Oltre il Paesaggio 2018

Il 26 e 27 maggio a Villa Vescovi, Luvigliano di Torreglia (PD)

0
174
Condividi TeatriOnline sui Social Network

A Villa Vescovi a Luvigliano di Torreglia, Bene del FAI – Fondo Ambiente Italiano sui Colli Euganei, il 26 e il 27 maggio torna “Oltre il Paesaggio”, la manifestazione culturale dedicata alla scoperta e alla cura del bel paesaggio italiano.

Cercando con l’aiuto dei vari dizionari di definire la parola “paesaggio”, troviamo con sorpresa che per paesaggio non s’intende soltanto una porzione di territorio ma che il senso profondo si radica piuttosto nella sua dimensione affettiva, sottolineandone anche la grandissima portata di ordine artistico ed estetico.

Così come per paesaggio non s’intende affatto un luogo considerato unicamente nella sua prospettiva orizzontale, ma esteso anche in verticale e abitato da quelle mille creature e presenze, ora visibili, talvolta purtroppo considerate “invisibili” come l’aria, gli alberi, gli animali e… gli insetti.

Tra questi, sappiamo bene come la regina degli insetti, l’ape, stia attraversando un momento molto critico per la sua esistenza, con un indice di riduzione della sua presenza dipendente dalla intensità con cui le nostre attività impattano sugli ecosistemi

In situazioni di impatti ambientali estremi, come ad esempio in alcune zone della Cina, il numero delle api si è talmente ridotto che la loro indispensabile funzione dell’impollinazione è stata sostituita dall’azione manuale dell’uomo.

Spiega Daniele Meregalli, responsabile Ambiente del FAI: “Se le api scomparissero dalla terra, per l’uomo non resterebbero che 4 anni di vita. Questa frase, attribuita al grande Albert Einstein, è un falso, ma contiene una piccola verità dato che la moria planetaria delle api sta portando alla luce il bisogno vitale di insetti impollinatori. Per questo il FAI vuole dare il suo contributo e ha lanciato il progetto “Api nei beni”: un percorso concreto di supporto agli apicoltori locali, fornendo con i propri beni luoghi idonei a ospitare nuove colonie di api. La frase attribuita a Einstein contiene un avvertimento da non sottovalutare. Le api, una delle specie più importanti tra gli impollinatori, hanno un ruolo essenziale nell’equilibrio degli ecosistemi: garantiscono la proliferazione della maggior parte delle piante che danno nutrimento a uomini e animali. Gli insetti impollinatori sono dunque un anello fondamentale della nostra catena alimentare. Senza il loro lavoro buona parte delle coltivazioni agrarie (frutta, verdure e anche il foraggio) non avrebbe modo di perpetuarsi e la nostra stessa sopravvivenza sarebbe in pericolo, visto che un terzo del cibo che consumiamo dipende dall’opera di impollinazione”.

Spiega Silvia Ferri, property Manager del Bene FAI: “Siamo particolarmente orgogliosi che l’edizione di “Oltre il paesaggio”, evento volto ad approfondire e a promuovere i temi del paesaggio in un’ottica di cultura e sviluppo sostenibili, sia dedicato al tema delle api, inserendosi nel più ampio contesto del progetto nazionale del FAI. Dal 2016, infatti, la Fondazione ha avviato azioni specifiche per la salvaguardia di questi preziosissimi insetti, sostenendo gli apicoltori delle varie regioni d’Italia a ripopolare gli alveari. E proprio Villa dei Vescovi è stato il primo Bene FAI ad aderire all’iniziativa, istallando nel brolo della Villa ben 7 arnie”.

Il tema delle api sarà quindi il filo conduttore dell’evento di quest’anno. E’ infatti legata al tema delle api l’importante presenza dell’artista Julia Artico e dell’associazione “Apisophia” dedita alla metodica biodinamica nell’allevamento delle api, che farà dei laboratori sulle api e costruirà un’arnia in fieno.

Julia Artico è una famosa artista friulana (si inserisce nella land art) nota al pubblico e alla critica per realizzare spettacolari quanto poetiche installazioni, anche di grandissime dimensioni usando per la loro realizzazione unicamente il fieno. Ha creato degli animali di fieno anche per la Biennale di Venezia alcuni anni fa ed è un’appassionata di agricoltura biodinamica e di apicoltura. Julia Artico per l’occasione realizzerà un’arnia in fieno e intratterrà i più piccini con laboratori ludico didattici, sensibilizzandoli al rispetto dell’ambiente e dell’eco sistema e alla scoperta di questi meravigliosi e preziosissimi insetti.

