Amici di Maria De Filippi debutta nel mondo dell’opera

Il 14 luglio nel Gran Teatro all’aperto di Torre del Lago (LU) nell'ambito del Festival Puccini 2018

0
410
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Amici di Maria De Filippi A Torre del Lago per la “prima” di Turandot del Festival Puccini con la regia di Alfonso Signorini e sotto la direzione di Alberto Veronesi i ballerini del corpo di ballo di AMICI, la popolare trasmissione di Maria De Filippi: Giulia Pauselli, Federica Panzeri, Elena D’Amario, Sebastian Melo Taveira, Marcello Sacchetta.

Pop, opera e televisione, un connubio che si terrà a battesimo sabato 14 luglio nel Gran Teatro all’aperto di Torre del Lago in occasione della prima rappresentazione d’opera del 64° Festival Puccini. Ad inaugurare la stagione sarà l’incompiuta pucciniana Turandot nell’allestimento firmato da Alfonso Signorini. Sul podio di orchestra e Coro del Festival Puccini il Maestro Alberto Veronesi. A spiccare nel cast grandi artisti di fama internazionale, Martina Serafin nel ruolo della crudele principessa Turandot, Amadi Lagha sarà il principe ignoto Calaf e la povera Liù Lana Kos. Quello della contaminazione tra il genere pop e l’opera è sempre stato un desiderio del Maestro Alberto Veronesi; “da sempre sostengo che è fondamentale l’impegno per rendere l’opera sempre più “pop-olare” per portare i giovani a conoscere ed apprezzare la genialità di Giacomo Puccini, uno tra gli artisti più moderni e all’avanguardia; oggi ho trovato finalmente un prezioso alleato che come me crede in questo, Alfonso Signorini” E anche Signorini, la considera una vera e propria missione “Quando il Maestro Veronesi mi ha proposto di fare una regia d’opera, io da melomane convinto oltre alla gioia di veder realizzato un mio grande sogno, ho visto in questa proposta anche la possibilità di farne una missione, ovvero far sì che in Italia come succede nei Paesi orientali, in Corea, in Giappone, piuttosto che in Georgia dove abbiamo portato questa Turandot, i Teatri siano popolati anche da giovani. Vogliamo che i giovani si appassionino all’opera, vero e proprio vanto della cultura del nostro BelPaese e che, così come cercano i loro idoli, nei personaggi televisivi o in quelli del mondo del cinema, trovino i loro idoli tra anche tra i giovani artisti che scelgono la carriera di interprete lirico. Ho chiesto a Maria De Filippi di aiutarci in questa missione ed eccoci qua, con questi bravissimi ballerini che ci hanno subito confermato la loro disponibilità a danzare sulle coreografie create da Cristina Gaeta per Turandot nel primo e nel terzo atto”.

LEAVE A REPLY