Climate Change Theatre Action 2021

311

Il teatro si unisce contro il cambiamento climatico. Giovanni Morassutti e Legambiente presentano When sulle rive del fiume Tagliamento.

Climate Change Theatre Action e’ un progetto promosso dal The Arctic Cycle e dal Centre for Sustainable Practice in the Arts che tra settembre e dicembre 2021 propone una serie di letture e spettacoli di brevi opere teatrali scritte da oltre 50 drammaturghi di tutto il mondo sul tema del cambiamento climatico. Gli spettacoli verranno presentati in coincidenza con l’incontro delle Nazioni Unite (COP) in merito al Green New Deal. In Friuli Venezia Giulia, la residenza internazionale per artisti Art Aia – Creatives / In / Residence, che unisce arte e sostenibilità ambientale, propone lo spettacolo When, scritto da Wren Brian ed interpretato da Viviana Piccolo e Clelia Delponte. Assieme a Martina Bellucci, vice-presidente del Circolo Legambiente “Fabiano Grizzo” di Pordenone, Giovanni Morassutti, attore e regista attivo sul fronte dell’ambiente, ha deciso di organizzare un evento sulle rive del Tagliamento, il re dei fiumi alpini, utilizzando esclusivamente “energia pulita” grazie al sostegno della ditta la casa del sole, specializzata in pannelli solari e energie alternative. Un momento rivolto alla comunità´territoriale che prevede una serie di interventi sulla tematica ambientale a cura di svariati partners, come appunto Legambiente Pordenone, Edoardo Marcon, titolare della ditta la casa del sole e tanti altri.

“Il cambiamento climatico è già realtà: lo è nella nostra regione come nel resto del mondo. Già ne vediamo gli effetti: eventi piovosi e siccitosi estremi, estati molto calde, inverni secchi e sempre più miti, meno neve in montagna, grandinate fuori stagione”, sostiene Martina Bellucci, “La Legambiente da anni cerca di smuovere i governi e le persone nel fare qualcosa per contrastarlo e continua a farlo perché abbiamo ancora qualche anno per non finire nel baratro. Mitigare gli effetti del riscaldamento globale è un dovere che abbiamo nei confronti delle nostre figlie e figli e di miliardi di altri esseri viventi che abitano questo pianeta. Il ruolo del singolo è certamente importante: i comportamenti ecosostenibili oltre che all’ambiente, fanno del bene in primis a chi li applica. Ma i singoli assumono potenza soprattutto quando si riuniscono e chiedono a gran voce ai governi e alle aziende di modificare leggi e comportamenti. Iniziative come quella di Climate Change Theatre Action servono proprio a questo: a non farci sentire soli nella battaglia. Eventi pubblici di sensibilizzazione, denunce e segnalazioni, educazione ambientale nelle scuole sono solo alcune delle azioni che aiuterete a sostenere finanziando questo progetto che unisce la tutela ambientale e l’arte.”
La messa in scena di When è la terza regia di Morassutti, attore quarantenne diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma diretto da Giancarlo Giannini e attivo anche in campo cinematografico, che ha deciso di dedicarsi nuovamente al teatro dopo aver firmato la regia di Sola in Casa di Dino Buzzati presentato al Cherry Lane Theatre di New York e di Madre Sin Panuelo presentato in occasione dell’Expo di Milano.

