Festival Scenari Europei 2018 (Giorno 4#)

Andato in scena il 23 settembre 2018 al Florian Espace/Spazio Matta, Pescara

0
398
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Scenari Europei 2018La giornata conclusiva di Scenari Europei 2018 cade nell’ultimo giorno d’estate, segnando un vero e proprio rito di passaggio come avveniva al teatro nel tempo antico.

Neve di Carta, diretto da Daniele Muratore, è uno spettacolo che ha la capacità di raggiungere con immediatezza il pubblico sul terreno dell’emotività. In questo, svolge un ruolo notevole la performance di Elisa Di Eusanio nei panni di Gemma, anima semplice impegnata a convivere con il passato e la costruzione ostinata di un futuro immaginario nella clausura forzata del manicomio. Più complicata la prova di Andrea Lolli, per via di un personaggio meno solido sul piano drammaturgico. Il suo Bernardino è naiv quanto Gemma, senza averne però motivazione, il che regala al dramma una ideale parità dei due protagonisti, ottenuta però gratuitamente e dunque fragile. Il testo di Letizia Russo (ispirato al volume di Anna Carla Valeriano “Ammalò di Testa”) non convince sempre nelle scelte linguistiche in relazione allo spessore drammaturgico dei personaggi. Daniele Muratore conferma il suo interesse per la tematica sociale, e forse ancor di più per la drammaturgia legata alle vicende storiche o ad eventi “minori” realmente accaduti, propendendo in questo caso per un piano di regia più trattenuto del solito.

Il trio Amor Vacui di Padova chiude in allegria il programma con Intimità, Menzione Speciale al Premio Scenario 2017. Le dinamiche amorose nelle varie declinazioni, dall’adolescenza alla maturità, vengono indagate con gusto e buon senso dei tempi di scena. Per impianto, il lavoro si colloca nel “capitolo” degli spettacoli che si prestano ad essere allestiti tranquillamente in spazi non teatrali: la scena è nuda e solo in un paio di momenti viene sfruttata l’illuminotecnica, in misura peraltro non determinante. Seminudi sono invece i tre attori, allineati ed inermi di fronte al pubblico come in una visita medica. Il tono dello show è quello rilassato del cabaret, ma lo spettacolo mimetizza una sua formalizzazione pienamente strutturata. Così, in questo trionfo della nudità (corporea, psicologica, scenica), il pubblico divertito quasi non si accorge della burla più effettiva: l’esistenza di una quarta parete in pieno stile posta davanti ai propri occhi.

Meritano menzione i giovanissimi componenti del Junior Guitar Ensemble, diretti dal Maestro Antonello Antonucci, protagonisti di un pregevole intermezzo musicale tra i due spettacoli (Vivaldi, Gershwin, Albeniz, G. Miller).

———-

CREDITS:

NEVE DI CARTA

con Elisa Di Eusanio, Andrea Lolli

Testo: Letizia Russo

Regia: Daniele Muratore

Luci: Camilla Piccioni

Aiuto regia: Valentina Fois

Scene: Azzurra Angeletti

Costumi: Angela Di Eusanio

———-

INTIMITÀ

di Amor Vacui (Padova)

con Andrea Bellacicco, Eleonora Panizzo, Andrea Tonin

Genere: Prosa

Testo: Lorenzo Maragoni, Andrea Bellacicco, Eleonora Panizzo, Andrea Tonin, Michele Ruol

Ideazione e Regia: Lorenzo Maragoni

Luci: Elisa Bortolussi

Organizzazione: Silvia Ferrari

Produzione: Teatro Stabile del Veneto/La Piccionaia

Collaborazione: Armunia/Festival Inequilibrio Castiglioncello

———-

SCENARI EUROPEI 2018

Genere: Festival

Direzione Artistica: Giulia Basel

Direzione Artistica: Massimo Vellaccio

Collaborazione: Flavia Valoppi, Anna Paolo Vellaccio, Umberto Marchesani

Organizzazione: Ilaria Palmisano, Emanuela D’Agostino, Annalica Bates

Tecnica: Edoardo De Piccoli, Renato Barattucci

Grafia: Antonio Stella

Produzione: Florian Metateatro

LEAVE A REPLY