Riapre la stagione teatrale del Nuovo Teatro Ariberto (Milano)

0
150
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoNell’autunno 2013 riapre il Nuovo Teatro Ariberto in Via Daniele Crespi 9 a Milano, ospitato della parrocchia di San Vincenzo in Prato. La riapertura della struttura e la sua riqualificazione sono state rese possibili grazie al lavoro volontario di chi crede che questo teatro abbia un grosso potenziale per imporsi nel panorama culturale Milanese. Il lavoro di questo team di volontari ha voluto fortemente ridefinire l’identità del teatro come uno spazio di condivisione e partecipazione culturale capace di coniugare sapere, divertimento e informazione in una serie di spettacoli attenti alle esigenze del pubblico e per nulla banali.

Il teatro Ariberto può ospitare ben 254 persone per spettacolo e gli spazi comuni sono stati ridisegnati per veicolare un messaggio che riflette la filosofia del teatro e la sua missione: “Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo” e “In principio è la parola” sottolineando l’attitudine del teatro nel voler creare dinamismo, scambio di idee e conoscenze senza annoiare e possibilmente divertendo gli spettatori. La programmazione e questi messaggi sono soprattutto indirizzati ai giovani che da sempre con le loro idee e le loro intuizioni riescono a stupire e coinvolgere anche i più adulti fortemente resistenti ai cambiamenti nei modi di intendere e di fare teatro.

Nell’ultimo periodo, oltre alle rappresentazioni, il teatro si sta attrezzando per poter ospitare anche concerti e incontri sul tema della musica e, eventualmente, trasmettere pellicole cinematografiche ricalcando il ruolo di Cineforum che ha avuto dalla sua nascita fino ad oggi.

Riapre così al Nuovo Teatro Ariberto una nuova stagione teatrale all’insegna dello spettacolo e della cultura che si propone di diventare un riferimento per il teatro civile, di narrazione e per il teatro-storia. Gli spettacoli e l’organizzazione sono stati resi possibili anche grazie al patrocinio della scuola di recitazione “Il teatro del battito”, al gruppo d’acquisto solidale “Filo di paglia”, all’editore “Terre di mezzo” e al “M.A.S.C.I. (Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani)”.

La programmazione si articola secondo due filoni:

 

  1. Storia e Narrazione al Nuovo Teatro Ariberto” a cura di Paolo Colombo (Professore ordinario di Storia presso l’Università Cattolica di Milano) e la Dott.ssaChiara Continisio. Una serie di incontri ibridi tra spettacolo e narrazione, delle “narra-lezioni” come le definisce la stessa Dott.ssa. Continisio, che intendono affrontare temi storici e sociali stimolando il pubblico a identificarsi in quel periodo e a essere coinvolti nel racconto. Per fare ciò i due narratori si servono di particolari fonti, di un linguaggio coinvolgente, di musica e immagini per costruire la narrazione e coinvolgere gli spettatori partendo dalle loro emozioni.

 

I prossimi spettacoli di questo ciclo saranno:

 

  • 27 Marzo 2014 – “Quest’uomo deve regnare o morire”
  • 9 Maggio 2014 – “Clandestinità e prigionia”
  • 19 Giugno 2014 – “L’amor che move ‘l sole e l’altre stelle”

 

  1. La stagione teatrale “Il Cartellone” invece ospita spettacoli inscenati da compagnie teatrali da tempo impegnate in giro per l’Italia. Proprio per questo motivo la programmazione di ogni singolo evento verrà ripetuta in più giornate. Le prossime sono:

 

  • 21-22-23 Marzo 2014 – “Finanza Killer” a cura di Fabrizio de Giovanni e la compagnia “Itineraria teatro”
  • 3-4-5-6 e 10-11-12-13 Aprile 2014 – “Giorgio Ambrosoli” a cura di Luca Maciacchini
  • 22-23-24-25 Maggio 2014 – “Io l’ho sempre chiamata patria” a cura di Marco Filatori

 

Per questo, dicono Chiara Continisio e Marialuisa Ferrario, responsabili della programmazione, «abbiamo scelto di dare a questo teatro una connotazione, per quanto flessibile e sempre all’ascolto, bene a fuoco su alcuni percorsi precisi: il teatro civile e il teatro storia, essenzialmente, capaci a nostro avviso non solo di intrattenere ma anche di rilanciare la riflessione, di costituirsi in momenti di conoscenza e di arricchimento, emozionale prima di tutto e poi anche culturale. Ci piace pensare infatti a spettacoli che vivono di idee non scontate, che raccontino storie nuove e mai sentite prima, che parlino la lingua delle emozioni capaci di spalancare i canali dell’apprendimento. Questo è il Nuovo Teatro Ariberto.

 

 

Orario spettacoli: Da Mercoledì a Sabato: ore 20.45,

Domenica: ore 16.30.

 

Biglietti: Intero: 12 Euro
Studenti: 8 Euro
Gruppi con più di 15 persone: 10 Euro

I biglietti si possono prenotare sul sito del Teatro (http://nuovoteatroariberto.it/prenotazioni/) o acquistare all’ingresso dello spettacolo stesso.

 

Come raggiungere il Nuovo Teatro Ariberto:

  • MM2: Fermate Sant’Agostino e Sant’Ambrogio
  • Autobus: 74, 47 e 59 (capolinea P.za Cantore), 94 (Piazza Resistenza Partigiana)
  • Tram: 14 e 2 (Corso Genova – Via Ariberto)
  • Parcheggio BikeMi: Piazza Sant’Agostino
  • Parking a pagamento: Via Ariberto

 

Informazioni e contatti:

LEAVE A REPLY