Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Noseda e Kavakos per Beethoven/Čajkovskij

Due stelle internazionali per il Concerto per violino di Beethoven e la Sinfonia n. 3 di Čajkovskij, il 13, 14, 15 febbraio in Sala Santa Cecilia a Roma

0
530

Accademia Nazionale di Santa CeciliaDue stelle internazionali, Gianandrea Noseda e Leonidas Kavakos, sono i protagonisti del nuovo appuntamento della stagione sinfonica dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia con un programma particolarmente interessante che include il celeberrimo Concerto per violino di Beethoven e la Sinfonia n. 3 (Polacca) di Čajkovskij, da giovedì 13 febbraio ore 19.30 (con repliche venerdì 14 ore 20.30 e sabato 15 ore 18, Sala Santa Cecilia, Auditorium Parco della Musica).

Da non perdere il Concerto per violino, unico, magnifico concerto di Beethoven per lo strumento qui affidato alla sensibilità interpretativa di Kavakos: indispensabile per questo concerto fra i più amati del repertorio solistico non solo il virtuosismo, ma anche una spiccata personalità artistica e una piena maturità espressiva.

Qualità che Kavakos, da anni anche direttore d’orchestra, infonde in una delle pagine musicali più amate del compositore tedesco dove il lirismo si associa alla cantabilità e al virtuosismo.

Fra i massimi virtuosi del violino, il greco Leonidas Kavakos, è una presenza costante nei programmi di Santa Cecilia che quest’anno è presente nel cartellone con ben 4 appuntamenti dedicati al compositore tedesco con un Tutto Beethoven. Dopo il concerto sinfonico e i due concerti per il cartellone cameristico (22 gennaio scorso, prossimo appuntamento il 25 marzo con Enrico Pace al pianoforte per lIntegrale delle Sonate per pianoforte e violino), Kavakos sarà di nuovo impegnato con lOrchestra dellAccademia di Santa Cecilia diretta da Daniele Gatti ad Atene in un programma che include ancora l’esecuzione del Concerto per violino di Beethoven.

La seconda parte della serata è affidata interamente alla bacchetta di Gianandrea Noseda, già Accademico di Santa Cecilia e fra i migliori direttori della sua generazione, molto impegnato a livello internazionale: sarà sul podio alla guida dell’Orchestra ceciliana con la Sinfonia n. 3 di Čajkovskij, composta nel 1875. RibattezzataPolacca, ma solo successivamente alla composizione facendo riferimento a “In tempo di Polacca”, ritmi di danze polacche indicati nell’ultimo movimento, è al debutto a Santa Cecilia. Unica delle sei sinfonie di Čajkovskij scritta in cinque movimenti, è una pagina musicale che si caratterizza per le atmosfere brillanti e vivaci, ben lontana dalle altre altre celeberrime sinfonie del compositore russo.

Biglietti da 19 a 52 (Under30 sconto del 25%). Biglietti da 19 a 52 (Under30 sconto del 25%). I biglietti possono essere acquistati presso Botteghino Auditorium Parco della Musica, tel. 068082058, Botteghino Via Vittoria 6, prevendita telefonica con carta di credito. Call Center TicketOne tel. 892.101, info: www.santacecilia.it.

LEAVE A REPLY