Wunderkammer Youth Ensamble

Cinque giorni di residenza studio fino al 31 luglio.

227

Seconda edizione progetto di formazione WunderKammer OrchestraLABORATORIO PER GIOVANI MUSICISTI Cinque giorni di residenza studio fino al 31 luglio. Il debutto con due concerti,

il 30 al Teatro Comunale di Cagli e il 31 a Villa Caprile a Pesaro

Dopo la felice esperienza dello scorso anno torna il progetto di formazione di musica da camera per ensemble per giovani musicisti organizzato dalla WunderKammer Orchestra di Pesaro (WKO)che andranno a formare l’organico della WunderKammer Youth Ensemble (WKYE).

Il progetto

Rispondendo ad uno degli scopi sociali del suo statuto, la WunderKammer Orchestra si è dotata di un ensemble giovanile ricalcato sul modello WKO senior: un organico da camera composto da tutte prime parti, in modo da restituire l’intera tavolozza di colori dell’orchestra sinfonica. La composizione non è fissa in quanto all’orchestra è associato un laboratorio di musica da camera in residenza (a cadenza annuale) aperto a nuovi giovani allievi  che andranno di volta in volta a formare o a integrare la compagine WKYE.

La formula di questa seconda edizione è la stessa della prima. Dodici partecipanti, di età compresa tra i 18 e i 25 anni circa, allievi di diversi conservatori, in genere italiani, saranno in residenza al Teatro Comunale di Cagli dal 27 al 31 luglio, ospiti dell’Associazione WunderKammer Orchestra, sotto la guida di Ivan Gambini, preparatore e direttore musicale dell’ensemble, e di Paolo Marzocchi, ideatore e direttore artistico della WKO, che prestano la loro esperienza di docenti per preparare questa formazione giovanile. Cinque giorni di laboratorio studiando e vivendo a stretto contatto, come in un campus estivo: un’esperienza importante nel loro percorso di professionisti nella musica classica.

Ai partecipanti l’associazione WunderKammer Orchestra paga vitto e alloggio e offre gratuitamente il laboratorio di musica da camera.

Il laboratorio

Il corso inizierà il pomeriggio del 27 luglio alle 14:30, subito dopo la presentazione alla stampa. Alla fine dei cinque giorni sono previste due esibizioni pubbliche. Il programma prevede lo studio e l’esecuzione di brani di Biber, Bach, Marzocchi, Beethoven, scritti o ridotti per ensemble, che andranno a costituire anche il programma dei due concerti, più altri pezzi a scelta del direttore, o anche dell’ensemble. Il 29 luglio è in calendario un incontro-lezione con il presidente della WunderKammer, Stefano Gottin, sulla gestione amministrativa e sugli aspetti contrattualistici della professione del musicista in cui saranno affrontati i diritti e i doveri del professionista e illustrati alcuni istituti come l’Enpals e la Siae.

I partecipanti

Del gruppo di lavoro fanno parte, oltre i docenti, i componenti la formazione cameristica a cui si aggiunge una solista, che quest’anno è la ventunenne Fakizat Mubarak, virtuosa del violino arrivata tre anni fa da Almaty in Kazakistan per perfezionarsi con il maestro Diego Conti al conservatorio Rossini di Pesaro, dove lo scorso anno si è aggiudicata il Premio intitolato alla città.

L’organico dell’ensemble è composto da undici italiani provenienti da varie regioni, Marche, Emilia Romagna, Veneto, Abruzzo, Campania, Lombardia, e da un’ucraina. La più giovane è del 2001, la più grande del 1994. Due studiano all’Accademia Internazionale di Imola, due al conservatorio Rossini di Pesaro, cinque all’Istituto Superiore di Studi Musicali (ISSM) Verdi di Ravenna, uno al conservatorio Maderna di Cesena, uno all’ISSM Peri-Merulo di Reggio Emilia, uno all’ISSM Franci di Siena, la giovane ucraina studiava all’Accademia Nazionale di Musica di Odessa. I loro nomi sono: Lucia Sperandio primo violino, Oleksandra Svyda secondo violino, Marta Cappetta viola, Amerigo Spano violoncello, Chiara Carolina Casadio contrabbasso, Giacomo Parini flauto, Chiara Locoverde oboe, Michele Fontana clarinetto, Alex Rossi fagotto, Gianluca De Felice tromba, Marco Elia Righi corno, Lorenzo Borione percussioniRighi, Fontana e De Felice sono presenti dalla prima edizione.

