo che ripercorre i loro momenti più esilaranti e allegri.

Confermata anche quest’anno la formula libera dell’Abbonamento a Scelta a cinque o sette spettacoli tra i quindici proposti, acquistabile anche online direttamente sul sito del Teatro Olimpico.

———–

Un ringraziamento speciale a Giancarlo Magalli: la sua generosità e la sua presenza ci hanno aiutato a superare le difficoltà del momento, a ripartire nel migliore dei modi e a ricreare intorno a noi un clima di grande amicizia

Si ringraziano Bar Olimpico – Re Sole Catering e Sonus Audio Services

———–

Abbonamento a Scelta

Pacchetto Cinque: 5 spettacoli a scelta tra quelli proposti

Pacchetto Sette: 7 spettacoli a scelta tra quelli proposti

Spettacoli in abbonamento secondo i turni di disponibilità:

Aria – Arie barocche nell’aria con la NoGravity Dance Company – Ricomincio da Te…o con Teo Mammucari – Carmen di Georges Bizet secondo L’Orchestra di Piazza VittorioCosì Rossi che più Rossi non si può con Riccardo Rossi – Jersey BoysOblivion: The Human JukeBoxChe sarà con Maurizio Battista – La strategia del paguro con Pino Quartullo e Alberto Farina – La Febbre del Sabato SeraQuestioni di prestigio con Francesca Reggiani – Max Giusti – Tango, Raìces Argentinas con Miguel Angel Zotto – Max Paiella e Marco Presta – Antonio Giuliani – The Best Of con Lillo & Greg

———–

Prezzi (inclusivi di prevendita)

Pacchetto Cinque

Poltronissima € 145

Poltrona e Prima Balconata € 125

Seconda balconata € 100

Pacchetto Sette

Poltronissima € 203

Poltrona e Prima Balconata € 175

Seconda Balconata € 140

———–

Come Acquistare

Online presso il sito www.teatroolimpico.it

Al telefono con carta di credito Visa, Mastercard e AmericanExpress

Al botteghino con carta di credito, bancomat e in contanti

Punti vendita elenco disponibile nella sezione dedicata del sito

———–

Botteghino

Piazza Gentile da Fabriano, 17 – Roma

Orario estivo: dal lunedì al venerdì 10:00 – 13:30 / 14:30 – 18:00. Sabato e domenica chiuso.

Orario invernale, dal 12 settembre: tutti i giorni orario continuato 10:00 – 19:00

———–

Info & Biglietti: 06.32.65.991 – biglietti@teatroolimpico.it

Il programma potrà subire variazioni.

Gli aggiornamenti saranno disponibili online www.teatroolimpico.it

LEAVE A REPLY