“Haydn 2032” e “Così parlò Zarathustra”

Dal 1° al 4 marzo all'Auditorium Parco della Musica, Roma

0
222
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Heike Kandalowski

Dopo il concerto inaugurale della Stagione di Musica da Camera dello scorso 26 ottobre, nuova tappa del monumentale progetto Haydn 2032 (mercoledì 1 marzo Sala Sinopoli – ore 20,30) che vede il ritorno a Roma della Kammerorchester Basel diretta da Giovanni Antonini.

Nato grazie all’impegno della Fondazione Haydn di Basileaorganizzazione no profit fondata con lo scopo di riconsiderare il lavoro di Haydn e dei suoi contemporanei Haydn 2032 (haydn2032.com) coinvolge varie capitali e istituzioni musicali europee e prevede l’esecuzione e l’incisione, entro il 2032, a trecento anni dalla nascita, dell’intero corpus delle Sinfonie del compositore austriaco. Protagonista deciso a onorare questo importante anniversario e motore di questa titanica impresa è Giovanni Antonini, flautista, affermato direttore d’orchestra, fondatore a metà degli anni ottanta del Giardino Armonico, uno degli ensemble di riferimento per l’esecuzione filologica della musica barocca. Un’iniziativa complessa, supportata dall’etichetta discografica Alpha – marchio di qualità per produzioni che pongono particolare cura alla prassi esecutiva del repertorio barocco – che verrà realizzata dalla Kammerorchester Basel, formazione orchestrale della Hochscule für Alte Musik di Basilea. Il secondo appuntamento romano comprende le Sinfonie n. 26 “La Lamentatione” n. 30 “Alleluja” e le n. 3 e 79; completa il programma l’Ouverture VB 147 di Joseph Martin Kraus.

Il concerto sarà trasmesso in diretta su RAI Radio TRE.

——-

Stagione da Camera 
Sala Sinopoli – mercoledì 1 marzo ore 20,30

Kammerorchester Basel

Giovanni Antonini direttore

Haydn Sinfonia n. 30 “Alleluja”

Kraus Ouverture VB 147

Haydn Sinfonia n. 3

Haydn Sinfonia n. 26 “La Lamentatione”

Haydn Sinfonia n. 79

in collaborazione con la Fondazione Haydn di Basilea

——-

Biglietti da 18 a 38 euro

Il concerto della Stagione Sinfonica dell’Accademia di Santa Cecilia (Auditorium Parco della Musica, Sala Santa Cecilia – giovedì 2 marzo ore 19.30 – venerdì 3 ore 20.30 – sabato 4 ore 18) è diretto da Andris Poga (per importanti problemi di salute Andrés Orozco-Estrada non potrà mantenere il suo impegno). Il programma impagina l’Idilio di Sigrifido di Wagner e il celebre poema sinfonico Così parlò Zarathustra di Richard Strauss, il cui incipit iniziale è legato nell’immaginario collettivo alle scene iniziali di 2001 Odissea nello spazio, il celebre film di Stanley Kubrick.

Se Strauss era reputato l’erede della corrente dell’avanguardia neotedesca – avviata con Liszt e Wagner – che insisteva sulla necessità di donare alle composizioni musicali un contenuto programmatico, letterario o narrativo che chiarisse il contenuto musicale Saint Saëns è stato uno degli ultimi pianisti-compositori che diedero lustro alla musica francese della fine dell’Ottocento. Interprete del Concerto per pianoforte e orchestra n. 2 sarà il pianista francese Bertrand Chamayou specialista del repertorio romantico, vincitore di tre prestigiosi Victoires de la musique e di un Gramophone Choice, al suo debutto ceciliano.

——-

Stagione Sinfonica

Auditorium-Parco della Musica – Sala Santa Cecilia

giovedì 2 marzo ore 19.30 – venerdì 3 ore 20.30 – sabato 4 ore 18

Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Andris Poga direttore

Bertrand Chamayou pianoforte

Wagner, Idillio di Sigfrido

Saint-Saens, Concerto per pianoforte n. 2

Strauss, Also sprach Zarathustra

Biglietti da 19 a 52 Euro

——-

I biglietti possono essere acquistati anche presso:

Botteghino Auditorium Parco della Musica

Viale Pietro De Coubertin Infoline: tel. 068082058

Prevendita telefonica con carta di credito:

Call Center TicketOne Tel. 892.101

LEAVE A REPLY