La storia di Oleksandra

Quando lo scorso marzo la città ucraina di Odessa subì il primo fortissimo bombardamento russo, Oleksandra Svyda si trovava lì, in quanto allieva dell’Accademia musicale. Cercò subito di fuggire per tornare dai genitori a Užhorod, città dell’Ucraina occidentale al confine con la Slovacchia e l’Ungheria. Comprare un biglietto del treno era diventato da subito molto difficile ma alla fine riuscì a raggiungere casa. Una volta lì i genitori, spaventati, la convinsero a mettersi in salvo partendo per la Polonia o per l’Italia. E così Oleksandra è partita da Užhorod con il suo violino ed è arrivata a Rimini dove è stata accolta da una famiglia italiana. E a Rimini è riuscita a finire il percorso di studi, online, collegandosi con i suoi insegnanti per le lezioni e conseguendo quindi il diploma triennale dell’Accademia musicale di Odessa. Grazie all’interessamento di alcune musiciste pesaresi, il prossimo anno accademico potrebbe essere tra gli iscritti del conservatorio Rossini di Pesaro che ha istituito dieci borse di studio per giovani musicisti ucraini fuggiti dalla guerra.

I concerti

Alla fine della residenza due esibizioni per l’ensemble: un’anteprima sabato 30 luglio alle 21.15 al Teatro Comunale di Cagli e il giorno dopo, domenica 31 (stessa ora), un concerto nella corte seicentesca di Villa Caprile a Pesaro. In programma “Passacaglia – Erinnerung”, elaborazione per ensemble di Paolo Marzocchi della “Passagalia” per violino solo di Biber, “I quattro elementi”, quattro movimenti per ensemble di Paolo Marzocchi dai “Quattro duetti” BWV 802-805 di Bach e il “Concerto per violino e orchestra in re maggiore” op. 61 di Beethoven, nella riduzione per WKO di uno dei giovani musicisti partecipanti al laboratorio, il cornista Marco Elia Righi.

Il sostegno del territorio

Per l’intero progetto la WKO ha potuto contare sul contributo di Sistemi Klein (main sponsor), Banca Popolare Valconca e Rockolors (Gruppo Casavecchia) e sulla collaborazione di Ceramiche Bucci, Giardino di Santa Maria e UP Studio.

Il laboratorio di musica da camera per ensemble per giovani musicisti e l’anteprima del concerto WKYE del 30 luglio a Cagli sono organizzati da WKO in collaborazione con l’Istituzione Teatro Comunale di Cagli e con il patrocinio e il sostegno del Comune di Cagli, Assessorato Cultura.

Il concerto del 31 luglio a Pesaro è organizzato da WKO con il patrocinio del Comune di Pesaro, Assessorato alla Bellezza e la collaborazione di Amat.

Accesso, biglietti e info

Cagli 30 luglioIngresso libero

Info: 366 6094910 (WKO), 0721 781341 (Teatro Comunale di Cagli)

Pesaro 31 luglioBiglietti: da 1 a 20 euro inclusa prevendita, riduzioni soci WKO, under 18, under 10 / Biglietteria circuito Amat/Vivaticket: botteghino Teatro Sperimentale mar-sab 17:00-19:00, negli orari di apertura di Tipico Tips in via Rossini 41 / Online: www.vivaticket.it

Info: 366 6094910 (WKO), 0721 387548 (Teatro Sperimentale di Pesaro)

info@wunderkammerorchestra.com

www.wunderkammerorchestra.com