“Haydn 2032” e “Così parlò Zarathustra”

Dal 1° al 4 marzo all'Auditorium Parco della Musica, Roma

0
713
Foto di Heike Kandalowski

Dopo il concerto inaugurale della Stagione di Musica da Camera dello scorso 26 ottobre, nuova tappa del monumentale progetto Haydn 2032 (mercoledì 1 marzo Sala Sinopoli – ore 20,30) che vede il ritorno a Roma della Kammerorchester Basel diretta da Giovanni Antonini.

Nato grazie all’impegno della Fondazione Haydn di Basileaorganizzazione no profit fondata con lo scopo di riconsiderare il lavoro di Haydn e dei suoi contemporanei Haydn 2032 (haydn2032.com) coinvolge varie capitali e istituzioni musicali europee e prevede l’esecuzione e l’incisione, entro il 2032, a trecento anni dalla nascita, dell’intero corpus delle Sinfonie del compositore austriaco. Protagonista deciso a onorare questo importante anniversario e motore di questa titanica impresa è Giovanni Antonini, flautista, affermato direttore d’orchestra, fondatore a metà degli anni ottanta del Giardino Armonico, uno degli ensemble di riferimento per l’esecuzione filologica della musica barocca. Un’iniziativa complessa, supportata dall’etichetta discografica Alpha – marchio di qualità per produzioni che pongono particolare cura alla prassi esecutiva del repertorio barocco – che verrà realizzata dalla Kammerorchester Basel, formazione orchestrale della Hochscule für Alte Musik di Basilea. Il secondo appuntamento romano comprende le Sinfonie n. 26 “La Lamentatione” n. 30 “Alleluja” e le n. 3 e 79; completa il programma l’Ouverture VB 147 di Joseph Martin Kraus.

Il concerto sarà trasmesso in diretta su RAI Radio TRE.

——-

Stagione da Camera 
Sala Sinopoli – mercoledì 1 marzo ore 20,30

Kammerorchester Basel

Giovanni Antonini direttore

Haydn Sinfonia n. 30 “Alleluja”

Kraus Ouverture VB 147

Haydn Sinfonia n. 3

Haydn Sinfonia n. 26 “La Lamentatione”

Haydn Sinfonia n. 79

in collaborazione con la Fondazione Haydn di Basilea

——-

Biglietti da 18 a 38 euro

Il concerto della Stagione Sinfonica dell’Accademia di Santa Cecilia (Auditorium Parco della Musica, Sala Santa Cecilia – giovedì 2 marzo ore 19.30 – venerdì 3 ore 20.30 – sabato 4 ore 18) è diretto da Andris Poga (per importanti problemi di salute Andrés Orozco-Estrada non potrà mantenere il suo impegno). Il programma impagina l’Idilio di Sigrifido di Wagner e il celebre poema sinfonico Così parlò Zarathustra di Richard Strauss, il cui incipit iniziale è legato nell’immaginario collettivo alle scene iniziali di 2001 Odissea nello spazio, il celebre film di Stanley Kubrick.

Se Strauss era reputato l’erede della corrente dell’avanguardia neotedesca – avviata con Liszt e Wagner – che insisteva sulla necessità di donare alle composizioni musicali un contenuto programmatico, letterario o narrativo che chiarisse il contenuto musicale Saint Saëns è stato uno degli ultimi pianisti-compositori che diedero lustro alla musica francese della fine dell’Ottocento. Interprete del Concerto per pianoforte e orchestra n. 2 sarà il pianista francese Bertrand Chamayou specialista del repertorio romantico, vincitore di tre prestigiosi Victoires de la musique e di un Gramophone Choice, al suo debutto ceciliano.

——-

Stagione Sinfonica

Auditorium-Parco della Musica – Sala Santa Cecilia

giovedì 2 marzo ore 19.30 – venerdì 3 ore 20.30 – sabato 4 ore 18

Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Andris Poga direttore

Bertrand Chamayou pianoforte

Wagner, Idillio di Sigfrido

Saint-Saens, Concerto per pianoforte n. 2

Strauss, Also sprach Zarathustra

Biglietti da 19 a 52 Euro

——-

I biglietti possono essere acquistati anche presso:

Botteghino Auditorium Parco della Musica

Viale Pietro De Coubertin Infoline: tel. 068082058

Prevendita telefonica con carta di credito:

Call Center TicketOne Tel. 892.101

LEAVE A REPLY