La Filiera della Scrittura

0
223
Condividi TeatriOnline sui Social Network

Da lunedì 9 dicembre parte il percorso di scrittura collettiva e popolare per una bottega artigianale in “rete”, moderna e interattiva, che apre nuove possibilità di formazione, confronto e partecipazione.

LA FILIERA DELLA SCRITTURA

La prima sceneggiatura social scritta a più mani.

Fare sistema. Fare rete e condividere le diverse interazioni ed esperienze per diffondere le pratiche più innovative e di sperimentazione della scrittura. Stimolare la cooperazione e la relazione con la comunità per interpretare la domanda di cultura e sostenerne il sistema economico e produttivo. È il nuovo progetto di Rai Scuola ideato da Stefano Ribaldi e curato da Luca Archibugi, nell’ambito della Fiera della piccola e media editoria Più libri, più liberi – che si tiene a Roma dal 5 all’8 dicembre. La filiera della scrittura, non una semplice scuola di scrittura, ma un progetto di racconto a più mani che attiva una catena di passaggi produttivi che terminerà con una sceneggiatura e un cortometraggio realizzato da Rai Educational.

L’iniziativa consiste nel seguire le mosse di un inizio di racconto di venti righe, scritte da Paolo Fallai, giornalista del Corriere della Sera e autore teatrale, a cui si aggiungeranno altri cinque pezzi della stessa lunghezza. Tutto ciò avverrà, a partire da lunedì 9 dicembre, sul sito 20lines www.20lines.com, giovane piattaforma web dedicata a scrittori e lettori, e linkata sul sito di Rai Educational (www.scuola.rai.it). L’invito che viene rivolto a chi si connetterà è quello di continuare a scrivere la storia incominciata. Chiunque potrà interagire col racconto, scrivendo, votando e commentando i diversi pezzi. Questi saranno infine selezionati dagli autori di Rai Educational che ne trarrà una sceneggiatura che sarà utilizzata per la realizzazione di un cortometraggio. Il mito dell’«autore collettivo» ha senz’altro accompagnato la modernità. Se ne è molto discusso nella narrativa e nel teatro. Per la produzione hollywoodiana degli anni d’oro, si parlò addirittura di «autore invisibile», in quanto i film sembravano uscire dalla stessa mano. L’idea di fondo della Filiera della scrittura è quella di costituire un percorso di letteratura popolare, che si proponga come un invito alla scrittura per costruire un’esperienza nuova seguendo un metodo originale.

Il progetto di Rai Scuola nasce con l’intento di promuovere e accrescere, in particolare tra le generazioni più giovani, la passione per la scrittura, potenziandone le occasioni di fruizione e di pratica nelle sue varie forme, a cominciare dal web. Un’iniziativa che può favorire nuove possibilità di incontro e di collaborazione tra tutti i soggetti che operano nella filiera della scrittura, dal mondo della scuola alle case editrici, alle biblioteche, ma anche tra gli operatori del settore impegnati nell’associazionismo culturale, nel mondo dell’educazione, della comunicazione e delle nuove tecnologie, e tra le altre figure del settore: poeti, scrittori, artisti o semplici lettori. Nel segno della promozione della scrittura e di un allargamento della base dei lettori, la filiera della scrittura favorisce la messa a sistema della formazione e della sperimentazione attraverso lo scambio di esperienze e delle interazioni tra gli utenti. Dunque, la scrittura come economia: luoghi di diffusione della cultura che si incontrano nell’impegno di innovare e collaborare attivamente in un’ottica di sostegno al sistema produttivo.

 

Per informazioni:

Amelia Realino I tel. 349.5829624 I e_mail: ameliarealino @ gmail. com

LEAVE A REPLY