MILANO PERCHE’

0
188
Condividi TeatriOnline sui Social Network

MILANO PERCHE’

“un lunedì speciale”

Milano città, la amiamo a volte la odiamo, con il suo cuore, i suoi vizi, il dialetto, i suoi racconti, la sua storia, le sue tradizioni, che guarda al passato sempre proiettata nel futuro, in un nuovo Spettacolo Teatrale cantato da Renato Dibì e raccontato da Piero Mazzarella.

Piero Mazzarella, potrebbe essere definito “attore milanese in italiano” c’e in lui un attore moderno, attuale, forse il solo attore “naturale”, con la sua secchezza, la brevità, l’economia dei gesti e delle intonazioni, la rapidità e l’anticipo dei ritmi e dell’ellissi che è propria di tutte le sue recitazioni dialettali. In una Milano che comincia a mescolarsi e a mostrare un volto diverso, Mazzarella è una creatura di Milano di oggi. Vederlo recitare provoca la sensazione di trovarci davanti all’ultima incarnazione della grande scuola dialettale milanese; ha una sintesi, una visione della vita, dura, intelligente, spietata, drammatica, la visione di un uomo che attraverso i suoi racconti, spia i colori e l’orizzonte calamitoso e convulso della nostra Milano.

Remato Dibì, elegante cantautore-poeta è da tempo considerato il migliore interprete italiano della grande tradizione degli Chansonniers. Fin da giovanissimo scrive e propone le sue prime canzoni, in seguito approda al Cabaret che gli permette di usare un linguaggio non convenzionale e lo porta pian piano a crearsi una sua ben precisa dimensione. Il suo canto rivela una passione ugualmente intensa sia che interpreti la “Chanson”, sia che esprima i suoi sogni personali. Interprete e autore di “Milanocanta”, la musica è evidente, lo prende come l’amore e lo conduce dove vuole: di preferenza a lasciare il sogno nel cuore del pubblico che lo ascolta. Non capita spesso ma è quanto ci offre questo raro artista forgiato alla scuola milanese, il più illustre d’Italia, il più affine alla scuola francese.

Gian Pietro Marazza, musicista di grande ecclettismo; diplomato in fisarmonica e chitarra classica, ha studiato composizione con il M° Corradini, il M° Soresina e il pianoforte col M° Aldo Rossi. Fisarmonicista e arrangiatore in diversi spettacoli di Moni Ovadia e per vari Teatri, tra i quali il “Piccolo Teatro di Milano e il Teatro Petruzzelli”- è autore di colonne sonore per la Tv, il Teatro ed esecutore per diversi Films, tra i quali “Pane e tulipani”. Ha pubblicato innumerevoli brani per fisarmonica e per chitarra. Con il trio musicale Rhapsodija ha tenuto concerti in Italia, Europa, Africa e le Americhe.

LEAVE A REPLY