L’uomo del Destino

0
358
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Martedì 24 aprile 2012 debutterà “L’Uomo del Destino” al Teatro Cassia. Una commedia di successo dalla quale non ci si può separare. Intensa, coinvolgente, splendidamente scritta da Jasmina Reza, altrettanto splendidamente tradotta da Catherine Spaak, “L’uomo del destino” non conosce tregua e raccoglie sempre consensi. In scena Orso Maria Guerrini e Cristina Sebastianelli, attrice e doppiatrice a 360 gradi. Coppia nella vita e nel lavoro i due si sono conosciuti sulle scene dello spettacolo “Amori miei”.

La storia di un uomo e una donna e lo scenario è quello del vagone di un treno che spesso mette a contatto due sconosciuti che finiscono per riconoscersi per poi tornare ad essere sconosciuti. Paul e Martha non si parlano direttamente per un bel tratto del percorso, sono solo i pensieri detti ad alta voce a raccontarci le loro personalità.

Due esseri umani che pur parlando a se stessi è come si fossero sempre inseguiti nella loro ricerca di un tempo perduto e finalmente trovati.

L’autrice sa descrivere così bene e in profondità le onde emotive dei personaggi che ci conduce con forza verso il mondo di Paul e Martha semplicemente attraverso scarti minimi, emozioni e sussulti dei protagonisti: si desidera così conoscere la loro storia e sapere se le loro solitudini troveranno un approdo.

L’azione o meglio l’apparente non agire dei personaggi ci costringe a scendere sempre più nei pensieri di ognuno creando una forte tensione emotiva.

Si esce da questo “viaggio” da Parigi a Francoforte – metafora del lungo viaggio della vita – con un senso di disagio e insieme la voglia di cambiare che rende unica questa esperienza.

Le musiche sono del grande compositore e cantante italiano Maurizio Fabrizio che, tra gli altri, ha scritto canzoni per artisti del calibro di Mina, Mia Martini, Renato Zero e Antonello Venditti. E di Umberto Scipione, compositore, produttore discografico e Direttore d’Orchestra, già nominato ai David di Donatello 2011 per “Benvenuti al Sud” e candidato ai David di Donatello 2012 per “Benvenuti al Nord”.

LEAVE A REPLY