Recital di Michele Pertusi

Il 15 gennaio, ore 20, al Teatro alla Scala, Milano

0
178
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Edoardo Fornaciari

Basso MICHELE PERTUSI

Pianoforte RAFFAELE CORTESI

———

Wolfgang Amadeus Mozart

Per questa bella mano, aria in re magg. KV 612

Vincenzo Bellini

Malinconia, ninfa gentile

Ma rendi pur contento

Vaga luna, che inargenti

Giuseppe Verdi

da Sei Romanze

More, Elisa, lo stanco poeta

Non t’accostare all’urna

Nell’orror di notte oscura

In solitaria stanza

Pietro Mascagni

Serenata

Stefano Donaudy

da Arie di stile antico

Vaghissima sembianza

O del mio amato ben

Luigi Denza

Occhi di fata

Se

Vieni

Francesco Paolo Tosti

Quattro canzoni d’Amaranta

Lasciami! Lascia ch’io respiri

L’alba separa dalla luce l’ombra

In van preghi, in vano aneli

Che dici, o parola del Saggio?

———

Il primo appuntamento della Stagione dei Recital di Canto 2017~2018 vede protagonista il basso Michele Pertusi: lunedì 15 gennaio sarà accompagnato dal pianista Raffaele Cortesi in un programma che prevede in apertura una delle più belle arie dell’ultimo Mozart, “Per questa bella mano”, seguita da un trittico di delicate melodie da camera composte da Vincenzo Bellini; quattro romanze di Giuseppe Verdi dalla raccolta pubblicata nel 1838 da cui già traspare il senso del teatro del giovane compositore; “Serenata”, tra le più conosciute pagine cameristiche di Pietro Mascagni; due arie di Stefano Donaudy dalle raccolte ‘in stile antico’. In chiusura di programma due autori del repertorio salottiero di eccellenza: Luigi Denza con un trittico di romanze e Francesco Paolo Tosti con le “Quattro canzoni d’Amaranta”.

Nato a Parma, Michele Pertusi è artista di casa al Teatro alla Scala: dal debutto operistico ne Il turco in Italia diretto da Riccardo Chailly nel marzo 1997, ha al suo attivo una ventina di titoli, in prevalenza di Mozart, Rossini, Bellini, Donizetti, Verdi, fino al successo della rossiniana Gazza ladra del 2017. Nel 2003 Pertusi è stato anche protagonista, insieme ad Anna Caterina Antonacci, di un titolo contemporaneo, Vita di Marco Tutino, allestito al Teatro Studio.

Nomi prestigiosi anche per i successivi appuntamenti della Stagione dei Recital di Canto. A febbraio canterà musiche di Puccini il soprano bulgaro Sonya Yoncheva, già alla Scala per La bohème e impegnata in questa Stagione anche nell’opera di Bellini Il pirata. A marzo musiche di Wolf e Strauss per il soprano tedesco Diana Damrau, applaudita al Piermarini nelle Stagioni più recenti nelle Nozze di Figaro e in Lucia di Lammermoor. Attesissimi i ritorni di Anna Caterina Antonacci, dopo il successo de Les Troyens di Berlioz del 2014, e di Olga Peretyatko dopo l’applaudito esordio scaligero ne Una sposa per lo zar seguito dall’Otello rossiniano. Chiudono il cartellone nel mese di novembre il basso Ildar Abdrazakov, che dopo lunga assenza sarà impegnato alla Scala anche nell’Ernani di Verdi nell’autunno 2018, e il baritono Michael Volle, che dopo il grande successo personale nei Meistersinger von Nürnberg sarà tra i protagonisti di Elektra a novembre e interpreterà in recital il ciclo di romanze Die schöne Magelone di Brahms, affiancato dalla voce recitante di Andrea Jonasson, musa di Strehler e protagonista indiscussa di una grande stagione teatrale tra Milano, Berlino e Vienna.

———

Prezzi: da 5,50 a 40 euro

Infotel 02 72 00 37 44

www.teatroallascala.org

———

MICHELE PERTUSI

Nato a Parma, ha studiato canto e pianoforte con Arrigo Pola e Carlo Bergonzi e si è perfezionato con Rodolfo Celletti. Ha collaborato con direttori di fama internazionale quali Daniel Barenboim, Semyon Bychkov, Riccardo Chailly, Myung-Whun Chung, Colin Davis, Daniele Gatti, Carlo Maria Giulini, Vladimir Jurowski, James Levine, Zubin Mehta, Riccardo Muti, Antonio Pappano e Georg Solti, calcando i palcoscenici dei più importanti teatri al mondo, tra cui la Scala, l’Opéra parigina, la Staatsoper di Vienna, il Covent Garden di Londra, il Metropolitan di New York, il Teatro Real di Madrid, la Bayerische Staatsoper di Monaco, la Deutsche Oper di Berlino, il Théâtre de La Monnaie di Bruxelles, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma.

