Il Balletto della Scala in Cina

Il Corpo di Ballo scaligero per la prima volta in scena a Macao con "Giselle" rinnova il grandissimo successo con cui la tournée si è aperta a Shanghai con "Don Chisciotte"

0
230
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Balletto della Scala in Cina
Foto di Brescia e Amisano

L’emozione, la poesia e la grazia commovente del balletto romantico per eccellenza, Giselle, nella produzione scaligera ripresa da Yvette Chauvirè, ha trionfato, con ovazioni finali e quasi dieci minuti di applausi al Centro Culturale di Macao, città mai visitata prima d’ora dalla Scala e che accoglie la Compagnia per quattro rappresentazioni dal 7 al 9 settembre. Protagonisti della recita di apertura, nei ruoli di Giselle e Albrecht Nicoletta Manni e Timofej Andrijashenko, Virna Toppi nel ruolo di Myrtha, Marco Agostino (Hilarion) e Martina Arduino con Nicola Del Freo nel passo a due dei contadini.

Entra dunque nel vivo il tour del Balletto scaligero in Cina, inauguratosi a Shanghai il 31 agosto e che ha visto quasi dieci minuti di applausi finali e grandi ovazioni a scena aperta in ognuna delle tre rappresentazioni al Grand Theatre con la frizzante energia e i virtuosismi dell’irresistibile Don Chisciotte di Rudolf Nureyev. Ora per la prima volta la Compagnia è in scena a Macao, con Giselle, la seconda produzione protagonista di questa lunga trasferta, che proseguirà poi a Xi’an, con il duplice debutto della Scala impegnata per la prima volta sul palcoscenico dello Shaanxi Performing Arts Centre sia in Don Chisciotte che Giselle con recite dal 13 al 16 settembre, e a Tianjn, sempre con le due produzioni in scena, dal 20 al 23 settembre.

Oltre 110 persone impegnate in trasferta, quindici le recite, quasi un mese di tour che si aspetta venga seguito da un pubblico di quasi 20.000 persone in totale sulle quattro città.

Grande attenzione da parte dei media cinesi, con incontri stampa su tutte le piazze, in cui la presenza della Scala, ampiamente documentata in tutte le sue fasi sui nostri social media, è parte degli eventi di spicco della programmazione: come ad esempio a Shanghai, per le celebrazioni del 20 anniversario del Grand Theatre e a Xi’an, come spettacolo inaugurale del Dance Festival della Shaanxi Opera House.

Importante e entusiasta il seguito da parte delle Istituzioni Italiane, in primis il Ministro dell’Economia e delle Finanze Giovanni Tria che ha presenziato alla recita inaugurale a Shanghai e che si è complimentato con la Compagnia e il Direttore del Ballo Frédéric Olivieri al termine della recita, lodando l’impegno e i risultati di una delle eccellenze italiane nel mondo, accompagnato tra gli altri da Ettore Sequi Ambasciatore d’Italia in Cina, Michele Cecchi, Console Generale d’Italia a Shanghai, Fabio Panetta Vicedirettore Generale della Banca d’Italia e Alberto Manai, Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Shanghai. A Macao Giselle vede tra le presenze istituzionali Clemente Contestabile Console Generale d’Italia a Hong Kong, Giorgia Norfo, Console d’Italia a Hong Kong, Andrea Giagnoli, Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Hong Kong, oltre a Lucia Pasqualini Console Generale d’Italia a Canton. Ogni piazza della tournée vede anche la presenza dei rappresentanti dei due sponsor della Scala in Cina, Brembo e Pirelli, ai quali è andato il ringraziamento ufficiale del Sovrintendente Alexander Pereira nel corso della conferenza stampa a Shanghai, per il prezioso sostegno a favore di questo importante e articolato progetto internazionale.

Progetto internazionale che vede protagoniste due produzioni scelte come biglietto da visita ed esempio della varietà del nostro repertorio e della versatilità degli artisti scaligeri. Due titoli che fanno parte della storia del nostro Teatro, con allestimenti creati appositamente, patrimonio della compagnia da innumerevoli anni, e degli artisti scaligeri, che ad ogni ripresa infondono linfa nuova e nuove emozioni mantenendo vivi questi due meravigliosi spettacoli. E in scena infatti si alternano nel corso del tour gli artisti di spicco della Compagnia a partire dai primi ballerini e i solisti a cui sono affidati i ruoli principali dei due balletti: per Don Chisciotte Nicoletta Manni e Timofej Andrijashenko, Virna Toppi e Claudio Coviello, Martina Arduino e Marco Agostino; per Giselle, Nicoletta Manni e Timofej Andrijashenko, Vittoria Valerio e Claudio Coviello, e accanto a loro il Corpo di Ballo e i numerosi artisti impegnati nei ruoli virtuosistici o interpretativi dei due balletti, che vedono sul podio David Coleman a dirigere le orchestre dei teatri ospitanti,Shanghai Opera House Symphony Orchestra Shanghai Opera House Symphony Orchestra Shanghai Opera House Symphony Orchestra Shanghai Opera House Symphony Orchestra Shanghai Opera House Symphony Orchestra, Xi’an Symphony Orchestra Xi’an Symphony Orchestra, Macao Orchestra e China Film Orchestra.

LEAVE A REPLY