Banane e King Kong, chiavi del consumismo

Gli Agrupación Señor Serrano al Festival delle Colline Torinesi

0
265

KingdomAl Festival delle Colline Torinesi va in scena Kingdom, l’ultimo lavoro del gruppo di ricerca teatrale catalano Agrupación Señor Serrano, dediti ad indagini su tematiche contemporanee con l’utilizzo massivo di mezzi espressivi tecnologici e commistioni artistiche multidisciplinari. Kingdom è un documentario teatrale di realtà aumentata che ci porta nel cuore del capitalismo attuale, svelandoci la storia della diffusione commerciale della banana nel mondo occidentale da un’intuizione di un geniale affarista americano alla fine dell’800. Fino al 1890 negli Stati Uniti nessuno aveva mai assaggiato una banana e nel giro di 30 anni era già diventata la star del mercato. Creazione di un bisogno che prima non esisteva: basandosi su questo principio la banana era diventata un prodotto virale e tutte le crisi economiche che si succedettero e che ancora oggi sconvolgono i mercati per poi risalire la china, costituiscono gli ingranaggi di un meccanismo che ci schiavizza e ci rende succubi di banane. Gli Agrupación Señor Serrano ci raccontano questa storia utilizzando una scena piena di oggetti e attrezzatura a vista, tutta la finzione del set teatrale è svelata fin dall’inizio, tutta la leggerezza e la forza espressiva è già tutta lì presente davanti ai nostri occhi pronta ad esplodere. Il fondale è un gigantesco schermo su cui le immagini video vengono mixate con le riprese dal vivo effettuate sul palco: la storia dell’esplorazione del Sud America alla ricerca delle banane, è portata avanti con fondali in miniatura o raffigurati, con oggetti d’epoca e segni di matrice storica differenti uniti in un mix postmoderno di racconto visivo contemporaneo, fra Chroma Key realizzati sul momento e segni in movimento che dal palco rimandano allo schermo e viceversa in un loop iconografico analogico/digitale che ci racconta dell’interdipendenza fra vero, verosimile, virtuale e interattivo. Narrazione, video e tanta musica eseguita dal vivo, elettronica ed elettrica, interpolata, mixata e modulata con l’ampio utilizzo di effetti digitali: gli attori raccontano, agiscono, cantano, sono macchinisti, creano la scena sotto i nostri occhi, si cambiano, si spogliano, mostrano i corpi, ci fanno ridere, ammiccano, infrangendo costantemente la quarta parete in un racconto di realtà aumentata vivo, sfrontato e libero. Una disseminazione di segni, un’iperbole di codici espressivi che si incontrano e si riassorbono che cavalcano l’onda di un costante mondo in cui reale e virtuale si baciano e si respingono, fino alla grande festa finale in cui il trionfo dei corpi vivi esalta la necessità di tornare sempre alla grande carne, quando tutto alla fine crollerà.

———

Visto giovedì 13 giugno 2019

Teatro Astra – Via Rosolino Pilo, 6 – Torino

———–

Kingdom

di Àlex Serrano, Pau Palacios e Ferran Dordal
regia Àlex Serrano, Pau Palacios e Ferran Dordal

creazione Àlex Serrano, Pau Palacios e Ferran Dordal
performance Diego Anido, Pablo Rosal, Wang Ping-Hsiang, David Muñiz e Nico Roig
performer Rabii Brahim, Tommaso Brugiapaglia, Nicholas Burello, Nicolò Caloiero, Alessandro Castagneri, Andrea Cerrato, Gianluca Gentiluomo, Michele Prudente, Jacopo Siccardi
musica
 Nico Roig
programmazione video David Muñiz
creazione video Vicenç Viaplana
spazio e modelli in scala Àlex Serrano e Silvia Delagneau
costumi Silvia Delagneau
design delle luci Cube.bz
coreografia Diego Anido
spazio sonoro Roger Costa Vendrell
supporto tecnico Sergio Roca
assistente alla regia Martín García Guirado
capo produzione Barbara Bloin
produttrice esecutiva Paula Sáenz de Viteri
distribuzione in Italia Ilaria Mancia
management Art Republic

una produzione GREC 2018 Festival de Barcelona, FOG Triennale Milano Performing Arts, CSS Teatro
Stabile di Innovazione del Friuli – Venezia Giulia, Teatro Stabile del Veneto – Teatro
Nazionale, Manchester Home Theatre, Teatros del Canal, Teatre Lliure, Théâtre
National Wallonie-Bruxelles, Groningen Grand Theatre, Romaeuropa Festival.
con il supporto di Departament de Cultura de la Generalitat de Catalunya, CCCB Kosmopolis, Sala
Beckett, Teatre Auditori de Granollers, Xarxa Transversal, Graner – Mercat de les Flors
ringraziamenti speciali Festival TNT – Terrassa Noves Tendències, Arts Escèniques OlotCultura, Monty
Kultuurfaktorij, La Fabrique de Théâtre – Province de Hainaut.

LEAVE A REPLY