Costellazioni: il programma per l’infanzia e la gioventù dell’estate di Forenza

Dal 4 luglio al 25 agosto la rassegna a cura di Gommalacca Teatro

416

Dal 4 luglio al 25 agosto la rassegna a cura di Gommalacca Teatro per ricongiungere la comunità alla vita sociale e culturale negli spazi pubblici e creare ponti tra le generazioni 

Cinque appuntamenti per ricongiungere la comunità alla vita sociale e culturale negli spazi pubblici e creare ponti tra le generazioni attraverso le storie, il gioco, la divulgazione e la dimensione del fantastico generata dal teatro. È la programmazione estiva di spettacoli all’aperto rivolta al pubblico dei bambini e delle famiglie dal titolo “Costellazioni – Teatro per la comunità dell’infanzia e della gioventù”, che animerà il borgo di Forenza dal 4 luglio al 25 agosto 2022. L’iniziativa, a cura della compagnia Gommalacca Teatro, è patrocinata e sostenuta dal Comune di Forenza.

“Costellazioni” nasce per rispondere ai bisogni di ri-socializzazione culturale, di promozione e sviluppo della cultura dello spettacolo dal vivo nelle nuove generazioni, attraverso un cartellone di spettacoli caratterizzato da tecniche e linguaggi performativi molto vari: teatro, mimo, giocoleria, narrazione, musica dal vivo, teatro di figura. La rassegna vedrà la partecipazione di compagnie del panorama nazionale che dedicano le loro produzioni di teatro all’infanzia e alla gioventù: oltre a Gommalacca Teatro di Potenza, Principio Attivo Teatro di San Cesario di Lecce (LE), IAC – Centro Arti Integrate di Matera, Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata di Serra San Quirico (AN).

Questa prima, inedita programmazione di “Costellazioni”, nata in sinergia con l’amministrazione comunale di Forenza, è il frutto della co-progettazione di Carlotta Vitale e Donatella Romaniello di Gommalacca Teatro, da anni impegnate nel lavoro di ricerca, ideazione e pianificazione di progetti e attività dedicati alle nuove generazioni. Un palinsesto di eventi che non si propone come un semplice contenitore, ma che punta a creare un ambiente umano ludico, sensibile, artistico, interattivo e connesso alla comunità: una piccola “costellazione” di azioni e storie per iniziare a riavvicinare le persone.

A formare il programma saranno gli spettacoli “Kululà e Trampuglia” (in scena il 4 luglio, in piazza Regina Margherita), “Il diario di Sofia” (14 luglio, villa comunale), “Bestiario” (30 luglio, villa comunale), “Papero Alfredo” (12 agosto, villa comunale). Gli spettacoli saranno preceduti dal laboratorio “Polvere di stelle” a cura di Carlotta Vitale, con letture, giochi e attività per bambine e bambini e famiglie. Il 25 agosto, tra le vie del centro storico, spazio al delivery theater, il teatro in bicicletta a domicilio di Gommalacca Teatro.

In “Kukulà e Trampuglia. Il circo più piccolo del mondo” di Principio Attivo Teatro (per tutte le età), i protagonisti sono Trampuglia, un alto figuro che in elegante frack nero guida gli spettatori-viaggiatori lungo la strada delle sensazioni infinite, e clown Kukulà, un artista d’altri tempi che dà vita a diversi personaggi: giocolieri, equilibristi e teatranti. La performance prevede la partecipazione diretta del pubblico, coinvolto nelle rocambolesche imprese del clown. Il tutto è arricchito da tante risate e, soprattutto, tanta poesia, ingredienti necessari dell’arte di strada.

Il diario di Sofia” di Gommalacca Teatro (per bambine e bambini dagli 8 anni) contiene le storie e i personaggi de “La Nave degli incanti”, spettacolo a episodi che nel 2019 ha attraversato la Basilicata a bordo di una nave. È la ricostruzione del viaggio della piccola protagonista Sofia attraverso le pagine del suo diario, la storia di una nave, di un naufragio e di una comunità alla prova, la ricerca delle proprie radici e infine la storia di un’amicizia. Gli spettatori-partecipanti potranno vivere un’esperienza in movimento e scoprire attivamente le storie di persone, cicogne, gatti, pesci, maestri, taglialegna, incantatrici, alchimisti e altri personaggi fantastici.

Bestiario” di IAC – Centro Arti Integrate (per bambine e bambini dai 6 anni) è una curiosa raccolta di favole della tradizione popolare. Gli animali protagonisti: galli, ricci, volpi, formiche, topi, talpe, asini e lucciole, raccontano di una città di pietra e di un tempo lontano, in cui gli esseri umani non sapevano scrivere ma avevano orecchie allenatissime per acchiappare tutte le storie che di lì passavano. In un’alternanza di italiano e misteriosi suoni di una lingua antica, le due attrici si fanno di volta in volta frìsc’cl animali, mentre due musicisti accompagnano le loro avventure.

Papero Alfredo” di ATGTP – Teatro Giovani Teatro Pirata (per bambini e bambine dai 4 anni) è una storia divertente che racconta del rapporto tra vecchio e nuovo, tra babbi e figli: generazioni destinate ad amarsi, sfidarsi, e rincorrersi per l’eternità. Papero Alfredo ama la musica rap e trap, improvvisa, canta, inventa ricette on-line e si ribella al proprio mondo di appartenenza per affermare la sua volontà. Ma poi quello che rende unica l’esperienza è e sarà sempre il confronto con il pubblico, live e irripetibile. Su un palco.

Il delivery theatre, teatro in bicicletta a domicilio, nasce durante il periodo di lockdown da un’idea di Ippolito Chiarello e viene portato e curato in Basilicata da Gommalacca Teatro. Senza sipario, senza riflettori e platea, il teatro supera i limiti della pandemia e si ricongiunge con il pubblico: in giro con la bicicletta raggiunge balconi, finestre, pianerottoli, cortili, terrazze, strade e piazze, per effettuare la singolare consegna del menù teatrale. Due i “menu” che saranno presentati il 25 agosto nel centro storico di Forenza: il “menu young” per bambini e bambine dai 6 anni, il “menu classico” per adulti e famiglie.