KREMERATA BALTICA

242

Fortezza Santa Barbara | PISTOIA
(Piazza della Resistenza)

KREMERATA BALTICAGIDON KREMER violino e concertatore
PER ARNE GLORVIGEN bandoneón
ANDREI PUSHKAREV vibrafono

“Hommage à Astor Piazzolla”

Astor Piazzolla
Tres minutos con la realidad (per archi)

Astor Piazzolla/Sofia Gubaidulina/Andrei Pushkarev
Le Grand Tango (per violino e archi)

Astor Piazzolla
Café 1960 (per violino e bandoneón)

Per Arne Glorvigen
Tango Funèbre (per bandoneón e archi)

Astor Piazzolla / Sverre Indris Joner / Per Arne Glorvigen
Tristezas de un Doble A (per bandoneón e archi)

Astor Piazzolla / Andrei Pushkarev
Little Italy 1930 (per vibrafono solo)

Astor Piazzolla / José Bragato
Vardarito (per violino e archi)

Astor Piazzolla/Andrei Pushkarev
Celos
Michelangelo ’70
(per violino, vibrafono e archi):

La vita artistica di Gidon Kremer, violinista fra i massimi, personalità eclettica e interprete di grande profondità e intelligenza, si è sviluppata su un percorso originalissimo illuminato da scelte di rara coerenza ed integrità.
Con “Hommage à Astor Piazzolla” Gidon Kremer arriva alla Fortezza Santa Barbara di Pistoia (mercoledì 25 Agosto, ore 21.15), alla guida della sua Kremerata Baltica, per condurre il pubblico in un viaggio nella musica di Astor Piazzolla, rileggendone le opere fra rivisitazioni e trascrizioni. Senza rinunciare ad alcuni degli elementi tipici del genere, come la voce del bandoneón, affidata per l’occasione a Per Arne Glorvigen che è anche autore di uno dei brani in programma.
Fra i solisti che si alterneranno sul palco della Fortezza troviamo anche il grande vibrafonista Andrei Pushkarev, membro della Kremerata e arrangiatore di alcuni brani di questo concerto che intreccia trame sullo spazio e sul tempo, annullando le distanze geografiche fra il Mar Baltico e il Mar de la Plata e quelle che si contano sul passare degli anni: 100 dalla nascita di Piazzolla, 25 dalla nascita della Kremerata, 25 anche quelli trascorsi dal primo omaggio musicale che Kremer dedicò al musicista che seppe rivoluzionare profondamente il tango argentino.

Un concerto imperdibile che impreziosice la programmazione estiva dell’Associazione Teatrale Pistoiese, SPAZI APERTI, curata, per la sezione di musica sinfonica da Daniele Giorgi e promossa in collaborazione con Fondazione Pistoiese Promusica.

Il programma comprende: Astor Piazzolla, Tres minutos con la realidad (per archi): Astor Piazzolla/Sofia Gubaidulina/Andrei Pushkarev, Le Grand Tango (per violino e archi); Astor Piazzolla, Café 1960 (per violino e bandoneón); Per Arne Glorvigen, Tango Funèbre (per bandoneón e archi); Astor Piazzolla/Sverre Indris Joner/Per Arne Glorvigen, Tristezas de un Doble A (per bandoneón e archi); Astor Piazzolla/Andrei Pushkarev, Little Italy 1930 (per vibrafono solo); Astor Piazzolla/José Bragato, Vardarito (per violino e archi), Astor Piazzolla/Andrei Pushkarev, Celos, Michelangelo ’70 (per violino, vibrafono e archi).

La sezione sinfonica di SPAZI APERTI continua, a settembre, con Gli Archi della Leonore diretti da Daniele Giorgi con la partecipazione dell’attore Massimo Popolizio (1 settembre) e con l’OGI-Orchestra Giovanile Italiana con Barnabás Kelemen, violino solista e direttore (9 settembre).

