“Hamlet Puppett” di Michela Lucenti

Sabato 30 ottobre presso il Teatro Café Müller di Torino

323

Un microfono che pende e uno spaventapasseri nascosto da un cappellaccio, nelle mani due fascine. È una delle suggestioni da cui prende forma il primo studio di Hamlet Puppett – Progetto fisico-sonoro per spaventapasseri e musicisti di Michela Lucenti, una performance che unisce musica, recitazione e danza, fuse insieme e tese a un medesimo scopo: riflettere sull’essenza della vita e dell’arte. L’artista sul palco partirà dal vuoto, dal corpo e dal suono nel vuoto: “essere o non essere”, è ancora questo il problema?

Lo studio andrà in scena nell’ambito della stagione Solo in Teatro, prodotta da Fondazione Cirko Vertigo e ideata da Caterina Mochi Sismondi, sabato 30 ottobre alle ore 20.45 presso il teatro Café Müller di Torino – biglietti acquistabili al link https://www.vivaticket.com/it/biglietto/michela-lucenti-hamlet-puppett/163387 – ma sarà visibile anche su NicePlatform alle ore 21 in diretta streaming e seguire on demand al link https://www.niceplatform.eu/archive/17-hamlet-puppett.

L’installazione con la quale prende il via la narrazione è avvolta da una sonic sphere che crea un flusso continuo di suono dal quale nascono canzoni che diventano dei ritornelli che si fissano nella testa dello spettatore. Sul fondo, uno schermo bianco sul quale vengono proiettati immagini di campi arati. Lo spaventapasseri a quel punto prenderà vita, divenendo un Amleto fantoccio del teatro.

Come hanno fatto gli artisti della stagione Solo in teatro che l’hanno preceduta, anche Michela presenterà la creazione del suo Solo, della durata di circa trenta minuti, che sarà anticipato da un docufilm fatto con le riprese del dietro le quinte e le interviste all’artista, realizzate durante la settimana di residenza presso il Café Müller. Gli spazi del teatro si trasformano in un “set cinematografico” e i materiali realizzati durante la residenza hanno come risultato finale una monografia, tra lo spettacolo dal vivo e il docufilm, che svela al pubblico aspetti inediti della professione dell’artista. Gli spettatori presenti in sala potranno vedere il docufilm nella galleria del teatro, per poi spostarsi in platea e assistere alla performance live: in questo modo la serata a teatro si trasforma in un’esperienza a tutto tondo, itinerante e che propone al suo pubblico strumenti e linguaggi differenti, da quello teatrale a quello cinematografico.

Una forte tensione etica anima da sempre il lavoro di Michela Lucenti, capofila di una formazione di danzatori-attori significativamente denominato Balletto Civile. Dal suo operato artistico nascono spettacoli singolarissimi, dove danza e teatro si integrano con canti popolari, cori sacri, canzoni della tradizione italiana. Michela inventa un nuovo stile di movimento narrativo, che ha fatto di questa compagnia una delle più originali oggi presenti in Italia, ricevendo diversi riconoscimenti per il proprio lavoro, tra cui il Premio ANCT 2011 e 2012, CREOLE PRIZE, Premio Internazionale Roma Danza 2011, il Premio Mydream nel 2012, il Premio Hystrio Corpo a Corpo, il Premio Danza&Danza nel 2017.

Come previsto dal decreto-legge n. 105 dal 23 luglio 2021, dal 6 agosto scorso l’accesso a spettacoli in sale al chiuso di teatri e cinema è consentito, per i maggiori di 12 anni, solo attraverso la presentazione della Certificazione verde COVID-19.

Hamlet Puppett – Progetto fisico-sonoro per spaventapasseri e musicisti

installazione Michela Lucenti

assistente alla creazione Maurizio Camilli

disegno sonoro Tiziano Scali

suoni Paolo Spaccamonti

La stagione multidisciplinare Solo in Teatro è realizzata

DA Fondazione Cirko Vertigo

Con il contributo di: Regione Piemonte, Città di Torino, T.A.P. Torino Arti Performative, SCENA UNITA – per i lavoratori della Musica e dello Spettacolo, Fondazione CRT, Camera di Commercio di Torino

Con il patrocinio di: Circoscrizione 1 e 8 Torino, A.C.C.I. Associazione Italiana Circo Contemporaneo

Con il sostegno di: Città di Grugliasco, Fondazione Cesvi, La Musica che gira, Music Innovation Hub

In collaborazione con: Solocoreografico, Associazione Sarabanda, Associazione Culturale IdeaAgorà, CLAPS Spettacolo dal Vivo, Fertili Terreni Teatro