Orchestra della Toscana: appuntamenti di marzo

0
155
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoMARZO 2013

XXXII Stagione Concertistica

Peter Rundel direttore

Jörg Widmann clarinetto

WIDMANN Freie Stücke, per orchestra da camera

MOZART Concerto per clarinetto e orchestra K.622

BERIO Requies, per orchestra da camera

in memoriam di Lucian Berio

BEETHOVEN Sinfonia n.8 op.93

5 mar. Firenze, Teatro Verdi ore 21 concerto registrato e trasmesso da Rai Radio3

6 mar.Figline Valdarno, Teatro Garibaldi ore 21.15
7 mar. Piombino, Teatro Metropolitan ore 21

Orchestra Sinfonica di Lucerna

Lionel Bringuier direttore

Dmitri Maslennikov violoncello
SMETANA La Moldava

DALBAVIE Fantasia per violoncello e orchestra

DVOŘÁK Sinfonia n.8 op.88

14 mar. Firenze, Teatro Verdi ore 21 concerto in diretta da Rete Toscana Classica

Daniel Kawka direttore

Chen Guang pianoforte
BEETHOVEN Coriolano, ouverture op.62

BEETHOVEN Concerto n.4 per pianoforte e orchestra op.58

BEETHOVEN Sinfonia n.6 op.68 ‘Pastorale’

21 mar. Firenze, Teatro Verdi ore 21 concerto registrato e trasmesso da Rai Radio3

22 mar.Livorno, Teatro Goldoni ore 21

26 mar. Pisa, Teatro Verdi ore 21

27 mar. Milano, Società dei Concerti, Sala Verdi del Conservatorio ore 21

28 mar. Empoli, Teatro Excelsior ore 21

29 mar. Arezzo, Auditorium Fiere e Congressi ore 21.15

***

Teatro D’Opera

Progetto LTL Opera Studio

NAPOLI MILIONARIA di Nino Rota
dramma lirico in tre atti
tratto dall’omonima commedia di E.De Filippo
direttore
Matteo Beltrami
regia
Fabio Sparvoli
Orchestra della Toscana
laboratorio LTL Opera Studio 2012

Nuovo allestimento del Teatro del Giglio di Lucca
Coproduzione Progetto LTL Opera Studio (Teatro Goldoni di Livorno, Teatro del Giglio di Lucca, Teatro Verdi di Pisa)

15 e 16 mar. Livorno, Teatro Goldoni ore 20.30

23 e 24 mar. Pisa, Teatro Verdi ore 16 e 20.30

Stagione Concertistica

Novità all’ORT: Jörg Widmann compositore e clarinettista

Continua il ricordo di Luciano Berio con l’esecuzione di Requies, la pagina sicuramente più affine alla natura dell’orchestra toscana ed anche la più eseguita, che per l’occasione sarà affidata alla maestria di Peter Rundel, direttore molto apprezzato e particolarmente attento alla musica del XX secolo e ai compositori d’oggi. E non è un caso che con Rundel ascolteremo il Freie Stücke (Free Pieces) di Jörg Widmann, affermato compositore e soprattutto strepitoso clarinettista, solista nel celebre Concerto mozartiano K.622. Il Classicismo rimane comunque la parte preponderante nel concerto con Rundel: da Mozart all’Ottava Sinfonia di Beethoven.

L’Orchestra Sinfonica di Lucerna

Dopo l’Orchestra Haydn di Trento e Bolzano, a marzo sarà ospite del cartellone dell’ORT l’Orchestra Sinfonica di Lucerna guidata da Lionel Bringuier e impegnata nell’Ottava Sinfonia di Dvořák, la Moldava di Smetana e, con il violoncellista Dmitri Maslennikov, nella Fantasia per violoncello e orchestra di Dalbavie, compositore francese tra i più affermati d’oggi. In linea con la logica dell’ospitalità l’ORT sarà a Lucerna il 21 maggio diretta da Daniele Rustioni e con Sergej Krylov al violino.

La maestria pianistica del diciottenne Chen Guang

Torna Daniel Kawka direttore principale dell’Orchestra della Toscana, con uno speciale concerto “tutto Beethoven”: l’Ouverture dal ‘Coriolano’, la Pastorale e il Quarto Concerto op.58 con Chen Guang, diciottenne pianista di Pechino, talento precoce e straordinario così descritto da Paul Badura-Skoda nel 2011 “artista dotato di una raffinata sensibilità musicale e di straordinarie capacità tecniche”.

Teatro d’Opera

Napoli Milionaria, il nuovo titolo proposto dal Progetto LTL Opera Studio

Napoli milionaria debuttò il 22 giugno 1977 al Festival dei Due Mondi di Spoleto, siglando la collaborazione tra due grandi maestri del Novecento italiano: Eduardo De Filippo e Nino Rota. La drammaturgia di Eduardo De Filippo dai toni cuoi e amari, che tratteggia una società che scivola verso il basso della dignità umana, è magistralmente interpretata da Nino Rota. Lo spartito vocalmente impegnativo, disegna personaggi a tutto tondo, giocando con vitali contaminazioni linguistiche italiane, napoletane, americane a rendere il caos e lo sbandamento della vita appena conclusa la guerra. Rota rende in musica l’affresco di una Napoli dall’umanità ferita e fragile, non solo materialmente povera, ma che comincia a portare i segni di un’inconsapevole rovina interiore.

FONDAZIONE ORCHESTRA REGIONALE TOSCANA

Via Verdi, 5 – 50122 Firenze

Tel. 055 2340710 – 055 2342722 – Fax 055 2008035

www.orchestradellatoscana.it info@orchestradellatoscana.it

mail: ortstampa@orchestradellatoscana.it

LEAVE A REPLY