La Cattiva Strada – Ballata per Fabrizio De Andrè

0
233
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Realizzato nel 2009 in occa­sione del decennale della morte del grande Faber, l’originale progetto “La cattiva strada” nasce dalla collaborazione fra tre realtà artistiche emergenti la Piccola Bottega Baltazar (Giorgio Gobbo alla voce e chitarra, Sergio Marchesini alla fisarmonica, Riccardo Marogna ai clarinetti, Antonio de Zanche al contrab­basso, Graziano Colella alla batteria ed Enrico Bognolo a curare il suono), l’attore-autore Filippo Tognazzo, direttore artistico della compagnia teatrale Zelda, conosciuto dal pubblico per il successo de “I Vulnerabili” (oltre 250 repliche dal 2008 ad oggi) e infine la Casa Edi­trice Becco Giallo, specializzata in graphic novel.

Proprio da un fumetto curato da Becco Giallo, ovvero “Ballata per Fabrizio De André” disegnato dal palermita­no Sergio Algozzino, è nato il primo spunto per lo spetta­colo. Nei disegni i personaggi resi celebri da Faber (Bocca di Rosa, Miché, Il Gorilla, Pasquale Cafiero, Andrea…) si ritrovano in un luogo sospeso fra realtà e immaginazione per ricordare il loro creatore.

Il percorso per immagini ideato da Algozzino viene ripreso in scena da Guido Ostanel, che assieme a Federico Zaghis è uno dei fondatori della casa editrice. Completano lo spettacolo l’interpretazione da parte di Filippo Tognazzo di alcuni brani della letteratura che ispirarono De André (come “Donna de Paradiso” di Iacopone da Todi o ”Antologia di Spoon River” di Lee Masters) ed altri che sono invece stati ritenuti affini alla poetica del cantautore (come nel caso della sceneggia­tura de “La maman et la putain” di J. Eustache e “Ballata delle madri” di Pasolini) e ovviamente le canzoni di De André arrangiate dalla Piccola Bottega Baltazar.

Oltre all’efficace interpretazione di Tognazzo, protagonista assoluta della serata è la musica interpretata dai cinque della Piccola Bottega Baltazar, degni eredi della tradizione d’autore, di cui De Andrè è uno dei padri indiscussi, ma anche capaci di innovarla inserendo venature di musica popolare, classica e jazz. Nei suoi 10 anni di attività la Piccola Bottega Baltazar ha ricevuto importanti riconoscimenti nazionali. Il loro ultimo lavoro è stato nominato tra i 20 migliori dischi indipendenti ita­liani del 2007 dal Premio Italiano Musica Indipendente. Nel 2011 è stata proclamata tra gli 8 vincitori di Musicultura, ricevendo il premio per la Miglior Musica e nello stesso anno ha partecipato come ospite all’edizione 2011 del Club Tenco.

Una serata fatta di canzoni indimenticabili, composte da un vero poeta dell’anima che è riuscito trasversalmente ad appassio­nare diverse generazioni diventando patrimonio di tutti. Un omaggio discreto e coinvolgente, un atto d’amore che una generazione di giovani artisti fa ad un grande Maestro.

L’appuntamento è previsto per giovedì 12 luglio alle ore 21.15 presso il Parco di Villa Olivi in Piazza Domenica Olivi a Breda di Piave (Tv), ingresso intero 7 euro, ridotto 4 euro.
In caso di maltempo lo spettacolo si terrà presso la Palestra di Saletto in via
S.M. D’Avanzo, 67. Per informazioni e prenotazioni info@omonero.it – cel. 347 1524429.

Lo spettacolo sarà ospite del prestigiosissimo FESTIVAL DI RAVELLO (Sa) il prossimo 29 luglio.

Per informazioni sullo spettacolo:

Federica Bittante

340 9362803

spettacoli@zeldasrl.com
www.zeldasrl.com

 

LEAVE A REPLY