“Lockdown Memory” il 30 settembre

In prima nazionale le esperienze vissute dagli artisti da ogni parte del mondo durante le restrizioni e le chiusure provocate dalla pandemia

429
Il festival Colpi di Scena ospita a Forlì “Lockdown Memory”: gli Instabili Vaganti portano sul palco  teatro, video arte e film documentario

Giovedì 30 settembre 2021 alle 16:30, presso il Teatro Testori di Forlì, va in scena la prima nazionale di “Lockdown Memory”, lo spettacolo – conferenza della Compagnia Instabili Vaganti che illustra in modo performativo la nascita del progetto internazionale Beyond Borders, già vincitore del bando Boarding Pass Plus del MiC.

Lo spettacolo rientra tra gli appuntamenti di “Colpi di Scena – Sguardo nel Contemporaneo” (Forlì, 30 settembre-2 ottobre 2021), un evento organizzato da Accademia Perduta / Romagna Teatri e ATER, dedicato quest’anno al teatro della contemporaneità e che apre il sipario su quelle Compagnie che hanno saputo creare e produrre nuove proposte teatrali in termini di contenuto e di  linguaggio.

“Lockdown Memory” vede in scena la Compagnia Instabili Vaganti formata dalla regista Anna Dora Dorno, che qui cura anche la drammaturgia, e dal performer Nicola Pianzola autore del testo originale.

Lo spettacolo, come l’intero macroprogetto a cui appertiene, vuole indagare e approfondire il concetto di confine inteso non come limite ma come opportunità di incontro e di condivisione tra due parti, creando e mantenendo una collaborazione a distanza tra artisti da ogni parte del mondo. Tra i co protagonisti presenti in video vi sono infatti attori e danzatori stranieri: Sun Young Park (Corea del Sud), Juliana Spinola (Brasile), Anuradha Venkataraman (India), Cecilia Seaward (USA|Svezia), Jesus Quintero (USA|Colombia), Ana Gabriela Pulido (Messico), Maham Suahil (Pakistan), Jialan Cai e Yuwei Jiang (Cina) e Danial Kheirkhah (Iran).

Con le musiche originali di Riccardo Nanni – 7 Floor,Lockdown Memory”  rientra a pieno nella categoria del teatro della realtà, un opera capace di far dialogare i nuovi linguaggi multimediali con quelli della scena, in grado di raccontare la complessità di un progetto innovativo come Beyond Borders, in cui teatro, video arte e film documentario si intrecciano attraverso un lavoro di ricerca e condivisione da remoto.

Abbiamo lavorato a questo spettacolo seguendo una modalità di completa apertura, interagendo con tutti gli artisti che negli anni avevano collaborato con noi, cercando di costruire un luogo virtuale di condivisione artistica, senza confini, in cui poter continuare a creare, confrontandoci – affermano gli Instabili Vaganti – Il nostro lavoro è sempre stato caratterizzato dal confronto: interculturale, linguistico, disciplinare e non volevamo rinunciare a questo aspetto a causa della pandemia. Ci siamo quindi inventati un progetto in grado di tutelare questo tipo di creazione, supportandoci a vicenda e gettando le basi per la nascita di una comunità artistica internazionale”.

Dalle proprie scrivanie gli attori in scena curano anche la regia video, rivivendo i diversi momenti e le situazioni createsi durante il lockdown, tra iper connessione e isolamento, speranze di cambiamento e disillusione di fronte alla realtà tragica creata dalla pandemia, dando così voce alla delicata situazione sociale dei paesi degli artisti coinvolti: dalle proteste del movimento Black lives matter negli Stati Uniti alla rivolta sociale in Cile, dall’esodo di massa dalle megalopoli indiane al ritorno alla normalità, dopo la tragedia, nella città di Wuhan. Appaiono così appunti testuali, note visive, partiture fisiche e musicali, conversazioni in zoom e scene di vita quotidiana, elementi che si svolgono dal vivo e in video, che costituiscono i frammenti drammaturgici di un’opera variegata, multiculturale e in più lingue. Frammenti che dal buio della scena si aprono al mondo, in cerca di un unico spiraglio, quella finestra virtuale che ha caratterizzato le relazioni personali di ognuno di noi durante il lockdown.

 

Giovedì 30 settembre 2021, ore 16:30

Colpi di Scena 2021

Teatro Testori, via Amerigo Vespucci 13, Forlì (FC)

 Lockdown Memory
regia e drammaturgia Anna Dora Dorno

testo Nicola Pianzola

performer in scena Anna Dora Dorno e Nicola Pianzola
performer in video Sun Young Park – COREA DEL SUD, Juliana Spinola – BRASILE,
Anuradha Venkataraman – INDIA, Cecilia Seaward – USA | SWEDEN,
Jesus Quintero – USA | COLOMBIA, Ana Gabriela Pulido – MESSICO, Maham Suahil – PAKISTAN,
Jialan Cai e Yuwei Jiang – CINA, Danial Kheyrikhah – IRAN

musiche originali Riccardo Nanni – 7 Floor
drammaturgia video Anna Dora DornoNicola Pianzola
residenze Artistiche: La Città del Teatro – Fondazione Sipario Toscana Onlus |
Teatro Masini Faenza – Accademia Perduta / Romagna Teatri |
Teatro Studio Mila Pieralli Scandicci – RAT Residenze Artistiche Toscane
con il sostegno di: Accademia Perduta / Romagna Teatri | Teatro delle Donne

Durata 55’

 Lo spettacolo è aperto al pubblico (salvo disponibilità)

La capienza del luogo di rappresentazione è contingentata nel rispetto delle vigenti norme di sicurezza.
L’accesso al Teatro è strettamente legato alla presentazione di una delle certificazioni verdi Covid-19 come previsto dal DL 23/07/2021 n. 105.

Per prenotazioni: tel. 0546 21306