Giornata Mondiale delle Disabilità dell’ONU, la Festa delle 7 Arti al Mitreo di Corviale

La FESTA delle 7 ARTI ritorna nel Mitreo di CORVIALE con la CEI, venerdì 3 dicembre 2021 dalle 18 alle 19,30

721
Foto di Enrico Ripari
Foto di Enrico Ripari

“Dall’inclusione all’appartenenza”
Musica, Canto, Danza, Arte con il Movimento Artistico d’Avanguardia fondato da Francesca Chialà e le Testimonianze di PAPA FRANCESCO, del Calciatore Francesco Totti, del cantautore Luciano Ligabue al centro dell’evento del 3 dicembre organizzato dal Servizio nazionale per la pastorale delle persone con disabilità. Diretta televisiva in streaming sui canali YouTube e Facebook della CEI, con sottotitoli LIS

Francesca Chialà, Manager Culturale, Regista, Performer e Fondatrice della FESTA delle 7 ARTI, parteciperà venerdì 3 dicembre (ore 18 alle 19.30) alla Giornata Mondiale delle Disabilità, promossa dalla CEI, con i Musicisti, Ballerini, Cantanti, Artisti del suo Movimento Artistico d’Avanguardia. Insieme animeranno con le 7 Arti nuovamente il MITREO di Corviale, che hanno contribuito a non far chiudere durante la campagna elettorale per il nuovo Sindaco di Roma.

Si intitola “Dall’inclusione all’appartenenza” l’evento organizzato dal Servizio nazionale per la pastorale delle persone con disabilità, in occasione della Giornata internazionale istituita dall’ONU nel 1981 per aumentare la consapevolezza e la comprensione dei problemi connessi alle diverse forme di Disabilità. L’evento sarà condotto dalla presentatrice su RAI 1, Lorena Bianchetti, in diretta televisiva streaming sui canali (YouTube e Facebook) della CEI (Conferenza Episcopale Italiana) dal bellissimo e tecnologicamente innovativo Spazio interdisciplinare per le 7 arti del COMUNE di ROMA che da 15 anni illumina il quartiere simbolo della periferia romana.

Lo spirito e gli obiettivi dell’iniziativa (l’ingresso è ad invito) sono racchiusi nel titolo, “Dall’Inclusione all’Appartenenza”, che rimanda alla necessità di uno sguardo nuovo che sarà interpretato in chiave artistica da Francesca Chialà e dagli Artisti del suo movimento (La FESTA delle 7 ARTI) che metteranno al centro i Disabili, per la prima volta protagonisti di una Performance di Arte Contemporanea.

La FESTA delle 7 ARTI è un Movimento Artistico d’Avanguardia che coniuga Arte e Solidarietà, Bellezza e Innovazione ed è il Manifesto estetico e simbolico di una società inclusiva e multiculturale, di una città cosmopolita che deve eliminare le disparità tra centro e periferia, di una visione dell’arte contemporanea che non può più essere semplice intrattenimento e limitarsi a stimolare riflessione, ma deve avere una concreta funzione sociale e incidere sulla realtà per cambiarla e trasformarla.

Nel Mitreo la musiche e il canto dialogheranno con la danza contemporanea, la danza performativa e la danza di coppia Francesca Chialà e i 7 ballerini Maria Chiara Selva, Barbara Canu, Francesca Santeddu, Federica Papa, Alice Cetti, Alessandra Di Nunzo, Gianluca Milana della scuola “Momento Danza” di Marzia Cafazzo coinvolgeranno nella danza tutti gli ospiti disabili invitati alla Performance Artistica. Ospite speciale sarà il famoso ballerino della trasmissione su RAI 1 di Milly Carlucci “Ballando con le Stelle”, Samuel Peron, che danzerà un tango argentino con Francesca Chialà sulla musica “IL BACIO”, composta dalla stessa Chialà con Cresci. E’ l’anticipazione della colonna sonora della Serie Cinematografica in Virtual Reality, ispirata al libro del filosofo Umberto Galimberti “Le cose dell’Amore”, che la Regista Francesca Chialà sta girando e di cui Samuel Peron è anche protagonista. La colonna sonora sarà suonata dal vivo dal chitarrista Enrico Cresci e cantata da Isabella Alfano e sarà un omaggio alla storia d’amore della coppia di ragazzi down, Davide e Laura, che verranno intervistati dalla Bianchetti nella diretta.

