L’antologica di Massimiliana Bettiol al Grand’Italia di Padova

Fino all’8 marzo nelle sale liberty del Grand'Italia Hotel Residenza d'Epoca di Padova

0
310
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Fino all’8 marzo alla pittrice padovana è dedicata una mostra antologica, a cura di Mary Bordin, nelle sale liberty del Grand’Italia Hotel Residenza d’Epoca di Padova

La programmazione delle Mostre, a cura di Mary Bordin, al Grand’Italia Hotel Residenza d’Epoca di Padova (Corso del Popolo 81) ospiterà fino a venerdì 8 marzo “Colore e Ritmo”, mostra antologica della pittrice padovana Massimiliana Bettiol.

Le sale liberty della Residenza d’Epoca risplenderanno dei suoi tramonti infuocati e dei delicati cieli aurorali, delle sue figure e del mare aperto, senza confini e in continuo movimento che diventa simbolo della stessa energia vitale in uno spettacolo inatteso e meraviglioso, talvolta terrificante.

Massimliana Bettiol, Fermento di vita, olio su tela 60x66 2012
Massimliana Bettiol, Fermento di vita, olio su tela 60×66 2012

Come spiega la stessa curatrice: «la pittura di Massimiliana Bettiol è sinonimo di vitalità ed energia, una carica prorompente, spicca il movimento continuo delle onde  nei sui mari, il colore è per Lei come un alfabeto filosofico lo usa in modo sapiente, cariche le pennellate, nulla è statico, tutto è in perenne rinascita, rigogliosi i sui fiori ed i suoi paesaggi, la tavolozza cromatica delle opere dell’artista è ricca di azzurri e verdi intensi, di rossi e rosati vibranti, nelle sue donne percepiamo malinconia e passionalità, non riusciamo a rimanere indifferenti davanti a queste tele che ci portano in luoghi lontani, ci ricordano Gauguin, ci prendono, la sua è una pittura istintiva e non ci resta che arrenderci e farci trasportare dal colore e dal ritmo».

L’esposizione, ad ingresso libero, rimarrà aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00 fino a venerdì 8 marzo 2019.

Profilo
Già docente presso l’Università degli Studi di Padova, Massimiliana Bettiol ha studiato arti figurative presso l’Accademia estiva di Salisburgo sotto la guida di Mario De Luigi e Eugen Ciuca (1973). Ha poi frequentato a Padova lo studio di Dolores Grigolon e di Terry Chiaretto (1974-77). Ha frequentato anche i corsi liberi del nudo diretti da Luigi Tito (1973) all’Accademia di Belle Arti a Venezia. Sotto la guida di Mariano Missaglia, già direttore della scuola “Accademia – Arti Applicate di Padova”, ha maturato la sua specifica poetica espressionistica (1977-87). Il Maestro veneziano l’ha portata alle sue prime mostre personali a Padova, Venezia e Milano, curandone cataloghi e recensioni su riviste importanti quali “Arte e Valore”, “Galleria Veneta”, Bolaffi ed altre.
Dal 1974 espone in varie città d’Italia e molti suoi lavori pittorici sono in collezioni private e presso edifici sacri, tra gli altri: “Sant’Anna e Maria Bambina” a Padova nella Chiesa del Beato Pellegrino; “Apparizione a Maria di Magdala” Santuario di Loreto, eseguita per la Via Lucis in occasione della mostra organizzata dall’UCAI a Verona per il IV Convegno Ecclesiale Nazionale 2006 nella Chiesa di san Tommaso Cantuariense; “Il buon Pastore” a Modena; “L’adorazione eucaristica di Fra Claudio Granzotto” al Museo D’Arte Moderna presso la Pieve di Chiampo (VI) eseguita in occasione dell’omaggio degli artisti italiani a Fra Claudio per la sua beatificazione (1994); “Ritratto di Padre Daniele” al Convento del Sacro Cuore di Saccolongo; “Cristo Risorto” e “Cristo Benedicente” nella chiesetta della Casa di Riposo a Strà (VE); “Cristo il primo dei risorti” presso Acustica Trentina (TN) eseguito in occasione della Mostra Concorso d’Arte Figurativa “Lo Splendore del Cristo Risorto” (2008). “Il Risorgente” al Santuario di San Lorenzo a Vicenza (2012).

Per informazioni
www.massimilianabettiol.it

Previous articleCronache della Shoah – Filastrocche della nera luce
Next articleCarmen
Giuseppe Bettiol
Laureato in filosofia all’Università degli Studi di Padova, collaboro con lo Studio Pierrepi dal 2009. Appassionato comunicazione digitale, ho concentrato la mia attività nelle Digital PR, nei rapporti con le testate e gli influencer digitali, seguendo corsi ad hoc. Dal 2010 sono consulente di media & public relation per la Federazione Italiana Donne Arti Professioni e Affari di Padova, per il Circolo Tralaltro Arcigay Padova e la Società Dante Alighieri sezione di Padova. Dal 2011 sono responsabile dell’ufficio stampa della manifestazione “Padova Pride Village” alla Fiera di Padova. Attualmente sto inoltre collaborando con il Teatro de LiNUTILE di Padova, il Padova Pride 2018 e l’agenzia di comunicazione We-Go.

LEAVE A REPLY