KREMERATA BALTICA
Direttore Artistico: Gidon Kremer
Gidon Kremer ha creato le condizioni ideali per una rivoluzione musicale quando, nell’estate del 1997 in occasione del Festival di Lockenhaus in Austria, il violinista di fama mondiale ha svelato il suo nuovo intrigante progetto: dare vita a quella che era destinata a diventare in breve tempo una delle orchestre da camera più prestigiose del mondo. La Kremerata Baltica è composta da giovani talenti provenienti da Lettonia, Lituania ed Estonia, e si è esibita in più di cinquanta Paesi, più di seicento città ed ha tenuto più di mille concerti, assicurandosi il sostegno duraturo delle tre nazioni da cui trae origine. Nel 2003 la Kremerata Baltica ha fondato il proprio festival nella città lettone di Sigulda. È inoltre protagonista di apparizioni nelle rassegne concertistiche più importanti d’Europa, quali quelle di Schloss Neuhardenberg a Berlino, Schloss Elmau in Bavaria e Schloss Esterházyin ad Eisenstadt. Nelle ultime stagioni, l’ensemble ha ampliato i confini del proprio universo includendo eventi come “To Russia with Love” e “All About Gidon”. Sin dai primi anni della sua fondazione la Kremerata Baltica collabora con i più grandi solisti e direttori d’orchestra. La peculiare identità della Kremerata Baltica è strettamente legata all’aspetto variegato e fantasioso dei propri programmi. Molte delle registrazioni dell’ensemble ne testimoniano lo stretto rapporto con specifici compositori. Per celebrare il ventesimo anniversario della Kremerata Baltica, nel gennaio del 2017 l’etichetta discografica ECM ha pubblicato una nuova registrazione di tutte le Sinfonie da camera di Mieczyslaw Weinberg.

GIDON KREMER | violino solista e concertatore
Spinto dalla sua filosofia artistica sorprendentemente inflessibile, Gidon Kremer si è guadagnato la reputazione mondiale di uno degli artisti più originali e affascinanti della sua generazione. Il suo repertorio è eccezionalmente ampio ed abbraccia le principali opere per violino del periodo romantico e di quello classico, abbinandolo alla musica di straordinari compositori del XX e XXI secolo. È stato sostenitore delle opere di compositori viventi russi e dell’Europa dell’est ed ha interpretato numerose loro nuove composizioni, diverse delle quali sono state dedicate proprio a lui. Artista straordinariamente prolifico, Kremer ha al suo attivo più di 120 registrazioni, molte delle quali hanno ricevuto prestigiosi premi e riconoscimenti internazionali, tra i quali il Premio Ernst von Siemens, la Bundesverdienstkreuz, il Triumph Prize 2000 (Mosca), il Premio Unesco nel 2001, ed il Premio Una Vita Nella Musica – Artur Rubinstein a Venezia nel 2011. Nel 2016 Gidon Kremer ha ricevuto il Praemium Imperiale, considerato il Premio Nobel del mondo musicale. Nel 1997 Gidon Kremer ha fondato l’orchestra da camera Kremerata Baltica con lo scopo di promuovere giovani musicisti talentuosi provenienti dall’area baltica. Da allora l’ensemble e il suo fondatore sono stati protagonisti di grandi tournée esibendosi in molte delle più rinomate sale concertistiche e apparendo nei festival più prestigiosi del mondo. Gidon Kremer negli ultimi anni si è dedicato alla riscoperta di Mieczyslaw Weinberg, divenendo promotore della diffusione delle opere di questo compositore.

PER ARNE GLORVIGEN | bandoneón
Considerato tra i migliori bandoneonisti del nostro tempo, Per Arne Glorvigen ha avuto i suoi primi contatti con lo strumento all’età di 25 anni, dopo aver concluso il suo percorso di studi alla State Academy of Music di Oslo ed essersi trasferito a Parigi, dove ha incontrato il maestro di bandoneon argentino Juan José Mosalini. Dopo aver studiato con il M° Mosalini e aver soggiornato a Buenos Aires, Glorvigen ha iniziato la sua carriera di bandoneonista. Sono stati cruciali, per il suo percorso, gli incontri con le leggende del tango Astor Piazzolla, Osvaldo Pugliese e Horacio Salgán e la sua stretta amicizia con il poeta Horacio Ferrer. Per Arne Glorvigen collabora abitualmente con Nicolas Altstaedt, Natalie Clein, Marie-Pierre Langlamet, Göran Sölscher, l’ensemble Tango for 3, e i quartetti Leipziger, Delian, Maxwell, Apollon Musagète e Alban Berg, la Deutsche Kammerphilharmonie Bremen, la Staatskapelle di Dresda, la Komische Oper di Berlino, la BBC Symphony Orchestra, la Liverpool Philharmonic, l’Orchestra Giuseppe Verdi di Milano, le Orchestre Filarmoniche di Oslo, Stoccolma, Göteborg, Malmö e Copenhagen (DR), la Russian National Orchestra, i Solisti dell’Orchestre de Paris e l’Orchestre National d’ile de France. Le sue collaborazioni più importanti sono avvenute con il violinista Gidon Kremer, con il quale ha registrato quattro CD e suonato quasi cento concerti in tutto il mondo. Per Arne Glorvigen ha registrato per Simax, Auvidis, Nonesuch, Sony Classical, Teldec, EMI Classics e Deutsche Grammophon.

