Diffrazioni Firenze Multimedia Festival (3° edizione)

La prima parte del Festival si svolge dal 12 al 16 dicembre a Le Murate Progetti Arte Contemporanea, Firenze

0
134
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Diffrazioni Firenze Multimedia FestivalUn momento di incontro, di conoscenza, di festa, di riflessione e di crescita. A Le Murate Progetti Arte Contemporanea arriva la terza edizione del Diffrazioni Firenze Multimedia Festival, la cui parte prima si terrà dal 12 al 16 dicembre (Ingresso libero).

Diffrazioni Festival è reso possibile grazie al Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, con il patrocinio del Comune di Firenze e con la collaborazione di MUS. E, Le Murate.Progetti Arte Contemporanea e della New York University.

Un progetto culturale, ideato e diretto dal compositore Alfonso Belfiore, docente del Conservatorio Cherubini, che fonda le proprie basi nella sperimentazione artistica in più ambiti: dal suono alla luce, dalla tecnologia alla scienza. una settimana ricca di eventi che vedrà coinvolti molti artisti di fama internazionale, che porteranno nella cornice fiorentina un accrescimento artistico culturale di grande livello.

In programma tra gli appuntamenti più importanti il concerto inaugurale S.ilk O.n S.kin (mercoledì 12 dicembre ore 21:30) che vedrà il Direttore del Conservatorio Paolo Zampini al flauto e Roberto Neri all’elettronica, oltre alla partecipazione di Elena Tereshchenko (voce recitante) e di Anna Tereshchenko (regia). Durante il concerto saranno eseguiti brani dello stesso Zampini, di Ennio Morricone, Giacinto Scelsi, Mario Davidovsky e Paul Horn.

Tra le installazioni audiovisive visitabili dalle ore 16 alle 23 in tutti i giorni del festival si segnala quella dedicata all’artista Marino Marini, un audiovisivo diretto da Massimo Tarducci con musiche originali di Alfonso Belfiore realizzato con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, Fondazione Marino Marini e Toscana Film Commission.

Sempre di Alfonso Belfiore è la composizione e la regia del concerto multimediale The Waste Land (giovedì 14 dicembre ore 21), performance per voce recitante, percussione, fixed media e live electronics. Un poemetto che intere generazioni prenderanno a simbolo di sé. Thomas Stearns Eliot lo concepì durante un viaggio in Provenza stendendolo quasi di getto a Losanna, nel 1920, ma prima di vedere la luce passò sotto le forbici di Ezra Pound che lo resero ancor più enigmatico e allusivo. Si articola in cinque sezioni dove in ognuna sono intersecanti i personaggi e i luoghi delle altre, una costante tensione verso il mito, anzi, la creazione di una vera e propria terra mitica che diventa la somma di ogni mito e di ogni tensione.

———

Le collaborazioni internazionali

Questa prima parte di Diffrazioni Festival si caratterizza con una polarità incentrata sulle esperienze tecnologiche e artistico musicali guardando verso Astana (Kazakistan) e contemporaneamente verso Teheran (Iran). Negli ultimi due anni si è infatti sviluppato un canale privilegiato con il festival Reza Korourian Award di Teheran, agevolando uno scambio di opere favorendo così la crescita di una conoscenza artistica reciproca. In questa prima parte di Diffrazioni saranno presentate opere di Mehdi Jalali, compositore e direttore artistico del festival nonché direttore di Yarava Music Group e di Amin Khoshsabk, vincitore del festival iraniano. Le opere dei due artisti saranno proposte sabato 15 dicembre a partire dalle 21:30 insieme a quelle di tanti altri compositori e performer.

Fondamentale per questo progetto è stato il contributo della musicista Gelareh Soleimani Lavasani, già vincitrice della prima edizione del festival RKC e dell’Associazione culturale 8 ARTI.

La collaborazione con l’Università Nazionale delle Arti del Kazakistan di Astana ha portato Aiman Mussakhajayeva, violinista di fama internazionale Rettore dell’Università Kazaka e recente ospite del festival Strings City, a commissionare al Maestro Alfonso Belfiore un’opera di visual art interattiva intitolata “I segni dell’arte” eseguita ad Astana il 18 maggio scorso alla presenza del Presidente della Repubblica del Kazakistan, Nursultan Nazarbaev. Un’installazione multimediale e interattiva che sarà riproposta sabato 15 dicembre alle 18 con la proiezione della trasmissione televisiva nazionale andata in onda in Kazakistan.

Il progetto, curato da Belfiore che ha guidato un team di studenti ed ex studenti del dipartimento di Nuove tecnologie e linguaggi musicali, ha consentito al Conservatorio Cherubini di Firenze di conseguire un risultato prestigioso ed è stato accompagnato dalla stipula di un protocollo d’intesa fra l’Università di Astana e lo stesso Cherubini per la realizzazione di futuri progetti comuni in cui saranno coinvolti studenti e docenti di entrambe le istituzioni.

Un Festival, il Diffrazioni, in cui non mancheranno le attività in cui lo spettatore sarà coinvolto in prima persona, molte delle performance necessitano proprio di quest’ultimo per prendere avvio: da un semplice tocco su un ipad allo sfioramento di una sorgente d’acqua, dall’utilizzo di tecnologie legate alla realtà aumentata alla registrazione di dati o rumori raccolti in diretta per poi essere modificati e diventare un flusso musicale.

Gli spazi de Le Murate/Progetti Arte Contemporanea saranno la cornice ideale per accogliere la seconda parte del festival che si terrà dal dal 27 al 31 marzo 2019. Tra i contenuti più importanti che saranno presentati in primavera l’interessante masterclass che, per sei giorni consecutivi, la musicista Esther Lamneck, interprete di fama mondiale di musica contemporanea e tecnologica, realizzerà con un gruppo di musicisti, studenti di altissimo livello, guidandoli a suonare insieme interagendo con strutture elettroniche e visual, componendo così improvvisazioni dove immagini, musica dal vivo e registrata diverranno un tutt’uno.

———

Programma completo della rassegna su http://www.conservatorio.firenze.it
Le Murate Progetti Arte Contemporanea, Firenze

Orari: dal 12 al 16 dicembre dalle 16:00 alle 23:00

Ingresso libero 

———

DIFFRAZIONI/ Firenze Multimedia Festival

Sound Ligth Art Technology Neuroscienze Nanotechnology Robotics

VIDEOS/CONCERTS/INSTALLATIONS/PRESENTATIONS – III Edizione

12/16 DICEMBRE 2018

27/31 MARZO 2019

Firenze, LE MURATE Progetti Arte Contemporanea

Ingresso libero

parte prima – 12/16 dicembre 2018

LEAVE A REPLY