L’intera giornata della domenica 27 maggio sarà organizzata nello stile che caratterizza l’evento annuale “Oltre il paesaggio”: molteplici attività, pensate per intrattenere un pubblico vasto e diversificato. Dai workshop, al brunch fiorito, dalle passeggiate naturalistiche per i sentieri attorno alla villa a cura di Coop. Terra di Mezzo, alle letture animate da giardino a cura di Kite Edizioni, al tea party botanico a cura della maestra del tè Nicoletta Tul.

E ancora: laboratori, visite guidate, passeggiate naturalistiche per i sentieri attorno alla villa, una mostra e mercato di artigianato di eccellenza, specialità enogastronomiche e soprattutto il florovivaismo. Anche questo con un occhio di riguardo a quelle piante e a quei fiori che richiamano e nutrono le api nei nostri giardini. E poi la splendida cornice della Villa racchiusa nello scrigno di verde bellezza dei Colli Euganei.

Sarà questa l”occasione per trascorrere un tempo di qualità all’aria aperta, una full immersion green decisamente ossigenante e rigenerante.

A corollario degli eventi culturali la mostra mercato a cura di Paola Viaro presenterà nella corte all’italiana della Villa il meglio dell’alto artigianato e del florovivaismo.

Tra le tante proposte ricordiamo le “case per insetti” di Anna Cecchin. Queste “case” favoriscono la presenza di insetti utili, dando loro la possibilità di nidificare. In particolare le api solitarie (che non vivono socialmente come le api mellifere) contribuiscono all’impollinazione di piante spontanee e coltivate. Questi insetti impollinatori sono fondamentali in agricoltura, oltre a essere importanti come indicatori biologici della qualità dell’ambiente. La casetta può dare rifugio anche a coccinelle, farfalle e forbicine.

E ancora la filosofia green style con l’orto da salotto di Snuuky, la prima realtà Italiana a importare dall’Olanda fiori, ortaggi e piante aromatiche biologic in comodi e glamour sacchetti di Utha o in simpatiche cassettine in legno davvero molto chic; adatti a essere coltivati sia in casa che in esterno. La possibilità di coltivare fiori e ortaggi senza dover aver un orto rende questi prodotti anche molto comodi da gestire.

Molte le “chicche” proposte dal settore florovivaistico come le Scille di Filippo Medri, le bulbose erbacee perenni che fioriscono a fine estate e competono con le pervinche sia sul piano cromatico, il loro azzurro-blu conosce pochi rivali, sia sul piano scenografico, perché creano ampi e fitti tappeti.

E se l’ape è la Regina degli insetti la rosa è senz’altro la Regina dei fiori. L’azienda El Fioret propone le Mellifere, rose molto speciali. Crescono in cespugli compatti a forma di cuscino e grazie alla loro abbondante fioritura ma soprattutto per il loro polline particolare sono le rose amiche delle api.

E poi le tante proposte di arredamento da giardino sempre secondo un’etica green che propone bellezza tra vintage e riciclo.

E gli “Intrecci Bellunesi” Associazione che mantiene vivo e salvaguarda l’antico mestiere dei Cestai e Seggiolai. Come una volta, raccolgono a mano i salici e la paglia del Piave per intrecciare i cesti e impagliare le sedie. In una rappresentazione quasi teatrale daranno vita ai loro laboratori dove ritornano scene del passato, quando i contadini e i loro famigliari si riunivano nelle stalle o nelle corti per i piccoli lavori di intreccio ciacolando.

Quando si dice ape si dice miele. E quale occasione migliore di questa per gustare il miele bio e a chilometro zero prodotto da Marco Dainese, titolare dell’azienda agricola “Terra dei Livii”, l’apicultore che gestisce anche le arnie di Villa Vescovi? L’azienda Agricola Terra dei Livii è gestita a livello familiare e conta 20 anni di esperienza e passione per l’apicoltura. Grazie alla posizione e alla ricca vegetazione dei Colli Euganei si ottengono mieli di alta qualità presenti nel paniere dei prodotti tradizionali del Veneto. L’azienda opera da sempre nel pieno rispetto della natura, tenendo nella massima considerazione l’integrità e la naturalezza del miele prodotto. Ciascuno di questi mieli è il frutto di un attento lavoro, dalla conduzione dell’alveare alla successiva lavorazione del miele. Estratto a freddo tramite centrifugazione, senza alcuna filtrazione o adulteramento termico, decantato per almeno quindici giorni.

