Il ritrovo Hub

Da mercoledì 10 novembre è possibile donare sulla piattaforma Eppela

527

Dalle partite di ping-pong al biliardino, dai tornei di Playstation ai cineforum, passando per letture condivise, ma anche laboratori di lingua italiana per ragazze e ragazzi stranieri. Questo e molto altro sarà Il Ritrovo Hub, il primo spazio ricreativo culturale inclusivo che sorgerà nei locali dello storico Circolo Arci “La Loggetta” (via Aretina, 301). Un luogo aperto a tutti, con l’obiettivo di costruire relazioni, favorire l’inclusione sociale ed educare alla diversità. Sarà possibile finanziare il progetto grazie alla campagna di crowdfunding che prenderà il via mercoledì 10 novembre sulla piattaforma Eppela (http://www.eppela.com/ilritrovohub).

 

Il progetto, che vede coinvolta il Ritrovo, associazione che dal 2017 si occupa di inclusione sociale ed educazione alla cultura della diversità, è realizzato all’interno della quinta edizione del bando Social Crowdfunders, promosso da Fondazione CR Firenze, all’interno del suo progetto diretto  Siamosolidali, in collaborazione con la cooperativa Feel Crowd.

 

La campagna di crowdfunding ha come obiettivo economico 14.000€ e al raggiungimento del 50% del budget Fondazione CR Firenze raddoppierà la cifra raccolta. I fondi raccolti grazie alla campagna serviranno per allestire il centro, per finanziare educatori e formatori professionisti che seguiranno i ragazzi e per l’acquisto dei materiali utili alle attività educative, oltre che all’organizzazione di eventi, convegni e rassegne.

 

Il Ritrovo Hub da un lato promuoverà l’attenzione e la consapevolezza verso il ruolo e la qualità dei luoghi di aggregazione e dall’altro favorirà l’opportunità di ispirare lo scambio tra generazioni diverse portando valore aggiunto alle iniziative che verranno realizzate. Sostenere il Ritrovo Hub significa dunque condividere la pratica del “ritrovo” come un nuovo modo di fare inclusione sociale e dar vita ad una comunità di prossimità in cui le differenze sono un valore. Un modo di vivere il tempo libero in uno spazio sano e stimolante, dove ognuno può esprimersi senza etichette o pregiudizi.

Fra le ricompense messe a disposizione sulla piattaforma Eppela, per chi sosterrà il progetto ci saranno vari gadget: dalle spille ai portachiavi, dalle shopper alle felpe fino a una cena presso “Il Ritrovo Hub”. Ulteriori occasioni di raccolta fondi per la campagna del Ritrovo Hub saranno due eventi: il primo, sabato 27 novembre, la “Cena con delitto” con Teatro Criminale dell’associazione culturale Atto Uno; il secondo, venerdì 10 dicembre con la cena di Natale dell’associazione Il Ritrovo assieme allo spettacolo di improvvisazione teatrale a cura della Compagnia I Menchi (prenotazioni 3391936542, circolo La Loggetta, via Aretina 301).

Dichiara Andrea Mori, educatore professionale e responsabile del progetto: “Il Ritrovo nasce per creare punti di incontro nella diversità, sfruttando hobby, passioni e interessi in comune. Avendo a disposizione gli spazi del circolo “La Loggetta” abbiamo deciso di sviluppare un luogo fisico dove poter creare un centro di aggregazione libero e inclusivo, rivolto anche a chi è ai margini, consapevoli che la passione e l’interesse in comune sono leve potenti per favorire le relazioni, sorvolando così i pregiudizi”.

 

“Social Crowdfunders è un percorso di crescita per le organizzazioni non profit – afferma Gabriele Gori, Direttore Generale di Fondazione CR Firenze – che sono chiamate a mettersi in gioco con proposte creative e innovative. La Fondazione CR Firenze mette loro a disposizione lo strumento del crowdfunding e si impegna a duplicare le donazioni delle campagne, affinché riescano a raggiungere i propri obiettivi. Oltre a noi, c’è bisogno che anche la comunità faccia la propria parte. Mi auguro che in tanti cittadini possano contribuire al progetto de “Il Ritrovo”, aiutandoci a trasformarlo in realtà”.

 

Per il presidente del Quartiere 2, Michele Pierguidi: “L’associazione il Ritrovo ha sempre portato avanti importanti iniziative di inclusione che hanno dato risultati concreti e la volontà mia e di tutto il Quartiere 2 è di sostenere in ogni modo la raccolta di fondi per rendere possibile la nascita dell’Hub. Ringrazio Fondazione CR Firenze per aver riconosciuto l’importanza del progetto – conclude Pierguidi – e sono certo che questo luogo darà grande impulso alle attività del Ritrovo e sarà un beneficio importante non solo per il quartiere”.