FOG 2019: Chamber Music Center e Apulian Youth Symphony Orchestra in concerto

Il 25 luglio, ore 21, sotto la Loggia dei Lanzi in Piazza della Signoria, Firenze

0
510

Chamber Music Center Giovedì 25 luglio 2019, alle ore 21.00, in Piazza della Signoria potremo assistere ad un Joint Concert che vedrà unite in un unico programma due formazioni giovanili di due diversi continenti, accomunate dalla stessa strategia di lavoro per livelli di orchestre.

La Loggia dei Lanzi sarà il palcoscenico per la statunitense Chamber Music Center di New York e della pugliese Apulian Youth Symphony Orchestra che suoneranno sotto la direzione di una triade di bacchette rosa: Sibylle Johner, Mary Jo Pagano e Teresa Satalino.

Scopo delle due realtà connettere i giovani musicisti tra loro e col mondo attraverso la Musica.

L’obiettivo si realizza proprio a Firenze, la Città del Giglio, fulcro dell’umanità, dal Rinascimento ad oggi, e delle sue molteplici competenze artistiche.

Le Danze polovesiane del russo Alexander Borodin, tratte dall’opera incompiuta Principe Igor, apriranno l’esibizione. Si articolano in un’introduzione, quattro danze, la ripetizione della seconda danza e la coda e si collocano alla fine dell’atto II, quando il signore dei Tartari polovesi intrattiene con danze e canti il Principe Igor, suo prigioniero.

Dalla Russia agli USA con l’esecuzione di Mars [Marte] da The Planets op. 32 di Gustav Holst. Suite per grande orchestra composta tra il 1914 e il 1916, tributo dell’autore alle sue due grandi passioni: l’astronomia e la mitologia. La composizione ha un carattere imponente, battagliero, feroce che ben descrive il Dio greco e romano della Guerra.

Dagli USA al Messico con l’esecuzione di Danzòn n. 2 di Arturo Màrquez,un lavoro sinfonico dove le atmosfere melanconiche e i ritmi latino americani si intrecciano al caratteristico ballo cubano.

Stills di Jeremy Bell, giovane compositore dell’Arizona, anticipa il Concerto per due violoncelli e orchestra RV 531 in sol minore di Antonio Vivaldi, articolato nei tre movimenti canonici del concerto grosso e solistico barocco: Allegro, Largo, Allegro. Esuberanza, fantasia inventiva, sensibilità timbrica si uniscono alla chiarezza del disegno melodico, all’agilità del fraseggio e alla vivacità dei contrasti ritmici delle due sezioni: solo e tutti.

———

Ingresso libero e gratuito.

Per info: www.florenceyouthfestival.it

LEAVE A REPLY