Raffinato interprete rossiniano, si esibisce regolarmente al Rossini Opera Festival di Pesaro dal 1997, anno in cui debuttò come protagonista nel Moïse et Pharaon diretto da Vladimir Jurowski per la regia di Graham Vick. A Pesaro ha interpretato Maometto II, Il viaggio a Reims, la Petite Messe Solennelle, Le siège de Corinthe e La gazza ladra.

Dal Concerto di Natale del 1996 è ospite abituale del Teatro alla Scala, dove ha cantato tra l’altro Le nozze di Figaro (Conte d’Almaviva), Don Giovanni (ruolo eponimo) e Nina, o sia la pazza per amore (Il conte) con Riccardo Muti, Il turco in Italia (Selim) e La gazza ladra (Gottardo) con Riccardo Chailly, Don Carlo (Filippo II) con Myung-Whun Chung. Ha partecipato all’esecuzione della Messa in do min. K 427 di Mozart alla Scala, sotto la direzione di Giovanni Antonini, per il doppio Concerto di Natale 2017.

Pertusi vanta una ricca discografia che comprende, tra l’altro, Cenerentola e Il turco in Italia (con Riccardo Chailly), Don Giovanni e Così fan tutte (con Georg Solti), Le nozze di Figaro (con Zubin Mehta), Semiramide (Alberto Zedda), Maometto II (Gianluigi Gelmetti), Don Giovanni (Daniel Barenboim), La damnation de Faust e Falstaff (con Colin Davis).

Di recente ha cantato Lucia di Lammermoor (Raimondo) e Semiramide (Assur) al Covent Garden di Londra; lo Stabat Mater di Rossini con la London Philharmonic Orchestra; Jérusalem (Roger) al Festival verdiano di Parma; Don Pasquale alla Staatsoper di Vienna; il Requiem di Verdi diretto da Kazushi Ono a Barcellona; Ernani (Silva) al Théâtre du Capitole di Tolosa; I puritani (Sir Giorgio) all’Opera di Zurigo.

Fra i suoi prossimi impegni: Don Carlos (Philippe II) all’Opéra di Lione; Simon Boccanegra (Fiesco) al Comunale di Bologna; Don Pasquale all’Opéra di Parigi e a Bruxelles; Il barbiere di Siviglia (Don Basilio) al ROF di Pesaro; Macbeth (Banco) al Festival verdiano di Parma; Luisa Miller (Walter) al Palau de les Arts di Valencia; Les contes d’Hoffmann al Regio di Parma; Les Huguenots (Marcel) al Grand Théatre di Ginevra; Maria Stuarda (Giorgio Talbot) al Metropolitan.

Nel 1995 gli è stato conferito il premio “Franco Abbiati” dalla critica musicale italiana; inoltre ha ottenuto a Pesaro il “Rossini d’oro” e ha ricevuto dal Presidente della Repubblica italiana la Medaglia d’Oro come benemerito della cultura.

———

PROSSIMI CONCERTI STAGIONE RECITAL DI CANTO 2017~2018

11 febbraio 2018

Sonya Yoncheva, soprano

Mzia Bachtouridze, pianoforte

Musiche di Puccini

12 marzo 2018

Diana Damrau, soprano

Helmut Deutsch, pianoforte

Musiche di Wolf, Strauss

17 giugno 2018

Anna Caterina Antonacci, soprano

Donald Sulzen, pianoforte

Musiche di Respighi, Poulenc, Hahn

1 luglio 2018

Olga Peretyatko-Mariotti, soprano

Giulio Zappa, pianoforte

Musiche di Schubert, Schumann, Liszt, Rimskij-Korsakov, Čajkovskij, Rachmaninov

5 novembre 2018

Ildar Abdrazakov, basso

Mzia Bachtouridze, pianoforte

Musiche di Mozart, Schubert, Liszt, Hahn, Musorgskij, Kabalevskij, Khrennikov, Šostakovič

26 novembre 2018

Michael Volle, baritono

Andrea Jonasson, voce recitante

Helmut Deutsch, pianoforte

Johannes Brahms: Die schöne Magelone op. 33

LEAVE A REPLY