Noi non siamo qui

0
208
Condividi TeatriOnline sui Social Network
Foto di Federica Lissoni
Foto di Federica Lissoni

Produzione compagnia  Babygang

con il contributo di Être un progetto di Fondazione Cariplo

testo e regia di Carolina De La Calle Casanova

movimenti scenici a cura di Giorgio Rossi – Associazione Sosta Palmizi

con Federico Bonaconza, Mario Fedeli, Andrea Pinna e Valentina Scuderi

musiche originali eseguite dal vivo da Francesco Arcuri

disegno luci Sarah Chiarcos

comunicazione visiva Dario Serio

fotografie di Federica Lissoni

Finalista alla Rassegna di nuova drammaturgia ARGOT OFF 2012

 

 

Noi non siamo qui, nuova produzione della compagnia Babygang, dopo una fase di confronto con il pubblico, debutta da giovedì 28 febbraio a domenica 3 marzo in prima milanese al Teatro Ringhiera di Milano.

Lo spettacolo, su drammaturgia di Carolina De La Calle Casanova e su intervento artistico del coreografo Giorgio Rossi, è il viaggio onirico delle distrazioni finte e vere di quattro uomini chiusi in una stanza. Uno, Due, Tre e Quattro – i loro nomi – sono i protagonisti di una storia assente, incominciata tanto tempo fa, che a volte ripetono situazioni credendo di non averle mai vissute. Senza sosta, immaginano diverse realtà possibili, quasi a cercare di non rimanere nel presente, e vivono una finzione che diventa più vera del resto o quanto meno uguale, se non migliore, della realtà.

Noi non siamo qui, indagine, ironica e grottesca sull’alienazione moderna, cerca disperatamente, nel meccanismo della finzione e rappresentazione, quegli attimi di verità che viviamo, a volte persino rubati al tipo di vita che facciamo; perché se sommassimo insieme quei momenti e facessimo un conto, non vorremmo scoprire di aver vissuto poco o nell’inganno.

Lo spettacolo è stato ospite in forma di studio di Luoghi Comuni Festival, della rassegna Pleased to meet you della Fondazione Circuito Teatrale del Piemonte e in quella dell’Argot Studio di Roma per poi debuttare al  Festival Giardino delle Esperidi e al Fringe Festival di Edimburgo.

 

 

Note di Carolina De La Calle Casanova

L’elaborazione del testo è il risultato di un lavoro d’improvvisazione con gli attori per una scrittura scenica viva.

“Noi non siamo qui” è un meccanismo di difesa che il nostro sistema nervoso attiva nei momenti di grande difficoltà o estrema gioia.

Una sorta di straniamento simile allo stato emotivo che abbiamo quando ricordiamo, sogniamo, immaginiamo.

Non è molto diverso da quello che attua un bambino che gioca “ad essere” il capitano di una nave: a volte non basta la voce della mamma per smuoverlo a ritornare “in sé”.

Non è diverso dall’amnesia o lo stato senile di una persona adulta quando ricorda e vive quasi fosse al presente un ricordo della sua vita mentre il presente gli passa accanto come acqua sull’olio.

Noi non siamo qui è uno stato, a volte una scelta, ora una difesa che riteniamo necessaria per essere accettati.

Una condizione comune all’attore che “non è qui” per “mestiere”.

E che spesso rischia di non ritrovarsi più.

Abbiamo provato a unire la magia del circo, l’ironia e il grottesco, il rapporto con il pubblico da standing comedians, interfacciando la “drammaturgia attiva” della Babygang con il “teatro poetico del movimento” di Giorgio Rossi.

Babygang, nata a Milano nel 2003 presso la Scuola Civica D’Arte Drammatica Paolo Grassi, è diretta dalla drammaturga e regista Carolina De La Calle Casanova. Compagnia d’innovazione pone la propria ricerca sulla drammaturgia contemporanea, l’essenzialità nelle forme sceniche, la centralità dell’attore, elemento totalizzatore e creatore di linguaggi, e la semplicità del teatro popolare come fine a cui tendere per poter comunicare a tutti. Ha fondato il Progetto Teatro Popolare, ideato e realizzato con Paolo Rossi, con l’intento di indagare le tecniche e i trucchi del mestiere in rapporto al pubblico.

 

 

 

 

Teatro Ringhiera

Via Boifava, 17 – Milano

Biglietti 15/12 auro

Tel. 0287390039

www.atirteatro.it

LEAVE A REPLY