Saranno molte le occasioni per deliziare il palato del pubblico. A partire dal brunch fiorito a tema organizzato dalla caffetteria della villa sulle terrazze panoramiche. E sarà impossibile non approfittare della selezione di miele e formaggi locali; così come dei classici dolcetti al miele e delle tante proposte gourmet con il miele in versione dolce e salata. Ma c’è anche la possibilità di prenotarsi un cestino da picnic fatto dalla caffetteria di Villa dei Vescovi da consumare stesi nel parco.

Tutto questo e molto altro nella giornata di domenica 27 maggio.

Quest’anno l’evento aggiunge una speciale novità. “Oltre il Paesaggio” s’illumina di verde a patire dalle 18.30 di sabato 26 maggio proponendo “Notte nel verde” a cura di Jar creative group di Giovanni Piccolo e Giovanni Melato.

La sera del 26 maggio si accende di verde e le divertenti e misteriose creature che abitano la notte diventano finalmente visibili. E ci invitano a vivere incredibili avventure. Dall’ora del tramonto a serata inoltrata (con chiusura della Villa alle ore 24.00) la “Notte nel Verde” di Villa dei Vescovi sarà un’esperienza onirica ispirata al shakespeariano “Sogno di una Notte di Mezza Estate”. Un viaggio attraverso l’immaginazione e la fantasia.

Le fiabesche creature del bosco animeranno il parco e si esibiranno in performance di diverse discipline: la fata del vento compirà una danza aerea, lo gnomo invaderà di bolle di sapone il parco, gli elfi del lago mostreranno mirabolanti acrobazie, il folletto “Ivan il Terribile” ci spettinerà tutti dall’alto della sua torre dell’equilibrio. Le ninfe del fuoco giocheranno con il dono di Prometeo.

Avete mai sentito parlare gli alberi? Durante la “Notte nel verde” succederà anche questo! La Grande Quercia parlante, simbolo di una natura che prende vita e ci parla, all’ingresso del parco, stupirà i visitatori. E ci sarà anche uno gnomo che corre nel parco con uno stranissimo mezzo a pedali.

Nell’area del Laghetto delle Rane ci accoglieranno ancora gli elfi del lago, la fata del vento, le ninfe del fuoco e il villaggio degli Sperduti con esibizioni a rotazione durante l’intero evento. Per regalare a grandi e bambini un’esperienza unica e affascinante che comincia con una piccola infrazione: vivere… una notte verde!

Per la “Notte nel Verde”:

Biglietteria: Iscritto FAI e residenti Torreglia 4 euro. Intero 10 euro. Ridotto 5 euro. Famiglia 25 euro. Famiglia iscritta FAI 12 euro. Per info: faivescovi@fondoambiente.it 049/9930473 (merc-dom 10/18)

——–

Programma della giornata di domenica 27 maggio:

Per tutta la giornata – Mostra e mercato nella corte della villa

Ore 11 – Passeggiata Naturalistica

Ore 11.30 – Letture da giardino: letture animate per bambini a cura di Kite Edizioni.

Ore 13.00 – Brunch fiorito: tra miele e api.

Ore 15.30 – Passeggiata Naturalistica

Ore 16 – Letture da giardino: letture animate per bambini a cura di Kite Edizioni

Ore 16.30 – Tea Party Botanico, a cura di Nicoletta Tul. Su prenotazione. Quota a parte

Nel corso di tutta la giornata Julia Artico, artista friulana, terrà dei laboratori sul mondo delle api e realizzerà un’arnia in fieno.

———

Per “Oltre il paesaggio”:

Biglietteria: Ingresso Villa: Iscritto FAI e residenti Torreglia – gratuito; Intero – 11 euro; Ridotto – 4 euro; Famiglia – 25 euro; Ingresso solo Corte: Iscritto FAI e residenti Torreglia – gratuito; Intero – 5 euro; Ridotto – 2 euro; Famiglia – 12 euro. Visita guidata: 2 euro aggiuntivi; Passeggiate naturalistiche: 4 euro aggiuntivi.

———

Per informazioni:
Email: faivescovi@fondoambiente.it
T: 049/9930473

Evento patrocinato da: Comune di Torreglia, la Nuova Provincia di Padova e Regione del Veneto.

LEAVE A REPLY