I Disabili saranno stimolati nella danza performativa dalla Chialà, dai suoi danzatori, dalla famosa ballerina colombiana, Liliana Salinas e dalle voci straordinarie di cantanti di fama internazionale. Inizieremo con l’AVE Maria di Franz Schubert interpretata dalla cantante russa Natalia Pavlova e dall’astro nascente della musica lirica, Francesca Mannino, che ha perso la vista 10 anni e sarà, secondo i ben informati, la Bocelli del futuro. Canteranno l’AVE MARIA in italiano, tedesco e latino, accompagnate al pianoforte da Fabio Lauri. Proseguiremo con la famosa cantante Jazz Cinzia Tedesco che realizzerà un omaggio a Papa Giovanni Paolo II con “Eternal Rest” (parole di KAROL WOYTILA, musiche di Tedesco e Sabatini) e la poliedrica cantante, compositrice, attrice Valeria Altobelli che canterà l’omaggio di Francesca Chialà a Papa Francesco. L’arrangiatore Enrico Cresci ha adattato il testo in italiano della famosa canzone di Aretha Franklin, “I Say a Little Prayer”, modificando le parole e il messaggio della canzone che vuole ricordare a PAPA FRANCESCO che tutti gli Artisti del Movimento della FESTA delle 7 ARTI stanno pregando per lui in ogni momento della loro giornata. La poliedrica Clelia Liguori interpreterà la famosa “Pregherò” di Adriano Celentano e la dolcissima voce di Eleonora Bianchini canterà il brano di Enrico Cresci “Che te fai”.

Il noto compositore di colonne sonore per cinema e tv, Paolo Vivaldi, accompagnerà il messaggio di PAPA FRANCESCO che aprirà la diretta. La testimonianza del Papa sarà interpretata da Lavinia, Rita, Martina, Simona, Riccardo, 5 giovani con diverse forme di disabilità e sarà musicata dal pezzo “Note che Sentono” che Vivaldi ha composto in occasione della Giornata Mondiale della Musicoterapia del 1 marzo 2021 scorso. Mentre il talentuoso compositore e giovane compositore Leo Cresci eseguirà al pianoforte il suo pezzo “Portrait”. Chiuderemo con i ritmi del flamenco che coinvolgeranno tutti i disabili invitati dalla CEI, con i chitarristi Marco Caponegro, Emanuele Schillaci e la voce di Benedetta Piatti.

I due Artisti Monica Melani (animatrice instancabile del MITREO) ed Enrico Ripari racconteranno visivamente l’intera performance: la Melani con la sua “Pittura Energetica” e Ripari con la sua “Fotografia Performativa”.

Francesca Chialà ha scelto nuovamente di puntare i riflettori sul MITREO di CORVIALE perché dopo averne scongiurato la chiusura, ora le centinaia di Artisti del suo Movimento delle 7 ARTI chiedono a gran voce al Sindaco Gualtieri di far continuare la felice esperienza del Mitreo con le stesse persone che l’hanno fatta partire e finanziata per 15 anni, ossia i cittadini di Corviale, con una programmazione di lungo periodo.

E la “Giornata mondiale delle Disabilità” sarà l’ occasione per sottolineare l’importanza dell’unione fra Arte e Sociale. “Includere è certamente il primo passo, ma poi bisogna far sì che le persone con disabilità siano partecipi dei vari ambiti della vita e della Chiesa, in modo attivo e da protagoniste, come ripete Papa Francesco”, osserva la responsabile del Servizio CEI, suor Veronica Donatello, per la quale è fondamentale “sfatare alcuni pregiudizi ancora diffusi”.

Proprio in quest’ ottica, “quella del 3 dicembre vuole essere non solo un’ occasione per parlare delle persone con disabilità, ma un momento in cui diventano protagonisti, ballando con i diversi ballerini, musicisti, cantanti del mio movimento artistico, “La FESTA delle 7 ARTI, che ho fondato per far abbracciare dalle diverse 7 Arti il Sociale, attraverso l’Armonica Inclusione delle Diversità”, sostiene Francesca Chialà, per 8 anni Consigliere di Amministrazione del Teatro dell’ Opera di Roma.

Si darà voce ai disabili e spazio alle diverse forme di disabilità. Durante la serata, condotta da Lorena Bianchetti, volto di “A Sua immagine”, saranno infatti loro a raccontarsi e a far emergere la bellezza del sentirsi parte della comunità, civile ed ecclesiale. A prendere la parola saranno Davide Sghedoni e Laura Roncarati, coppia con sindrome di Down; don Matteo Buggea, parroco non vedente che ha dato vita ad un Centro diurno e per il “dopo di noi”; don Andrea Bonsignori e gli atleti della ASD Giuco 97 Rugby che ha fatto dell’integrazione sportiva una realtà; e tanti altri che, attraverso contributi video e collegamenti da diverse diocesi d’Italia, porteranno la loro testimonianza, accendendo i riflettori su esperienze pastorali innovative, su progetti di autonomia abitativa o di inclusione lavorativa.

“Ci lasceremo sfidare da loro e alla fine, con l’aiuto di Serafino Corti, psicologo e direttore del Dipartimento delle Disabilità della Fondazione Sospiro, cercheremo di mettere a fuoco quali sono i passi concreti che le parrocchie, le famiglie, le associazioni e le congregazioni devono compiere per passare dall’inclusione all’appartenenza”, sintetizza suor Donatello ricordando che l’evento, al quale interverrà anche la scrittrice Chiara Gamberale, sarà accessibile in LIS con la sottotitolazione. E ci saranno le generose testimonianze del grande calciatore Francesco Totti e dello straordinario cantautore Luciano Ligabue.