Rock The Dolomites

Dal 16 al 24 marzo in Val Gardena, sulle Dolomiti

0
199
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Rock The DolomitesMarzo all’insegna della musica Rock nelle Dolomiti della Val Gardena con i concerti di Rock The Dolomites che, per un’intera settimana faranno ballare sciatori e appassionati di montagna nei rifugi più belli, sulle piste da sci.
Il fitto programma di eventi inizierà
sabato 16 e si concluderà domenica 24 marzo 2019.

Il primo concerto si volgerà proprio sabato 16, alle ore 16.00, presso la Baita CIAMPAC e i protagonisti saranno i Ladin Songwriters, ovvero, Marion Moroder, Andreas Mayr Kondrak e Ivan Schenk. Marion è una giovanissima cantautrice di 17 anni con una voce unica, capace anche di suonare la batteria e di emozionare con testi e melodie molto intime. Andreas con la band Nolunta’s si è esibito in oltre 350 concerti in tutta Europa e nel Nord America. Nel 2017 si è ritirato in un rifugio di alta montagna, senza telefono cellulare, Internet, elettricità o qualsiasi altro contatto con persone, con il solo obiettivo di scrivere un album in 10 giorni e registrarlo su nastro. Oggi ha ripreso a viaggiare con quelle canzoni scritte durante questa esperienza. Ivan ha preso in mano la chitarra all’età di 16 anni suonando principalmente cover, dal pop e rock al blues, dal punk al country, con una grande capacità naturale di appassionare il pubblico.

Domenica 17 marzo toccherà ai Laeds, ore 13.00 presso il Rifugio SALEI. I Laeds nascono nel gennaio 2013 quando tre fratelli di Bressanone e due amici hanno iniziato a scrivere canzoni. Nel 2015 hanno vinto Upload – come miglior band altoatesina – e hanno cominciato i lavori di registrazione del loro primo album: Salvage, pubblicato nel 2016. A gennaio è uscito il loro secondo concept album HomeStage.

Sempre domenica 17 marzo ma alle 16.00 saranno di scena The Jam’son, presso il Central Parking Hotel Stella. Questa band rappresenta divertimento, intrattenimento e pura energia. Il loro enorme repertorio comprende Rock/Pop/Reggae/Oldies/Funk/Blues/Fox e canzoni originali con le quali è impossibile non ballare o cantare con loro.

Lunedì 18 marzo sarà il momento dei Progetto Kowalski, alle ore 11.00, presso il Rifugio COMICI. Il Progetto Kowalski nasce nel 2018, nell’entroterra veneziano, da un’idea di Alessandro Di Vacri (voce e chitarra), Marcello Marchioni (basso) e Giovanni Ciaramella (batteria e percussioni). Attraverso la formula del trio acustico, Progetto Kowalski dà vita a uno spettacolo senza preconcetti, per amare la musica e farla amare.

Martedì 19 marzo sarà il momento dei Die Schweinhaxen, ore 16.00 Après Ski SNOWBAR RUACIA. Gruppo Folk con una formazione flessibile da 3 a 6 musicisti che suonano tromba, chitarra, fisarmonica, basso, flicorno baritono, batteria, e spaziano tra diversi stili musicali e suonano pezzi propri.

Mercoledì 20 marzo ecco gli Howlin’ Pussy Experience, ore 14.30 presso DANTERCËPIES Mountain Lounge, una band ruvida e istintiva i cui obbiettivi principali possono essere riassunti in groove, interplay e l’abbattimento del muro del suono. In una parola ROCK! Rigorosamente vecchia scuola…

Giovedì 21 marzo, ore 15.00Baita PANORAMA ecco la party-band più popolare e amata dell’Alto Adige: gli Spremuta. Una grande passione per la musica unisce i cinque musicisti da anni. Stare seduti quando questa band suona i suoi brani preferiti è quasi impossibile…. le vivaci e incredibili improvvisazioni lasciano il pubblico a bocca aperta.

Venerdì 22 marzo, alle ore 16.00, saranno The Giggers a riempire di entusiasmo il pubblico al Bar Après Ski LA STUA. Paillettes, lustrini e disco-funk: la band The Giggers, con il suo trascinante entusiasmo vi farà rivivere i mitici anni 70/80. Chic, Earth, Wind and Fire, Gloria Gaynor, Donna Summer e tutti i protagonisti della disco music in un concerto che non vi farà stare fermi nemmeno un secondo.

Sabato 23 marzo, alle ore 13.00, toccherà ai Vinorosso, presso la Baita SASLONCH.
Un nuovo concept per festeggiare l’ottavo anno di vita della band che intrattiene il pubblico con un entusiasmante sound che i componenti stessi del gruppo definiscono ALPINE WELT MUSIC. Il loro obiettivo è quello di costruire ponti e connettere la madrelingua sudtirolesi tedeschi a madrelingua sudtirolesi italiani, diverse culture per un unico popolo.

Infine, domenica 24 marzo, alle 14.00, i Mad Medullasi esibiranno al PIZ SETËUR.
I Mad Medulla sono una cover-band italiana che proviene da diversi percorsi musicali, fusi insieme per portare la loro musica preferita in giro per il mondo.

In conclusione ricordiamo il Seasons End Party, sabato 30 marzo, alle ore 16.00, quando gli  Ugly Cute & Volxrock concluderanno la stagione musicale sulla neve presso il Col da Mulin (Costabella).

LEAVE A REPLY