Contrasti Firenze, incontri per una musica nuova (4° edizione)

Dall'8 giugno all'11 luglio a Firenze

0
69
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Contrasti Firenze 2018, incontri per una musica nuova, a cura di mdi ensemble e con la direzione artistica di Davide Santi, giunge quest’anno alla sua quarta edizione. La rassegna, confermandosi come uno degli appuntamenti di musica classica contemporanea più interessanti della città, deve la sua longevità al sostegno di Estate Fiorentina sempre attenta alla creazione e valorizzazione di una programmazione culturale e musicale ricercata e aperta al contemporaneo.

Contrasti 2018 si presenta con un calendario ancora più ricco che vede cinque concerti, alcuni dei quali strutturati come lezione – incontro, e cinque prestigiose sedi distribuite dal centro alla periferia di Firenze. Il tutto sarà concentrato in una serie di appuntamenti che si terranno da venerdì 8 giugno fino a mercoledì 11 luglio 2018. Un vero e proprio itinerario storico e culturale che intreccia i valori del territorio con i temi della musica d’arte e vanta collaborazioni con illustri istituzioni fiorentine (Lyceum Club Internazionale di Firenze, Gabinetto Letterario G.P. Vieusseux, Conservatorio Luigi Cherubini, Teatro di Settignano, Le Murate. Progetti Arte Contemporanea) e di respiro internazionale (Concorso Pianistico Internazionale di Orleans).

Il tema di Contrasti Firenze 2018, come sottolineato dal claim incontri per una musica nuova, è approfondire i legami tra la musica d’oggi e la storia della musica del passato.
Un viaggio in cui il pubblico riscopre il reticolo di connessioni e contrasti che alimenta la nuova musica verso sonorità imprevedibili e sorprendenti. Saranno i musicisti e i compositori stessi a introdurre il programma dei concerti offrendo al pubblico le chiavi di lettura necessarie per comprenderne appieno i contenuti.

Ad inaugurare la rassegna, venerdì 8 giugno a partire dalle 19:00 sarà la magnifica sede del Lyceum Club Internazionale di Firenze, il cinquecentesco Palazzo Giugni. La serata si apre con il primo degli incontri – lezione, aperto a tutti, e che vede come protagonista la pianista giapponese Miharu Ogura, freschissima vincitrice del premio Donatoni al concorso pianistico internazionale di Orléans. Giovanissima promessa del piano internazionale, Miharu Ogura è ospite per la prima volta in Italia. All’incontro di apertura seguirà il concerto, alle ore 19:30. Il programma mette in evidenza il diverso approccio all’esecuzione tra brani più classici dell’inizio del Novecento e la scrittura moderna di Franco Donatoni e Hector Parra, di cui ascolteremo la prima italiana di Au coeur de l’oblique, brano scritto proprio per l’ultimo concorso di Orléans.

Lo storico Gabinetto Scientifico Letterario G.P. Vieusseux a Palazzo Strozzi sarà la sede del secondo concerto di mercoledì 20 giugno alle ore 18 incentrato sul tema dell’oriente tra musica e poesia. Il linguaggio poetico e quello musicale vivono di radici e costruzioni comuni, dagli haiku giapponesi ai sogni del dio pan di Claude Debussy, dalle opere del compositore giapponese Toru Takemitsu alla poesia dell’antica Persia: il timbro e il ritmo fanno da filo conduttore. Mdi ensemble propone per questo appuntamento un duo di fiati, flauto e clarinetto, che eseguirà musiche di Scelsi, Berio, Takemitsu e Platz in compagnia di una voce recitante che leggerà testi tratti da Il sogno 101 di Giacinto Scelsi e da Haiku giapponesi.

Venerdì 29 giugno, il Conservatorio Cherubini, ospita e dedica una giornata a Mauro Lanza. Nella Sala del Buonumore Pietro Grossi, il compositore terrà, a partire dalle ore 15.30, un seminario di composizione, a cui seguirà, alle 18:00, il concerto monografico con i musicisti di mdi ensemble. Veneziano, classe 1975, Mauro Lanza è considerato uno dei musicisti più visionari ed influenti nel mondo contemporaneo. Contrasti offre, dunque, un’occasione per gli studenti del Conservatorio di interagire con il compositore e per il pubblico di essere coinvolto in un concerto che ripercorre le tappe creative dell’autore, con alcuni dei brani per strumento solo e per ensemble, che oggi lo hanno portato ad essere conosciuto ed eseguito in tutto il mondo.

Dopo 4 appuntamenti musicali Contrasti 2018 offre anche uno spunto cinematografico grazie anche alla collaborazione dell’Associazione Nijinsky che ospiterà l’evento. Mercoledì 4 Luglio, ore 21 al Teatro di Settignano, sarà proiettato il docufilm prodotto da mdi ensemble nel 2017: See the Sound – homage to Helmut Lachenmann. Un film-incontro che traccia un profilo del celebre Helmut Lachenmann, uno tra i più importanti compositori viventi, attraverso le sue parole, gli estratti musicali dei suoi brani cameristici più celebri e i contenuti extra di Nuria Schoenberg, Emilio Pomarico, Stefano Gervasoni e Massimiliano Damerini. Presentato a Parigi nell’ottobre 2017, See the Sound ha riscosso un notevole successo di critica (5 stelle dalla rivista francese Classica) ed è stato già acquisito e trasmesso da Rai5 e prossimamente da Sky Classica. La proiezione del film sarà preceduta dall’esecuzione dal vivo di uno dei suoi brani più rivoluzionari, “Pression” per violoncello solo, da parte di Giorgio Casati, violoncellista di mdi ensemble.

Verso un ascolto incondizionato” è il titolo dell’ultimo appuntamento della rassegna, mercoledì 11 luglio, alle ore 18, presso Le Murate. Progetti Arte Contemporanea, dove mdi ensemble incontra Giorgio Netti per unire due esperienze millenarie infinitamente interpretabili: musica e yoga. Netti, compositore e istruttore di yoga milanese, da anni lavora al confine delle due discipline, utilizzando lo strumento musicale e il corpo umano in un’esperienza a metà tra la seduta yoga e il concerto acustico dal vivo. Sarà l’occasione per ascoltare alcune opere che compongono il Ciclo dell’assedio, un lavoro scritto da Netti tra il 2001 e il 2008 che a partire dalla formazione tradizionale del quartetto d’archi propone una forma d’ascolto allargato, per suggerire ulteriori spazi musicali dentro e fuori a ciò che abitualmente è considerato musica.

———

Contrasti Firenze 2018 – Incontri per una musica nuova

Direzione artistica: Davide Santi e mdi ensemble

Sostenuto da Comune di Firenze ed Estate Fiorentina

LEAVE A REPLY