Sibari Art Festival 2021

Cultura come liberazione

479

Giunto alla sua 14ma edizione, il Sibari Art Festival 2021 presenta quest’anno un programma all’insegna della valorizzazione dell’eccellenza letteraria, teatrale, poetica e narrativa calabrese partendo dalla memoria storica di un grande protagonista della cultura e del giornalismo durante la Resistenza, Corrado Alvaro, icona del neorealismo e dell’antifascismo ma anche della migrazione, della lontananza, della redenzione attraverso il viaggio e la cronaca fedele e reale della società. 

Cultura come Liberazione” dalle catene dell’ignoranza e della paura, dal limite quando è imposto, dalle gabbie del passato e del pregiudizio è il titolo scelto dal direttore artistico Giovanni Spedicati (editore della Casa Editrice La Mongolfiera) per un’edizione del festival che vede lavorare in sinergia l’Associazione Laghi di Sibari, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Cassano allo Ionio e una rete fittissima di associazioni ambientaliste, femministe ed ecopacifiste regionali. 

Il programma si apre il 20 agosto alle ore 21,30 con la presentazione del Festival a cura del Direttore artistico Giovanni Spedicati e i saluti del Presidente Associazione Laghi di Sibari Luigi Guaragna e dell’Assessore alla cultura del Comune di Cassano Ionio Annamaria Bianchi. Seguirà l’intrattenimento teatrale per bambini e adulti all’insegna del viaggio e della fantasia con Matilde Tursi, attrice e redattrice Rai che presenta il suo spettacolo “In viaggio con Matilde. Alla scoperta del nostro pianeta”, un podcast che durante il lockdown e la pandemia ha permesso a bambini e studenti di volare sulle ali della fantasia in luoghi esotici e lontani, guidata da una racconta-storie dalle grandi capacità interpretative ed empatiche.

Domenica 22 agosto, alle 21,30, la serata si avvierà con la presentazione al pubblico dei numeri 9 e 10 della Rivista ecopacifista “La Mongolfiera” e proseguirà all’insegna del teatro e della poesia con il poeta e scrittore Dante Maffia presentato dalla giornalista e storica Mariangela Maritato, con la partecipazione di Carlo Rango che presenterà la letteratura del grande poeta e autore originario di Roseto Capospulico e l’intervento dell’editore Giovanni Spedicati e dell’impresario Andrea Solano che parleranno del teatro di Maffia. 

Gran finale lunedì 23 agosto, sempre alle 21,30, con la presentazione del libro “La fragilità – Lo stato delle cose” di Mario Aloe (Mediterranean Media Edizioni) con l’editrice e docente Nadia Gambilongo e l’autore, in seguito alla quale verrà proiettato il film “Terra d’Alvaro” di Gian Paolo Callegari e presentato il libro “Corrado Alvaro e il Cinema – una magnifica ossessione” di Maria Cristina Briguglio e Giovanni Scarfò (Città del Sole Edizioni) con la presenza degli autori. Conduce la serata Mariangela Maritato.