Luce sull’archeologia – Il mito di Roma

Il 14 febbraio, ore 11, in diretta streaming sul canale Youtube del Teatro di Roma

0
449

Domenica 14 febbraio (ore 11), in diretta streaming sul suo canale YouTube, il Teatro di Roma omaggia i 150 anni di Roma Capitale con un appuntamento speciale del ciclo di incontri di storia e di arte Luce sullarcheologia dal titolo IL MITO DI ROMA, DA CAPITALE DI UN IMPERO A CAPITALE D’ITALIA, come sempre introdotto e presentato da Massimiliano Ghilardi e con la partecipazione di Claudio Strinati e Andreas M. Steiner. 

Una lezione per festeggiare questo importante traguardo e unoccasione per ripensare il ruolo culturale di una città dalla storia unica e secolare, e a cui mai come questanno il Teatro di Roma guarda come ad oggetto privilegiato del proprio racconto artistico; quando Roma diventa capitale è infatti una città ben lungi dallessere un faro culturale per uno Stato giovane come lItalia del tempo, ma lo diventerà nel secolo successivo grazie allintreccio di saperi popolari, allazione istituzionale e al suo immenso patrimonio artistico. 

Appuntamento dunque con IL MITO DI ROMA in cui la Prof.ssa di Storia Moderna all’Università di Tor Vergata a Roma Marina Formica propone Roma, Romae. Una capitale in età moderna, per parlare della secolarizzazione della città di Roma dopo lUnità d’Italia, che rappresentò una tra le difficoltà che i ceti dirigenti si trovarono ad affrontare per trasformare la città “santain città “laica; segue il Prof. emerito di Storia contemporanea alla Sapienza di Roma Emilio Gentile con Il mito di Roma, da capitale di un impero a capitale dItalia, per analizzare il fenomeno di Roma come capitale mai amata dagli italiani e immersa nell’inerzia di una società rimasta fuori dalla modernità.

L’incontro prevede la partecipazione del mezzosoprano Silvia Pasini e del tenore Michael Alfonsi, accompagnati dal Maestro Simone Genuini, che eseguiranno una selezione di brani dalle opere di Rossini, Bellini e Verdi, una vera e propria colonna sonora del Risorgimento. Un inno al belcanto con attraverso lesecuzione del seguente programma musicale: Aria di Cleopatra, Piangerò la sorte mia, dal Giulio Cesare di G.F. Händel; Rondò di Isabella, Pensa alla Patria, dallItaliana in Algeri di G. Rossini; Duetto Adalgisa e Pollione, Va crudele, al dio spietato, dalla Norma di V. Bellini; La mia letizia infondere, da I Lombardi alla prima crociata di G. Verdi; O Don fataledal Don Carlo di G. Verdi; Ah la paterna mano, da Macbeth di G. Verdi. Finale con Vissi d’arte, dalla Tosca di G. Puccini; E lucean le stelle, dalla Tosca di G. Puccini; Inno di Mameli.

——–

 LUCE SULLARCHEOLOGIA 

Il secondo appuntamento di Luce sullarcheologia sarà un incontro-evento dedicato a Roma, da Capitale di un impero a Capitale di una nazione. Un omaggio con il quale il Teatro di Roma partecipa alle celebrazioni per i centocinquantanni di Roma Capitale dItalia. Oltre gli interventi di Marina Formica e di Emilio Gentile, docenti della Sapienza Università di Roma,anche un programma musicale dedicato a Roma e al Risorgimento.

——–

IL MITO DI ROMA, DA CAPITALE DI UN IMPERO A CAPITALE D’ITALIA

con Massimiliano Ghilardi e Andreas M. Steiner

 e con la partecipazione di Claudio Strinati

contributi di Marina Formica, (Professoressa di Storia Moderna all’Università di Tor Vergata a Roma)

Emilio Gentile (Professore emerito di Storia contemporanea alla Sapienza Università di Roma)

con la partecipazione di Silvia Pasini (mezzososoprano al Teatro dellOpera di Roma)

e Michael Alfonsi (tenore al Teatro dellOpera di Roma)

accompagnati dal Maestro Simone Genuini (direttore della JuniOrchestra dellAccademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma e docente presso il Conservatorio Gaetano Braga di Teramo) 

LEAVE A REPLY