Con altri occhi

Dal 5 novembre al 5 aprile al Teatro Franco Parenti, Milano

0
190
Con altri occhi
Foto di Antonio Ficai

È già domani è il titolo che Il Teatro Franco Parenti ha scelto per la stagione 19/20. Un titolo che gioca con il tempo: quello che passa, quello che non passa mai, quello che ce n’è sempre poco, quello che lasciamo passare, che sprechiamo senza neanche rendercene conto. Per entrare nel “futuro con fiducia” è necessario uscire dagli schemi ripetitivi del passato, indossare la maschera di un altro, imparare a guardare nello specchio riflesso le ansie e le paure del nostro tempo, noi stessi e gli altri.

E per questo proponiamo gli spettacoli di quattro giovani compagnie (Oyes, Frigoproduzioni, Vuccirìa Teatro e Controcanto Collettivo) capaci di raccontare analizzare ed esorcizzare il malessere, la paura, l’incertezza del futuro e che ci invitano a guardarlo “con altri occhi”.

Cinque spettacoli che rappresentano le nuove prospettive della nostra drammaturgia e giovani promesse che, a fianco di protagonisti noti del nostro cartellone – siamo certi- stimoleranno la curiosità degli spettatori.

Ciascuna compagnia ha tracciato un originale percorso autoriale e attoriale e, per quanto ancora agli inizi, ha già ottenuto importanti riconoscimenti: Claudia Marsicano di Frigoproduzioni ha vinto il Premio Ubu 2017 come miglior attrice Under 30; Controcanto Collettivo è la compagnia vincitrice del Festival I Teatri del Sacro 2019; la Compagnia Oyes ha meritato il Premio Hystrio Iceberg 2018, mentre lo spettacolo di Vuccirìa Teatro ha vinto il Premio della Critica nell’ambito del Festival Direction Under 30.

Diverse per provenienza geografica, per linguaggi e contenuti, le compagnie che ospitiamo mettono in scena, ciascuno osservandola dal proprio piccolo angolo di mondo, la crisi delle nuove generazioni: l’assenza di ideali, la paura del fallimento, la difficoltà delle relazioni umane. Una varietà di voci capace di creare un ponte che va dalla Sicilia ancestrale e primitiva alla cameretta-cella adolescenziale e di raccontare un’umanità in perenne affanno e alla ricerca di dove collocarsi in un futuro sempre più incerto.

———

5 – 17 novembre 2019

SCHIANTO

Uno spettacolo di Oyes

———

19 – 22 novembre 2019

SOCIALMENTE
Frigoproduzioni/Gli Scarti

———

23 novembre – 1 dicembre 2019

TROPIACANA

Frigoproduzioni/Gli Scarti

———

14 – 26 gennaio 2020

IO, MAI NIENTE CON NESSUNO AVEVO FATTO

Compagnia Vuccirìa Teatro

———

31 marzo – 5 aprile 2020

SETTANTA VOLTE SETTE

Controcanto Collettivo

———

5 – 17 novembre 2019
SCHIANTO
uno spettacolo di Oyes

ideazione e regia Stefano Cordella

drammaturgia collettiva

con Francesca Gemma, Dario Merlini, Umberto Terruso, Fabio Zulli

disegno luci Stefano Capra

sound design Gianluca Agostini

scene e costumi Maria Paola Di Francesco

assistente alla regia Noemi Radice

organizzazione Valeria Brizzi, Carolina Pedrizzetti

produzione Oyes
Con il sostegno di Mibac, Fondazione Cariplo, Next-laboratorio delle idee per la produzione e la distribuzione dello spettacolo dal vivo 2018/2019, Centro di Residenza della Toscana (Armunia Castiglioncello – CapoTrave/Kilowatt Sansepolcro), Teatro in-folio/Residenza Carte Vive

Menzione speciale Forever Young 2017/2018 – La Corte Ospitale

durata 60 minuti

Un uomo cinico e disilluso e un esuberante tassista che ha da poco scoperto di diventare padre, diventano, loro malgrado, protagonisti di un on the road allucinato e contaminato dai generi più diversi: dal pop colorato dei fumetti alle atmosfere notturne e stranianti alla David Lynch. Una serie di incidenti, reali e metaforici, tra cui l’incontro con un Robin stanco di essere l’eterna spalla del vecchio Batman, li obbligherà a fermarsi in uno squallido locale in mezzo al nulla. Questa sosta improvvisa verrà allietata dalla ipnotica voce di una misteriosa cantante da night club, pronta ad accogliere e a custodire i segreti e le frustrazioni dei tre uomini in un tempo che si dilata a ritroso fino alla prima giovinezza, quando tutto sembrava ancora possibile.

Schianto è una surreale autocritica a quella parte di noi che ha smesso di credere nel cambiamento. Lo specchio in frantumi di una generazione senza ideali, che può salvarsi solo nella condivisione di una crisi da cui ripartire. 


“È uno spettacolo sulle ossessioni generazionali. Sono quattro personaggi che si scoprono inadeguati davanti al cambiamento. Lo schianto li obbliga a fermarsi. In questo stallo sono costretti a fare i conti con se stessi e con quanto costruito sino ad ora, mettendo in evidenza la difficoltà di prendersi le proprie responsabilità”. Stefano Cordella 

———-

ORARI
martedì 5 Novembre h 19:30, mercoledì 6 Novembre h 20:15, giovedì 7 Novembre h 20:30, venerdì 8 Novembre h 21:00, sabato 9 Novembre h 20:00, domenica 10 Novembre h 16:45, martedì 12 Novembre h 19:30, mercoledì 13 Novembre h 20:15, giovedì 14 Novembre h 20:30, venerdì 15 Novembre h 21:00, sabato 16 Novembre h 20:00, domenica 17 Novembre h 16:45

PREZZI
Intero 15€; under26 13€; over65 15€

CARD LIBERA

5 ingressi 50€ | 10 ingressi 90€

(da usare anche la sera stessa e per lo stesso spettacolo)

———

INFO E BIGLIETTI
Biglietteria
via Pier Lombardo 14
02 59995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.it

LEAVE A REPLY