L’Estate Romana diventa Mandrionesca: in arrivo il Festival della Parola

0
333
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoUn intimo giardino, all’interno di una delle zone più evocative della capitale, diventa mercoledì 14 settembre location di un evento unico nel suo genere, e per di più a ingresso gratuito: “Mandrionesca”, format multiartistico a cura di Simone Carella e Valentina Valentini inserito all’interno del palinsesto di eventi promossi dall'”Estate Romana” di Roma Capitale nell’ambito di Roma Poesia – Festival della Parola.

Così l’Estate “romana” diventa “mandrionesca”, accanto agli archi che dalla via Tuscolana, a pochi passi dalla fermata della metropolitana Porta Furba (Metro A), aprono lo sguardo sulla piccola via del Mandrione. Partendo da Porta Maggiore alle 18.00 con un “walkabout” di Carlo Infante che accompagnerà gli spettatori verso il mandrionesco giardino: qui, in via del Mandrione, al civico 451, avranno luogo letture di poesie composte da alcuni fra gli autori più interessanti sulla scena poetica italiana, coppie diverse in “Coppie di versi”: Gilda Policastro e Manuel Micaletto Michele Zaffarano e Silvia Tripodi Jonida Prifti e Stefano Di Trapani. Seguiranno la videoarte di Walter Paradiso, una lettura di Iaia Forte da “Matrigna” di Valentino Zeichen, un concerto di Alvin Curran, un a solo di Roberto Latini e, last but not least, la vita e il teatro di Franco Scaldati che raggiungono la settima arte grazie a Franco Maresco, con la proiezione del bellissimo film documentario “Gli uomini di questa città io non li conosco” (ore 22.00).

 

 

LEAVE A REPLY