FOG 2016: il concerto di chiusura affidato alla Jugend Philharmonie Ludwigsburg

0
207
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoSabato 23 luglio, alle ore 21.15, la Loggia dei Lanzi, in Piazza Signoria, ospiterà il Concerto di Chiusura del 18° Festival Internazionale delle Orchestre Giovanili.

Protagonisti della serata i 60 elementi della formazione tedesca Jugend Philharmonie Ludwigsburg, diretti da Dietrich Scholler-Manno, alla guida dell’orchestra giovanile dal 2009.

L’orchestra tedesca proporrà un ricco repertorio sinfonico che dal vecchio continente arriverà al nuovo mondo.

Brano di apertura della serata fiorentina la Suite da Lo schiaccianoci op. 71, di Peter Ilic Tchaikovsky, uno dei più celebri balletti del compositore russo. La Suite si costituisce di tre movimenti: ouverture in miniatura, danze caratteristiche e valzer dei fiori e fu realizzata dal compositore nel 1892 quale anteprima dell’intero capolavoro ed eseguita nello stesso anno, ottenendo un esito trionfale.

Dalla Russia alla madre patria, la Jugend Philharmonie torna in Germania con l’esecuzione del Concerto per violino in Mi minore op. 64 di Felix Mendelssohn Bartholdy. Uno dei capisaldi della letteratura dello strumento, composto per il primo violino dell’Orchestra del Gewandhaus di Lipsia, Ferdinand David, nel 1844. Solista della serata sarà Stella Manno, figlia del direttore, che cercherà di rendere al meglio le celebri pagine della creazione mendelssohniana, giocando tra gli equilibri di virtuosismi e rigore espressivo romantico, bilanciati entrambi da una brillante e magistrale scrittura orchestrale.

Chiude il programma e questa edizione del Festival il capolavoro del russo Antonin Dvorak, la Sinfonia n. 9 in Mi minore op. 95 Dal nuovo mondo. La Jugend Philharmonie eseguirà l’ultima sinfonia del compositore, dedicata all’America a seguito della sua nomina a Direttore del New York National Conservatory of Music. La sinfonia, battezzata alla Carnegie Hall nel 1893 con la New York Philharmonic, fu portata sulla Luna da Neil Armstrong, durante la missione Apollo 11 nel 1969, ed è stata utilizzata, per molti anni, dalla RAI televisione italiana nella sigla dei Gran Premi di Formula 1.

In questo fine settimana potremo ascoltarla nella granducale Piazza della Signoria, da secoli fulcro della vita sociale e civile della nostra città, quale arrivederci al prossimo anno e alla prossima edizione del Festival.

Il Concerto è a ingresso libero.

Per informazioni www.festivalorchestregiovanili.com oppure www.florenceyouthfestival.com

LEAVE A REPLY