“Ho deciso di mettere in scena lo spettacolo When, al tramonto, sulle rive del fiume Tagliamento” afferma Morassutti nelle sue note di regia. “L’ autentica morfologia del fiume, esprime a mio avviso, un senso di connessione e condivisione, elementi presenti anche nel testo di Wren Brian, e fondamentali per essere uniti ed immaginare insieme una società equa, sostenibile e decarbonizzata. Le luci e i suoni durante lo spettacolo verranno alimentati da energia pulita e con le attrici stiamo lavorando sulla ricerca dell’organicità dell’interpretazione in relazione anche all’ambiente. Questo lavoro rappresenta il mio contributo al movimento per la giustizia climatica”.
Dal 2001 l’attore ha recitato in oltre 30 films oltre a calcare le scene di palcoscenici internazionali lavorando con Ellen Stewart fondatrice del Cafè La MaMa , Ted Mornel e Bryan Reynolds per citarne alcuni.
Climate Change Theatre Action 2021 mira inoltre a valorizzare il territorio friulano ed in particolare il fiume Tagliamento da anni tra le priorità´di Legambiente. Il regionale e i Circoli Legambiente vicini al fiume, stanno infatti portando avanti numerose iniziative e progetti incentrati sul re dei fiumi alpini, un fiume dalle caratteristiche uniche, che vale la pena studiare e preservare. Ultimi solo in ordine di tempo, i monitoraggi sulle plastiche trasportate dal Tagliamento, progetto di citizen science realizzato in collaborazione con l’istituto IGB di Berlino, che da anni studia il nostro amato fiume.
Secondo l’autrice Wren Brian: “Il mio testo può essere rappresentato ovunque, dato che non e´ immaginato per uno scenario prescritto, ma metterlo in scena sul fiume è una scelta potente che evidenzia il tema della connessione con la natura, e con tutta le sua complessità. I fiumi, in particolare, sono profondamente intrecciati con l’umanità, essendo prima di tutto una fonte d’acqua, ma anche un modo per muoversi e collegarsi ad altre comunità. Spero che gli spettatori che vedranno lo spettacolo sul fiume Tagliamento riescano a pensare a come si siano relazionati con il fiume nel passato e nel presente, e a immaginare a come, in futuro, possano cambiare in meglio il loro rapporto con esso.”
Al contempo Morassutti con Art Aia – Creatives / In / Residence, ospita creativi da tutte le parti del mondo, incrementando il turismo culturale in regione ed offrendo loro il tempo e lo spazio per sviluppare le loro idee a cavallo tra arte e natura. Durante la pandemia del 2020 Art Aia – Creatives / In / Residence e´ entrato a far parte di Google Arts & Culture, la piattaforma online che si occupa di preservare la cultura e l’arte di oltre 2000 istituti culturali di tutto il mondo e questa collaborazione ha consentito a Morassutti e ai suoi collaboratori di creare anche alcune esposizioni online nel rispetto dell’ambiente come 10 Magiche gemme nascoste in Friuli-Venezia Giulia, a promozione del patrimonio naturalistico regionale, e Residenza artistica di pratiche sostenibili in collaborazione con l’associazione inglese Arts Territory Exchange e con la nota cantina vinicola friulana dei Principi di Porcia.
Morassutti ha inoltre creato l’esposizione online L’eredità’ Strasberg, a testimonia della sua lunga collaborazione con entrambi i figli di Lee Strasberg e grazie alla sua esperienza diretta presso l’Actors Studio di New York dove incontra appunto John Strasberg che invita ad insegnare presso la residenza per artisti nel Pordenonese e a Berlino, dove Morassutti ha fondato, Art Aia- La Dolce Berlin, succursale del centro d’arte friulano e dove ha iniziato la sua pratica come artista contemporaneo.

Cos’è Art Aia – Creatives In Residence?
Art Aia – Creatives / In / Residence e´una residenza artistica internazionale immersa nella natura del territorio friulano che unisce arte, eco-terapia e sostenibilità´ambientale ed offre, con gli Art Aia – Studios, nuove possibilità di collaborazione in diversi campi dando la possibilità a persone di tutto il mondo di concentrarsi sul loro processo creativo e di scoprire le bellezze naturali della regione Friuli-Venezia Giulia.
Ampie sale e spazi esterni sono disponibili per la produzione, l’esposizione, lo scambio e la formazione. Il centro culturale sviluppa inoltre programmi per sensibilizzare il pubblico su temi come il riscaldamento globale e il cambiamento climatico. Art Aia – Creatives /In / Residence propone corsi di alta formazione in alcune delle principali categorie all’interno delle arti liberali come il teatro e le arti visive ed in particolare sull’insegnamento del Processo Creativo Organico, evoluzione del Method acting.
Art Aia- Creatives / in / Residence ha anche uno spazio sussidiario a Berlino, in Germania, Art
Aia – La Dolce Berlin, un project space nel quartiere turco di Wedding, a replica del progetto
friulano, impegnato nel miglioramento dell’offerta culturale dove gli artisti possono mostrare le
loro opere in un’atmosfera familiare e intima ad un pubblico berlinese instaurando un dialogo
con la comunità locale.
L’attore Giovanni Morassutti, fondatore del progetto, al momento, sta consolidando le sue collaborazioni con diversi partner internazionali e con la Regione Friuli-Venezia Giulia.
Il suo obiettivo è anche quello di promuovere il turismo culturale e di coinvolgere ulteriormente la comunità territoriale collaborando con altre entità locali.