Canta con me! (2° edizione)

L’iniziativa è finalizzata alla costituzione di una rete diffusa di cori di voci bianche, che coinvolgerà oltre 200 bambini della scuola primaria di Roma

0
93
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Yasuko Kageyama

Il progetto ideato dal Teatro dell’Opera di Roma e da BASF con il patrocinio del Comune di Roma e rivolto ai bambini delle scuole romane

CON IL PATROCINIO DEL COMUNE DI ROMA E RIVOLTO AI BAMBINI DELLE SCUOLE ROMANE

L’iniziativa è finalizzata alla costituzione di una rete diffusa di cori di voci bianche, che coinvolgerà oltre 200 bambini della scuola primaria di Roma

Canta con me!” terminerà il 29 maggio 2017 con un Open Day, in cui i cori scolastici si esibiranno al Teatro dell’Opera e verranno assegnate 4 borse di studio messe a disposizione da BASF-

———–

Il canto corale come momento di incontro tra centro e periferia. Così più di 200 bambini di quattro scuole dell’area urbana di Roma hanno la possibilità di arricchire la loro formazione grazie al Teatro dell’Opera e a BASF. Parte proprio in questi giorni la II edizione di “Canta con me!”, il progetto finalizzato alla costituzione di una rete di cori di voci bianche.

Protagonisti oltre 200 bambini degli Istituti Comprensivi di “Via Casalbianco” (Settecamini), “Via Olcese” (Centocelle), “Pablo Neruda” (Selva Candida), “Via Cutigliano” (Magliana). Ad affiancarli, gli allievi della Scuola di Canto Corale del Teatro dell’Opera di Roma, un’eccellenza del canto a livello nazionale. Ciascuno dei quattro istituti scolastici costituirà un proprio coro di circa 60 elementi che, con la direzione di quattro direttori, intraprenderà un percorso formativo disegnato e curato dal Dipartimento Didattica e Formazione del Teatro dell’Opera, avvalendosi anche del contributo di José María Sciutto, Direttore del Coro di Voci Bianche.

Un’iniziativa unica nel suo genere, dall’elevata valenza educativa cui la Fondazione ha dato vita grazie al contributo di BASF, sponsor unico del progetto. Attraverso la pratica del canto corale il bambino sviluppa la sensibilità melodica, le abilità ritmiche e acquisisce la consapevolezza dell’importanza di perseguire un obiettivo condiviso e comune.

Il coro è un’orchestra a più voci. È scambio di emozioni, di energie. È ascolto e rispetto dell’altro. È un modo creativo di educare alla relazione attraverso la ricerca di equilibrio e di sintonia” dichiaraLaura Baldassarre – Assessora alla Persona, Scuola e Comunità solidale del Comune di Roma. “Il valore educativo di questa II edizione di “Canta con me!”, mi offre l’opportunità di esprimere apprezzamento e gratitudine a quanti hanno voluto realizzare l’iniziativa, con l’augurio che questo progetto possa rappresentare un modo nuovo di far collaborare Arte e Istituzioni. Un modo che favorisca l’attuazione di forme espressive capaci di coinvolgere le nuove generazioni a sostegno di valori come la ricerca dell’armonia e la convivenza pacifica, necessarie per la realizzazione di una società a misura di persone.”

Il progetto ha anche l’obiettivo di “far uscire” la musica dal Teatro e creare occasioni di aggregazione sociale. Per questo la Scuola di Canto Corale del Teatro dell’Opera sarà protagonista di quattro concerti nei quartieri in cui insistono le scuole, mentre a fine anno scolastico è previsto un saggio di ogni coro all’interno della propria struttura.

A conclusione del percorso formativo, saranno assegnate quattro borse di studio, una per ciascun coro scolastico, messe a disposizione da BASF per i bambini più meritevoli che intenderanno proseguire i propri studi musicali all’interno della Scuola di Canto Corale.

