Il brutto anatroccolo

Teatro Metastasio di Prato e compagnia TPO.

283

Diretta da Francesco Gandi e Davide Venturini e interpretata da Francesco Dendi, Federica Camiciola, Francesco Fanciullacci, la famosa fiaba di Hans Christian Andersen racconta la storia di un anatroccolo che, nato diverso da tutti i suoi fratelli perché particolarmente grande e goffo, viene allontanato dal nido e costretto a vagare senza meta e privo di ogni aiuto fino al calare dell’inverno, rischiando persino di morire congelato. Sopravvissuto miracolosamente, il protagonista giunge presso uno stagno dove vede nuotare un gruppo di splendidi cigni. Attratto dalla loro bellezza, gli si avvicina, e rimane enormemente sorpreso in quanto le eleganti creature gli danno il benvenuto e lo accettano; guardando il proprio riflesso nell’acqua, si accorge che lui stesso è diventato un bellissimo cigno bianco.

Il protagonista è costretto ad affrontare le prime relazioni sociali sentendosi fuori posto e a comprendere il valore delle azioni e relazioni necessarie per conquistare il proprio posto nel mondo, sviluppando la fiducia in sé stesso e la consapevolezza del valore della propria unicità.

La sua diversità è una condizione che è comune a molti bambini durante il processo di crescita, non riguarda solo l’aspetto fisico ma l’apprendimento e la complessità delle convenzioni.

BIGLIETTI: RAGAZZI 6 EURO, ADULTI 7 EURO

info e prenotazioni: biglietteria@metastasio.it

biglietti: ragazzi 6 euro, adulti 7 euro