La deriva dei continenti

Il 22 maggio, dalle ore 19, al Teatro di Rifredi, Firenze

0
197
Foto di Marco Borrelli

Pupi e Fresedde – Teatro di Rifredi Centro di Produzione Teatrale Firenze

Terza fase del progetto BANCO DI PROVA

di Edoardo Zucchetti

con Luisa Cattaneo e Vieri Raddi

prodotto da Pupi e Fresedde-Teatro di Rifredi

curato da Francesco De Biasi

in collaborazione con ITT Marco Polo

con il contributo della Fondazione CR Firenze

nell’ambito del Bando Partecipazione Culturale 2020

con il patrocinio di Regione Toscana e del Comune di Firenze

con la collaborazione del Tavolo regionale di Educazione alla cittadinanza globale

Fondazione Archivio Diaristico Nazionale – onlus

Comune di Pontassieve

Partner sanitario Croce Rossa Italiana – Comitato di Firenze OdV

video Simone Petracchi

———–

Banco di prova” è un innovativo progetto di approfondimento culturale sul tema dei movimenti migratori ideato da Edoardo Zucchetti e sviluppato e condotto, oltre che dallo stesso Zucchetti, dagli attori Luisa Cattaneo e Vieri Raddi. Realizzato con il contributo della Fondazione CR Firenze nel quadro del Bando “Partecipazione Culturale 2020”, il progetto è curato da Francesco De Biasi per il Centro di Produzione Teatrale Pupi e Fresedde-Teatro di Rifredi, che ha individuato nell’ITT Marco Polo di Firenze, guidato dal sociologo Ludovico Arte, l’ambiente scolastico ideale per realizzarlo, Istituto che a sua volta ne ha con entusiasmo condiviso gli intenti.

Terminate le prime fasi di “Banco di Prova”, realizzate da Febbraio a Maggio con laboratori e approfondimenti sul tema delle migrazioni umane, un gruppo di studenti ha preso parte, nel mese di Maggio, alla fase 3 del progetto “La deriva dei continenti”, caratterizzata da incontri e workshop. Nella nave di legno situata nel giardino della scuola, i ragazzi hanno ascoltato le testimonianze di migranti, artisti e viaggiatori, provenienti da varie parti del mondo: Bakary Jobe, Naomi Berrill, Folco Terzani.

Da questi incontri è nato un laboratorio, teatrale, musicale e fotografico, con tutti i protagonisti del progetto che ha portato alla creazione di una performance “La deriva dei continenti” appunto, incentrata sul tema del viaggio dell’uomo sulla terra. Con l’uso multidisciplinare delle arti quali scrittura, danza, recitazione, musica, fotografia, video e sport la performance farà del Teatro di Rifredi un’arca di Noè delle arti e dei racconti, preparata dai ragazzi, per i ragazzi.

Sabato 22 maggio il pubblico prenderà parte a questo viaggio a partire dalle ore 19:00, si consiglia di presentarsi con anticipo per gli adempimenti di accesso secondo le procedure anticontagio garantite grazie alla Croce Rossa Internazionale, in una inedita veste di partner sanitario di un progetto culturale.

Già all’ingresso si potranno ascoltare le parole scritte dai ragazzi nei mesi di Febbraio e Marzo e rappate da Vieri Raddi negli incontri in classe. Il percorso di accesso alla sala permetterà di vedere le attività svolte dagli studenti in questi mesi mediante l’ausilio di video, foto e installazioni sparse nel foyer. L’accesso alla sala sarà accompagnato dalle voci dei ragazzi e dai loro scritti, selezionati e registrati con atmosfere musicali originali, al quale seguirà un saluto delle istituzioni. Si aprirà così nuovamente il sipario sulle attività per le scuole del Teatro di Rifredi, interrotte nel Febbraio del 2020, con una performance che ci farà viaggiare dal 19 a.c al 2030, con testi di Virgilio, Euripide e dei ragazzi dell’ITT Marco Polo di Firenze.

L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento dei 150 posti disponibili con prenotazione obbligatoria allo 055 4220361. Si raccomanda di arrivare qualche minuto di anticipo per le procedure anticovid.

“L’attività del Centro di Produzione Pupi e Fresedde – Teatro di Rifredi è sostenuta da Ministero della Cultura, Regione Toscana, Comune di Firenze”.

———

PER INFORMAZIONI

055/422.03.61 – www.toscanateatro.it

LEAVE A REPLY