Piaf, hymne à l’Amour

Il 4 aprile, ore 21, al Teatro Puccini, Firenze

0
333

Piaf hymne à l'amourGiovedì 4 aprile, alle ore 21, al Teatro Puccini di Firenze debutta in prima nazionale “Piaf. Hymne à l’Amour” la nuova coreografia di Alberto Canestro portata in scena dalla sua Lyric Dance Company.

Dopo aver esplorato grandi figure femminili – come le pittrici Artemisia Gentileschi, Frida Khalo, Tamara de Lempicka, la soprano Maria Callas – Alberto Canestro dedica questo suo più recente lavoro a Edith Piaf, la grandissima cantautrice francese interprete del filone “realista”, una vera icona della contemporaneità anche per la sensibilità dolente e una vita fuori dagli schemi.

“La voce di Edith Piaf mi ha sempre ferito il cuore – commenta il coreografo – come la biografia di questa immensa artista, altalenante tra grandi difficoltà nel privato e trionfi artistici. Le infinite sfumature della sua voce, dai toni aggressivi, dolenti, ironici e teneri, ci portano nell’atmosfera unica della Parigi del dopoguerra. La sua sensibilità tormentata e la vita anticonformista rimandano direttamente all’esistenzialismo e a quella sensibilità che, pochi anni dopo la sua morte, daranno vita a quel ’68 che deflagrò proprio da Parigi e cambiò il mondo per sempre. Piaf fu una vera diva, che seppe superare un’infanzia difficilissima, che seppe imporsi con la forza del talento e della determinazione, ma che patì anche per amore e per l’ingratitudine dei tanti artisti che aiutò”.

Ogni frammento della sua vita, bello o brutto che fosse, fu usato dalla Piaf nella sua arte; era questo infatti il segreto della sua intensità, che consentiva a questa donna minuta, avvolta nel suo “petite robe noire”, di dominare i grandi teatri d’Europa e d’America.

All’Usignolo di Francia, che ha cantato la sua filosofia di vita nelle due immortali “Je ne regrette rien” e “La vie en rose”, la Lyric Dance Company dedica un ritratto intenso per raccontare, con il gesto danzato, una donna e un’artista eccezionale, capace di provocare sempre grandi emozioni. All’eleganza di quegli anni, Alberto Canestro ha dedicato i magnifici costumi da lui disegnati per questo spettacolo.

——–

I biglietti per lo spettacolo sono disponibili presso il botteghino del Teatro Puccini oppure online su Boxoffice Toscana o su Ticketone (15 euro posto unico, esclusi diritti di prevendita).

 

LEAVE A REPLY