———–  

Andreas Riehemann – Amministratore Delegato BASF Italia ha dichiarato: “L’entusiasmo e la gioia dei bambini che lo scorso anno, insieme alle loro famiglie e al corpo docente, hanno partecipato a “Canta con me!”, ci hanno spinto a rinnovare il nostro sostegno per questa seconda edizione. Come BASF siamo profondamente impegnati a creare valore nei territori in cui operiamo attraverso progetti che abbiano impatti concreti e tangibili. “Canta con me!” dà la possibilità di vivere un’esperienza unica e autentica dal forte carattere educativo e culturale.

Incoraggiati dagli ottimi risultati raggiunti l’anno scorso dal progetto “Canta con me!”, abbiamo deciso di riprendere anche quest’anno – ha dichiarato Carlo Fuortes, Sovrintendente della Fondazione Teatro dell’Opera di Romala serie degli incontri fra il nostro Coro di Voci Bianche e gli allievi delle scuole primarie romane. Incontri non episodici, ma rivolti a creare una maggiore consapevolezza delle potenzialità pedagogiche di una diffusa cultura musicale. L’Opera di Roma non può mancare a un suo compito primario, quello di diffondere la cultura musicale anche uscendo dall’edificio che ospita i nostri spettacoli. La scelta di sviluppare la pratica del canto corale, in particolare nelle aree periferiche della città, è basata sul valore del “fare musica insieme”. Questo è innanzitutto un metodo di aggregazione che sviluppa nei bambini un atteggiamento responsabile per un migliore senso di appartenenza a una collettività che da scolastica si apre al sociale: un’esigenza sempre più forte per rispondere a molti problemi del nostro tempo.”

Le attività del progetto avranno la loro conclusione nell’evento finale programmato per lunedì 29 maggio 2017, presso il Teatro dell’Opera: un Open Day aperto alle famiglie e alla città nel corso del quale i cori scolastici si esibiranno, nel saggio di fine percorso, sul prestigioso palcoscenico del Teatro Costanzi, accompagnati dagli Allievi del Coro di Voci Bianche della Scuola di Canto Corale del Teatro in una manifestazione conclusiva all’insegna della coralità e dell’integrazione.

———–

Informazioni su Fondazione Teatro dell’Opera di Roma

Il Teatro dell’Opera di Roma, costruito dall’architetto Achille Sfondrini, fu inaugurato con la Semiramide di Rossini il 27 novembre 1880. Aveva allora il nome dell’impresario Domenico Costanzi che finanziò i lavori e lo gestì a lungo. Nel 1926 l’edificio fu acquistato dal Comune di Roma e restaurato da Marcello Piacentini. Da allora acquisì il nome di Teatro Reale dell’Opera; l’aggettivo fu eliminato con l’avvento della Repubblica. Il teatro ha una capienza di 1700 posti, divisi tra la platea, quattro file di palchi e la balconata. Nelle sue numerose stagioni, moltissimi direttori e interpreti di fama mondiale ne hanno calcato le scene. Attualmente ospita spettacoli di opera e di balletto, concerti sinfonici e altre iniziative. Ulteriori informazioni sul sito www.operaroma.it

———–  

Informazioni su BASF

In BASF creiamo chimica per un futuro sostenibile. Uniamo al successo economico la tutela dell’ambiente e la responsabilità sociale. I circa 114.000 collaboratori del Gruppo lavorano per contribuire al successo dei clienti, in quasi tutti i settori industriali e in ogni Paese del mondo. Il nostro portafoglio prodotto è organizzato in cinque segmenti: Chemicals, Performance Products, Functional Materials & Solutions, Agricultural Solutions e Oil & Gas. Nel 2016 BASF ha generato un fatturato di 58 miliardi di euro. BASF è quotata nelle Borse di Francoforte (BAS), Londra (BFA) e Zurigo (BAS). Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito Internet: www.basf.com. 

 

 

 

                  

LEAVE A REPLY