Settimana Rossiniana 2018

Dal 23 febbraio al 4 marzo a Pesaro

0
53
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Dal 23 febbraio al 4 marzo torna a Pesaro la Settimana Rossiniana, dedicata al suo illustre concittadino Gioachino Rossini, taglio del nastro di questo 2018 dichiarato dalla recente Legge Speciale “anno rossiniano”, perché è l’occasione in cui si celebrano i 150 anni dalla morte del Maestro. Una miriade di concerti, spettacoli, laboratori per bambini, percorsi gustativi e incontri animano il gustoso programma di “Buon non compleanno Rossini”, una vera e propria festa per tutta la città nel segno del Cigno, un ricco cartellone di iniziative che dà avvio ai festeggiamenti dell’anno rossiniano promosso dai Comitati per le Celebrazioni Rossiniane, dal Comune di Pesaro, Regione Marche, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e AMAT in collaborazione con Conservatorio Rossini, Fondazione Rossini, Rossini Opera Festival, Sistema Museo, Mismaonda e con European Year of Cultural Heritage 2018, EU Strategy for the Adriatic and Ionian Region, Forum of Adriatic and Ionian Cities, main media partner RAI.

Due gli appuntamenti della prima giornata, venerdì 23 febbraio: dal Balcone di Casa Rossini alle ore 18 Concerto a lume di candela con Lucrezia Drei (soprano) e Valeria Girardello (mezzosoprano) in collaborazione con Accademia Rossiniana “Alberto Zedda” e in occasione di M’illumino di Meno e alle 21 alla Chiesa dell’Annunziata A scuola con Rossini, concerto di alunni e docenti del Liceo Scientifico e Musicale “G. Marconi” di Pesaro. Sabato 24 febbraio appuntamenti sin dal mattino, alle ore 11 a Piazza Mosca Vangi per Pesaro, presentazione alla città della scultura donata da Giuliano Vangialle. Nel pomeriggio dalle ore 16 Piazza del Popolo accoglie una vera e propria Festa di non compleanno per tutta la città con Rossini Ouverture Pop in cui tutti i musicisti che vorranno potranno eseguire un arrangiamento pop dell’Ouverture del Guglielmo Tell, con il coordinamento artistico di Riccardo Marongiu a cura di Pesaro Village. Ad arricchire la festa Pesaro Città Palcoscenico, installazione di scenografie del ROF per le vie della città e barbajata e pizzette Rossini per tutti! Alle famiglie è dedicato lo spettacolo di domenica 25 febbraio al Teatro Sperimentale con Gioachino qua… Gioachino là!, un appuntamento di Andar per fiabe al profumo di Rossini proposto dal Teatro delle Isole con la partecipazione dell’Orchestra Mosaico Musicale (ore 17). Ancora ai più piccoli è dedicato il 28 febbraio a Casa Rossini (ore 16.30) Ma oggi non è il mio compleanno?, laboratorio per bambini da 4 a 12 anni. Sempre domenica, alle ore 18 la Chiesa dell’Annunziata ospita la conversazione con Davide Daolmi e Ilaria Narici intorno a la Petite messe solennelle, il concerto in programma il 28 febbraio al Teatro Rossini (ore 21), frutto di un progetto di collaborazione tra le istituzioni rossiniane (Conservatorio Rossini, Accademia Rossiniana “Alberto Zedda” del Rossini Opera Festival, Comitato Nazionale per le Celebrazioni dei Centenari Rossiniani, Comune di Pesaro, AMAT e Fondazione Rossini) che vide Alberto Zedda tra i promotori e a lui dedicato ad un anno dalla sua scomparsa. La partitura sarà eseguita nella versione originale del 1863 con accompagnamento di due pianoforti ed harmonium. Ne sono protagonisti quattro brillanti talenti vocali sbocciati nei corsi dell’Accademia Rossiniana: Lucrezia Drei (soprano), Valeria Girardello (contralto), Oscar Oré (tenore) e Roberto Lorenzi (basso), accompagnati al pianoforte da Lorenzo Bavaj e Ludovico Bramanti e all’harmonium da Giovanna Franzoni. Il Coro del Conservatorio Rossini è diretto da Aldo Cicconofri. Al Maestro Zedda è dedicata anche La strada per Pesaro. Pesaresi d’adozione. Alberto Zedda, conversazione tra parole e musica che precederà il concerto alle ore 18 alla Chiesa dell’Annunziata. Martedì 27 febbraio alle ore 19 la Sala della Repubblica del Teatro Rossini ospita Talenti della città di Rossini, presentazione del cd di Eugenio della Chiara Guitarra Clásica edizioni Decca. A seguire alle ore 21 al Teatro Rossini un irrisistibile Elio dà sfoggio di una delle sue passioni, la lirica in Figaro il barbiere, ideazione e libero racconto di Roberto Fabbriciani con musiche ridotte da Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini, uno spettacolo in cui musica e narrazione si uniscono con un obiettivo ben preciso: rendere l’opera lirica accattivante e apprezzabile anche a un pubblico di giovani. La proposta di giovedì 1 marzo alla Chiesa dell’Annunziata (ore 21) è con Rossini “nato per non mai morire”, reading di e con Cristian della Chiara e Maria Chiara Mazzi in collaborazione con Festival Gad. Si torna alla musica venerdì 2 marzo con Vibrazioni rossiniane, un curioso concerto per organo a quattro mani e quattro piedi – quelle di Giuliana Maccaroni e Martino Pòrcile – su musiche di Čajkovskij, Merkel, Mozart, Bolting, Zarebski e Rossini alla Chiesa di Cristo Re (ore 21). Ricco il programma di sabato 3 marzo che prevede, tra gli altri appuntamenti, alle ore 18.30 alla Chiesa dell’Annunziata Autoritratto d’artista. Asaf Avidan, conversazione con l’artista che sarà in concerto al Teatro Rossini di Pesaro il 6 maggio a cura di Silvia Boschero nell’ambito del progetto Rossini Dialogue. A seguire alle ore 21 il Teatro Rossini ospita Monica Casadei, eclettica coreografa emiliana di grande talento, con la sua compagnia Artemis Danza in prima assoluta con Il barbiere di Siviglia, una speciale e attesa versione coreografica del capolavoro rossiniano. L’ultima giornata della Settimana Rossiniana, domenica 4 marzo alle ore 18 al Teatro Rossini offre il concerto Rossini (e non solo) per piano musiche di Rossini, Beethoven, Chopin, Debussy, Ligeti e Liszt eseguite da Mariangela Vacatello a cura di Ente Concerti e alle ore 21 alla Chiesa dell’Annunziata Le Quattro Stagioni di… Rossini. Inverno, musica, teatro, enogastronomia a cura di Associazione Culturale Kairòs.

