Fiuggi Family Festival, Emi De Sica racconta Vittorio De Sica

0
447
Condividi TeatriOnline sui Social Network

fotoSi è svolta nella Sala Consiliare del Comune di Fiuggi la presentazione del Fiuggi Movie Cafè, in programma sabato 26 luglio nell’ambito della VII edizione del Fiuggi Family Festival.

Ospite d’onore del Festival in questa edizione 2014 è Emi De Sica, prima figlia del grande Vittorio De Sica che ritirerà insieme al fratelli Manuel e Christian, il riconoscimento Europeo nell’ambito di un Progetto Culturale dell’Unione Europea in occasione del quarantennale della scomparsa del grande regista e attore ciociaro apparso per l’ultima volta in C’eravamo tanto amati. De Sica è stato uno dei padri del Neorealismo italiano (da Ladri di biciclette a Sciuscià a Umberto D.), attore infaticabile e protagonista assoluto del neorealismo rosa, regista premio Oscar (La ciociara), ha mosso i primi passi come attore proprio sul palco del Teatro di Fiuggi ed è sempre stato assiduamente legato alla città come frequentatore delle Terme. Il 26 luglio Emi De Sica ripercorrerà la carriera del padre ricordandone aneddoti e momenti familiari tra cui la passione per il dialetto ciociaro (che non conosceva e che gli veniva in qualche odo insegnato da Marcello Mastroianni). Prevista nel pomeriggio anche la proiezione di Pane, amore e fantasia che vede Vittorio De Sica nei panni del maresciallo dei Carabinieri Carotenuto accanto alla Bersagliera Gina Lollobrigida.

L’evento si terrà al Gran Teatro di Fiuggi dalle ore 9.30 alle 16.00 sabato 26 luglio promosso dal Comune di Fiuggi come membro ordinario dell’itinerario culturale europeo E.H.T.T.A, European Historic Thermal Towns Association e nel ruolo di co-organizzatore del Sources of Culture: Cafés of Europe, un importante progetto culturale promosso dalla Commissione Europea e coordinato dalla Route du Massif Central che coinvolge undici partner di 6 Paesi europei con l’obiettivo di rivalutare il patrimonio culturale delle città storiche termali europee della rete Ehtta. Il progetto si svilupperà in otto ‘Café’ intesi come momenti internazionali di confronto per poter i rispettivi scenari futuri di fronte alle nuove sfide culturali e turistiche e valorizzare la location delle città termali anche nell’ambito cinematografico.

LEAVE A REPLY