Tycoons debutta in prima nazionale

19_24 ottobre

232

TYCOONS

produzione servomutoTeatro

con il sostegno del Centro di Residenza della Toscana (Armunia Castiglioncello – CapoTrave/Kilowatt Sansepolcro)

drammaturgia e regia Michele Segreto

con Roberto Marinelli, Michele Mariniello, Massimiliano Mastroeni, David Meden, Marco Rizzo, Marta Zito

costumi Floriana Setti, Laboratorio Kyklos

musiche da Kurt Weill, Mischa Spoliansky, Friedrich Hollaender, Sherman Brothers arrangiamento braniGiovanni Frison

acting coach Sara Drago

disegno luci Martino Minzoni

photo Julian Soardi | si ringrazia il Teatro Elfo Puccini, Francesco Frongia, Spazio Caroli 12, Teatro Pedonale

Spettacolo selezionato nella rosa dei progetti finalisti da Toscana Terra Accogliente
Realizzato con il contributo di tutti i sostenitori della campagna di crowdfunding TYCOONS | Uno spettacolo sul Capitalismo sulla piattaforma 
produzionidalbasso.com

 

Dal 19 al 24 ottobre debutta in prima nazionale la nuova produzione della compagnia servomutoTeatro con la regia di Michele Segreto.

Dopo aver affrontato la vicenda di Martin Lutero nello spettacolo Non un’opera buona, recentemente presentato al Piccolo Teatro di Milano, il collettivo di attori, autori e registi torna al Teatro Fontana con Tycoons, secondo capitolo di una trilogia iniziata con Phoebuskartell e focalizzata sull’indagine del sistema economico in cui siamo ancora oggi immersi, sulle sue origini e sulle ripercussioni che esso ha generato sulle vite di ognuno.

All’inizio del secolo scorso nasce la Borsa Valori come la conosciamo oggi; il denaro diventa sempre meno reale e il suo valore sempre più manipolabile.
Le democrazie occidentali iniziano a creare il debito.
Il sogno di un mondo costruito sull’abbondanza e sulla prosperità sembra definitivamente fallito. Pochissimi uomini smisuratamente ricchi controllano l’industria e la finanza e iniziano a usare il proprio potere per manipolare la politica, nel bene e nel male.
Tanti osservano questi uomini, nel desiderio di poter essere come loro.
Uno di loro, libretto azionario in pugno, decide di scrivere da sé il proprio destino.
Un altro, pistola in pugno, decide che il proprio destino è già scritto.
In quegli anni turbolenti, nasce la più potente banca centrale che il mondo abbia mai visto.
Primi del ‘900. Dopo decenni di instabilità e continui crolli dovuti alla fluttuazione e alle speculazioni incontrollabili, la borsa americana, la più recente ma già la più potente delle Borse Valori, sembra aver trovato finalmente una sua stabilità anche grazie al contributo dei grandi capitalisti, i cosiddetti Tycoons, uomini d’affari talmente potenti da possedere una ricchezza perfino superiore a quella dello Stato: uomini che in passato si sono già dimostrati in grado di influenzare, con i propri milioni, l’andamento di una campagna elettorale.
In questo clima apparentemente ordinato corrono sotto traccia movimenti e ideologie, politici ed elettori, divisi tra coloro che desiderano che lo Stato abbia un controllo saldo sull’economia, sulla moneta e sui monopoli e chi invece ritiene che il mercato sia destinato ad auto-regolarsi e che una banca centrale sia, a ben vedere, un pericoloso elemento anti-democratico.
Anarchici, populisti, broker, politici, disoccupati, magnati; ognuno di loro ha qualcosa
da guadagnare e qualcosa da perdere:
il sogno americano si traduce dunque in una corsa alla ricchezza in tempi brevi e con mezzi sempre più rischiosi, costringendo il Paese a chiedere aiuto ai Tycoons.

 

Link al trailer https://www.youtube.com/watch?v=Ph63zbp-OTM

 

 

BIGLIETTERIA

Teatro Fontana

Via Gian Antonio Boltraffio 21, Milano

02.6901 5733

biglietteria@teatrofontana.it

 

Si ricorda che l’accesso agli spazi del teatro è consentito solo al pubblico munito di green pass, come previsto dal decreto legge n. 105.

ORARI

Mar_sab ore 20.30
Dom. ore 16.00

 

PREZZI

Intero 21 €

Giovedì sera 17 €

Convenzioni 17 €

Over 65 / Under 14 10 €

Under 26 15 €

Teatro in Bici 15 €

Gruppi scuola 9 €

Prevendita e prenotazione 1 €

 

Per prenotazione gruppi scuola scrivere a ragazzi.fontana@elsinor.net

 

www.teatrofontana.it