Dal 24 febbraio al 4 marzo inoltre Questa barba benedetta la facciamo sì o no?, Figaro sarà a disposizione dei visitatori per barba e capelli a Casa Rossini, dalle ore 10.30 alle ore 12.30. Tante le visite guidate in programma: il 24 febbraio a Casa Rossini (ore 15.30) visita speciale con Anna Guidarini nel meraviglioso mondo di suo figlio Gioachino, il 25 febbraio e il 4 marzo (ore 10.30) a Casa Rossini, Musei Civici e Sinagoga per Pesaro ai tempi del giovane Rossini, al Teatro Rossini (ore 11) con Rossini è (anche) un Teatro! Passeggiata nel teatro segreto a cura di Cooperativa Teatro Skené, il 2 e 3 marzo a Casa Rossini e Tempietto Rossiniano (ore 10.30 e 16.30).

Percorsi gustativi, cooking show, performance musicali animano la festa il 24 e 25 febbraio al Mercato delle Erbe (dalle ore 17); non mancano inoltre esperienze rossiniane multisensoriali il 24 febbraio, 2 e 4 marzo a Casa Rossini con Rossini Experience. Art glass & Rossini Gourmet, degustazione di vini delle Cantine Offida sempre a Casa Rossini il 25 febbraio e il 3 marzo (ore 17.30) e divulgazioni rossiniane tra jazz, musica classica e world music alla Biblioteca San Giovanni – dalle ore 18.15 del 24, 25, 27 e 28 febbraio – con Uscire con le note.

Inoltre, dal 23 febbraio al 4 marzo il centro storico si anima dalle ore 17.30 con L’ora di Rossini, la musica del Cigno in filodiffusione, aperture straordinarie di Casa Rossini, Palazzo Mosca-Musei Civici con caccia al tesoro rossiniana e Tempietto Rossiniano.

Molti altri appuntamenti attendono quanti vorranno partecipare a questi giorni di festa, programma completo su www.rossini150.it, www.pesarocultura.it.

———-

INFO & PRENOTAZIONI

Biglietteria Teatro Rossini

0721 387621

da mercoledì a sabato 17 – 19.30

nei giorni di spettacolo 10 – 13 e dalle 17

———

Biglietteria Teatro Sperimentale

0721 387548

il giorno di spettacolo 10 – 13 e dalle 16

——–

AMAT

071 2072439 / 2075880

www.amatmarche.net | www.teatridipesaro.it

——–

Vendita on-line

www.vivaticket.it

——–

Call Center

071 2133600

———

Pesaro Musei

0721 387541

pesaro@sistemamuseo.it | www.pesaromusei.it

——–

Tipico.Tips

0721 34121, Via Rossini 41

www.rossini150.it

www.pesarocultura.it

LEAVE A REPLY