“Lo stallo” scritto da Sandro Luporini

Venerdì 5 novembre 2021 al Teatro delle Arti, Lastra a Signa

257
 

David e Chiara Riondino nel segno di Giorgio Gaber e del teatro canzone. E non potrebbe essere altrimenti, visto che lo spettacolo porta la firma di Sandro Luporini, pittore e scrittore viareggino, per oltre trent’anni al fianco del Signor G, con cui ha inventato, appunto, il teatro canzone.
Lo stallo” è lo spettacolo che David e Chiara Riondino presentano venerdì 5 novembre al Teatro delle Arti di Lastra a Signa (Firenze). Il titolo allude a quella particolare conclusione del gioco degli scacchi in cui “la partita non ha vincitori né vinti, è immobile, eternamente sospesa”.

Tra serie riflessioni e momenti comici, David e Chiara Riondino ci accompagnano in un viaggio nel nostro presente, nelle nostre nevrosi, negli aspetti più intimi della vita. La difficoltà di amare, la mancanza di slanci vitali, la sessualità, la solitudine, la vecchiaia, il dilagare della violenza, la morte, tutti temi che Luporini con il suo testo ci costringe ad affrontare, tra analisi spietata e intelligente ironia.
Un’alternanza di canzoni e monologhi nella tradizione del teatro canzone. David Riondino, che firma anche la regia, porta al suo fianco la sorella Chiara, cantante dalla voce profonda, potente e straordinariamente espressiva. Con loro sul palco, il polistrumentista Luca Ravagni, già musicista per Giorgio Gaber, Franco Fabbrini al basso e contrabbasso e Diego Perugini alle chitarre.

Se all’inizio dello spettacolo ci si chiede se «il buio che vedo e che forse c’è / non è nel mio tempo ma è dentro di me», alla fine si ammette che, seppure messi costantemente alla prova dalla complessità dell’esistenza, c’è ancora qualcosa che possiamo fare, qualcosa che dipende soltanto da noi.
È per dirci questo che, dopo quattordici anni di silenzio, Sandro Luporini, all’età di 87 anni, è tornato a scrivere per il teatro. Per raccontarci, con l’autoironia e la profondità che per oltre trent’anni hanno emozionato il pubblico italiano, di sé e di noi.

Inizio ore 21. Si accede con Green Pass.

Biglietti 13/11/8 euro, riduzioni per over 65, under 26, soci Coop, soci BCC, soci Biblioteca Comunale, soci Arci e Amici del Museo Caruso. Prevendite online su www.ticketone.it e nei punti Boxoffice Toscana www.boxofficetoscana.it/punti-vendita, compresa la Coop di Lastra a Signa. Info e prenotazioni tel. 055 8720058 – biglietteria@tparte.it.
La stagione 2021/2022 del Teatro delle Arti è organizzata con Comune di Lastra a Signa, Teatro Popolare d’Arte e Compagnia Simona Bucci, con il sostegno di Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Coop Unicoop Firenze, in collaborazione con Rat-Residenze Artistiche della Toscan, Arci e BCC.

Informazioni 

Teatro delle Arti – viale Matteotti 5/8, Lastra a Signa (FI) – tel. 055 8720058
www.tparte.itbiglietteria@tparte.it.
Facebook Teatro Delle Arti Lastra Instagram Teatrodellearti_lastra

www.tparte.it

Bus e treno
Il Teatro delle Arti di Lastra Signa e facilmente raggiungibile sia in treno sia in bus.
In treno da Firenze SMN a Lastra Signa. Il teatro dista poche centinaia di metri dalla stazione ferroviaria.
In bus, linea 72 Ataf: Piazza Piero della Francesca T1 Federiga / Soffiano Via Starnina / Lastra a Signa via Livornese (fermata a 20 metri dal teatro).