ANDREI PUSHKAREV | vibrafono
Percussionista, compositore, arrangiatore, Andrei Pushkarev è vibrafonista solista della Kremerata Baltica Chamber Orchestra, fondata dal violinista di fama mondiale Gidon Kremer. Come solista si esibisce in numerose sale da concerto in tutto il mondo, tra cui la Carnegie Hall di New York, la Albert Hall di Londra, il Musikverein e la Konzerthaus di Vienna, il Concertgebouw di Amsterdam, la Elbphilharmonie di Amburgo, per citarne alcune. Come musicista da camera si è esibito con artisti del calibro di Gidon Kremer, Yo Yo Ma, Martha Argerich, Vadim Repin, Sol Gabetta, Julius Berger, Julian Rachlin, Alexander Zemtsov, Mario Brunello, Lukas Debargue, Plamena Mangova, Alexander Knyazev, Sergei Dogadin, Lukas Geniusas, Didier Lockwood, Michel Portal, Peter Sadlo, David Friedman e Emmanuel Sejourne. Andrei Pushkarev è stato vincitore di numerosi premi internazionali, tra i quali un Grammy Award (per il CD “After Mozart” del 2001), un Echo Award (2002), un Deutsche Schallplatte (per il CD “Bach Vibrations”, 2007), un Pro Europe Award (2004). Andrei Pushkarev è stato l’arrangiatore-compositore dei balletti “Don Giovanni” (2017) e “Signora delle Camelie” (2020). Dal 2009 Andrei Pushkarev tiene regolarmente master class in tutto il mondo (Nord e Sud America, Europa, Asia e Australia). È stato membro di giuria in numerosi concorsi internazionali di percussioni tra cui il Concorso TROMP percussion (Paesi Bassi), il Concorso Internazionale PAS (Italia), il Concorso Northwestern (USA) e molti altri. Dal 2013 è ambasciatore ufficiale di Majestic Percussion™ e Innovative Percussion™.

SPAZI APERTI è promosso e realizzato da Associazione Teatrale Pistoiese Centro di Produzione Teatrale, con il fondamentale sostegno dei due principali soci ATP, Comune di Pistoia e Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, il contributo di Ministero della Cultura, Regione Toscana e di Far.com, Unicoop Firenze e Toscana Energia, partner istituzionali di tutta l’attività, in collaborazione con la Direzione regionale Musei della Toscana e Villa Stonorov – Fondazione Vivarelli.

Biglietti: 15,00 intero 10,00 ridotto (Riduzioni previste per Over 65, Under30, possessori della Carta Fedeltà Far.com, soci Unicoop Firenze, abbonati delle stagioni ATP 2019/2020 (prosa, sinfonica e cameristica), iscritti alla Scuola di Musica e Danza “T. Mabellini”, tesserati il Funaro, iscritti FAI, Cral, Associazione culturali convenzionate con l’Associazione Teatrale Pistoiese.
Prevendita: Biglietteria Teatro Manzoni 0573 991609 – 27112 (orario: dal martedì al venerdì ore 16/19; sabato ore 11/13) e on line su www.bigliettoveloce.it e su www.teatridipistoia.it.

L’accesso ai concertii è condizionato all’esibizione della Certificazione verde COVID-19 (Green Pass) o a quant’altro previsto dal DL 105 del 23/7/2021 (fatta eccezione per i minori di 12 anni) https://www.dgc.gov.it/web/